Formula 1

Mercedes, grande armonia all’interno del box tra i due piloti

Non è stata un’annata da incorniciare per la Mercedes che non è riuscita ad arginare la Red Bull e ha lasciato campo libero, anche, alla Ferrari. Lewis Hamilton non ha avuto la spinta dalla sua vettura per insidiare Max Verstappen e ha dovuto alzare bandiera bianca anche contro il suo compagno di squadra, George Russell, che al primo anno con la Freccia d’Argento ha concluso il Mondiale 2022 di F1 davanti al collega di box. Da dove dovrà ripartire Toto Wolff per costruire una stagione positiva? Dalla grande armonia che si respira tra i due corridori anglosassoni.

Le parole dei due piloti inglesi di Mercedes

Mercedes, grande armonia all'interno del box tra i due piloti
George Russel e Lewis Hamilton (Credit foto – pagina Facebook George Russell)

Il lavoro che ha svolto in Williams è stato impressionante, così come quello che ha compiuto in Mercedes – ha detto Lewis Hamilton a motorsport-total.com riferendosi al giovane compagno di squadra –. Ha ottenuto il massimo in ogni gara, senza contare che ha sfruttato al massimo le conoscenze acquisite nelle stagioni precedenti. Aveva già lavorato con noi e quindi è riuscito a partire da una buona base. È stato il rinforzo perfetto per la nostra squadra e ha portato molta energia positiva“.

Primo anno in Mercedes? È stato fantastico sotto tanti punti di vista – ha detto George Russell a motorsport.com -. Avere la possibilità di lavorare con un grande gruppo di professionisti con un talento incredibile mi ha spinto a cercare di migliorarmi, e non solo nel puro ruolo di pilota. Ad inizio stagione ci siamo trovati lontani dalle prime posizioni ed abbiamo lottato molto con la monoposto, ma nell’ultima parte di campionato abbiamo raccolto i risultati di un grande lavoro, è stato davvero emozionante vedere quei progressi soprattutto in ottica 2023. Rapporto con Hamilton? Armonioso. Ciò che mi ha impressionato di più di Lewis è vedere come lavora con la squadra, come ottiene il massimo dalle persone intorno a lui, come continua a mantenere alto il morale nei momenti difficili e alla fine, ma questo lo sapevo già, quanto sia dannatamente veloce e quanto sia una sfida essere compagni di squadra di un ragazzo come lui“.

(Credit foto – pagina Facebook George Russell)

Seguici su Google News

Back to top button