Attualità

Maturità 2022: Pascoli, Segre, Parisi e Verga tra le tracce

Iniziata ormai da poche ore la prova scritta di italiano dell’esame di Maturità 2022, che ritorna dopo ben due anni di assenza dovuti alla situazione pandemica. Sette tracce di tre tipologie diverse quelle presentate oggi: analisi del testo letterario, analisi e produzione di un testo argomentativo, riflessione e produzione di un testo d’attualità. Tra queste, la lirica “La Via Ferrata” di Pascoli, “Nedda” di Verga, “La Sola Colpa di Essere Nati” di Liliana Segre e Gherardo Colombo. Come sempre, sei ore a disposizione degli studenti. L’augurio di buon lavoro nel tweet del Ministro dell’Istruzione Bianchi. La sua raccomandazione: “è importante che gli studenti sappiano argomentare il loro punto di vista.

“La Via Ferrata”, “Nedda”, “La Sola Colpa di Essere Nati”, ma anche Covid ed Economia, “Musicofilia” e i rischi del “Mondo Iperconnesso”: le tracce della Maturità 2022

Maturità 2022: Pascoli, Segre, Parisi e Verga tra le tracce

La Maturità 2022 è senza dubbio un ritorno lungamente sognato della normalità, anche tra i banchi di scuola che sosterranno tantissimi studenti per l’ultima volta. Qualsiasi traccia i maturandi di oggi abbiano opinato, è certo avranno avuto l’imbarazzo della scelta. Immancabile e spesso preferita dagli studenti è l’analisi di un componimento in versi. Quest’anno il Ministero ha indicato “La Via Ferrata”, lirica della raccolta “Myricae” di Giovanni Pascoli. Analisi di un testo letterario in prosa è la novella “Nedda. Bozzetto Siciliano” dell’autore verista Giovanni Verga, di cui ricorre il centesimo anniversario dalla morte. Quest’anno, l’analisi di un testo d’attualità è dedicato all’ambiente e alla sostenibilità. Gli studenti dovranno infatti analizzare il discorso pronunciato dal Premio Nobel Giovanni Parisi lo scorso 8 ottobre, in occasione della riunione parlamentare pre-Cop26.

Altra traccia da tenere in considerazione è tratta da un brano del libro di Gherardo Colombo e Liliana Segre, “La Sola Colpa di Essere Nati”. Il testo, nello specifico, riguarda l’espulsione dalla scuola della Segre, a seguito dell’emanazione delle Leggi Razziali da parte del governo fascista. Ulteriore traccia per il testo argomentativo riguarda l’attualità iperconnessa: “Tienilo acceso. Posta, commenta, condividi senza spegnere il cervello”, tratto dal libro di Cheno e Mastroianni. Ancora, l’analisi di un segmento di “Musicofilia”, opera di Oliver Sacks. Lo studente dovrà analizzarlo come “testo artistico-letterario” alla luce degli “effetti della musica sulla persona”. Lo studente potrà riflettere sugli effetti intrecciati di Covid ed Economia attraverso un testo di Luigi Ferrajoli che evidenzia la fragilità del sistema economico globale nell’affrontare le questioni del futuro.

Gli auguri del Ministro Bianchi e il perché dell’esame: “non un test, le commissioni hanno la responsabilità di valutare la persona”

Augura con un tweet “buon lavoro a tutte e a tutti!” il Ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi questa mattina, poco prima dell’inizio fatidico dell’esame. In un’intervista di pochi giorni fa, il Ministro ha dichiarato: “Abbiamo cercato di dare ai ragazzi degli spunti di riflessione.” Continuando, afferma che “non è tanto importante che dimostrino di aver studiato, ma che sappiano argomentare il loro punto di vista con un uso appropriato delle parole, perché ogni parola è un monumento.” Sull’atteggiamento della commissione nei riguardi della valutazione, ha poi aggiunto: “Non serve usare il bilancino: le commissioni sono autonome e hanno la responsabilità di valutare la persona.” Insomma, sembra dire il Ministro ai maturandi: non preoccupatevi e date il massimo, non come studenti, ma come persone.

Alberto Alessi

Seguici su Google News

Back to top button