Musica

Mia Martini: 5 successi della grande Mimì

Quella di Mia Martini è una delle voci più belle della musica leggera italiana, dotata di estensione e duttilità. Data la vena sofisticata e, allo stesso tempo, intensa, la cantante ha potuto permettersi brani di differenti sonorità.

Mimì, come veniva chiamata da tutti, è l’unica interprete femminile ad aver vinto due Festivalbar consecutivamente, nel 1972 e 1973. Nel 1983, a causa di una maldicenza, decide di ritirarsi dalle scene; ritorna, però, ad essere popolare nel 1989, quando partecipa al Festival di Sanremo. Successivamente, collabora con artisti come Roberto Murolo ed Enzo Gragnaniello. Il 12 maggio 1995 Mia Martini scompare, ma le sue canzoni resteranno immortali.

Mia Martini: Piccolo uomo – Nel mondo, una cosa (1972)

Pubblicato l’11 aprile 1972, è il primo grande successo commerciale della cantante. Inizialmente, il brano è destinato ai Camaleonti, ma con Mia raggiunge la popolarità e l’apice della Hit Parade italiana. Il primo Disco d’Oro della cantante arriva proprio con questa canzone scritta da Bruno Lauzi.  

Minuetto – Il giorno dopo (1973)

Minuetto” è il 45 giri più venduto nella carriera di Mia Martini. Scritto da Franco Califano, che trae spunto dalle vicende sentimentali della cantante, il brano è un vero e proprio successo senza tempo. Il singolo racconta di una donna schiava del suo uomo, il quale prende ciò che vuole e poi la lascia sola.

E non finisce mica il cielo – Piccolo uomo (1982)

Scritta da Ivano Fossati e inizialmente destinata a Mina, la canzone è in gara al Festival di Sanremo del 1982. Il testo e l’interpretazione valgono a Mia l’assegnazione del Premio della Critica, che dopo la sua morte sarà intitolato a lei. Tuttavia, quel premio non è mai stato consegnato personalmente alla cantante, ma viene ritirato postumo dalla sorella Loredana Bertè nel 2008.

Almeno tu nell’universo – Martini Mia… (1989)

Scritto nel 1972 e depositato nel 1979, il brano viene ripescato nel 1989 per presentarlo al Festival di Sanremo dopo un lungo periodo di ostracismo dal mondo dello spettacolo. Si classifica al nono posto, ma ottiene il Premio della Critica e un grande apprezzamento da parte del pubblico. Molti sono stati i cantanti che lo hanno reinterpretato; tra le cover più famose, c’è quella di Elisa nel 2003 per il film “Ricordati di me”.

Gli uomini non cambiano – Lacrime (1992)

Tratta dall’album “Lacrime”, è la canzone con cui Mia Martini partecipa a Sanremo nel 1992 e si classifica al secondo posto, dietro Luca Barbarossa. Nel brano c’è tutta l’amarezza di una donna che vive un rapporto conflittuale con gli uomini della sua vita; in particolare, Mimì parla di una figlia innamorata di suo padre, il quale la ritiene la figlia sgangherata.

Flavia Carrogu

Back to top button