Calcio

Milan-Lazio 2-0, Leão e Ibra fanno bello il Diavolo: prima sconfitta per Sarri

Milan-Lazio, nella terza giornata del campionato di Serie A, si chiude con la vittoria dei rossoneri, a punteggio pieno dopo i primi 270 minuti della stagione. Lazio sottotono e mai in partita. Ecco cosa è successo al “Meazza”.

Leão sblocca Milan-Lazio

Romagnoli saggia i guantoni di Reina al 2′ minuto con un sinistro dalla corta distanza, che il portiere biancoceleste non ha però difficoltà a bloccare a terra. Due minuti dopo Leão suggerisce dalla sinistra per Tomori, che di testa, tuttavia, non inquadra la porta. Fuori misura è anche un sinistro di Theo Hernandez al 7′ minuto.

All’11’, invece, Rebic chiama Calabria alla battuta da fuori area, ma la conclusione del rossonero è respinta dalla difesa avversaria. È invece troppo largo, il colpo di sinistro operato da Leão al quarto d’ora. La Lazio risponde poco dopo con un innocuo colpo di testa di Milinkovic-Savic, facilmente neutralizzato da Maignan. Imprecise sono poi le conclusioni di Calabria e Leào intorno al 25′ minuto, ma confermato un Diavolo superiore agli ospiti, nella prima parte della gara.

Al 35′ Felipe Anderson inventa per Immobile, che dal cuore dell’area avversaria cerca la battuta a rete, ma Romagnoli lo mura al momento giusto. La gara si fa più spigolosa e al 40′ Felipe Anderson cerca il gol con un tiro dalla media distanza, che trova Maignan in buona posizione.

L’equilibrio si spezza al 45′. Il Milan organizza un ottima azione manovrata centrale orchestrata da Leão, che la chiude, dopo un assist di Rebic, portando i suoi in vantaggio. Poco dopo Immobile commette fallo su Kessié nella propria area. Dopo un consulto del VAR, il Milan va al dischetto con lo stesso numero 79, che colpisce la traversa e manca l’occasione per raddoppiare.

Diavolo superiore anche nella ripresa

In avvio di ripresa, la squadra di Sarri prova ad alzare il proprio baricentro, ma l’ottima disposizione dei padroni di casa, sottrae spazi utili alla formazione biancoceleste. Al 60′ Pioli decide di inserire Ibrahimovic al posto di Leão e il “Meazza” applaude convinto entrambi.

Sette minuti più tardi, previo assist al bacio di Rebic imbeccato da Tonali, proprio lo svedese neoentrato, porta a due le segnature dei rossoneri con il più facile dei tap-in, con la difesa ospite sorpresa dal rapido contropiede avversario.

Sul finale la Lazio prova a scuotersi, all’82’ Immobile calcia in porta da buona posizione, ma la risposta di Maignan è di quelle giuste, così come lo è su un tentativo basso da fuori area di Basic, da poco in campo.

Milan-Lazio, pertanto, permette alla formazione di Pioli di rimanere a punteggio pieno, dopo il terzo impegno in campionato. La Lazio di Sarri al “Meazza” non convince e torna nella capitale con più di un pensiero.

Autore: Adriano Fiorini

Articolo precedente

Seguici su:

Pagina Facebook Il calcio di Metropolitan

Pagina Facebook Metropolitan Magazine Italia

Account Twitter Ufficiale Metropolitan Magazine Italia

Serie A

(Photo credit: S.S. Lazio)

Link foto: https://www.facebook.com/SSLazioOfficialPage/photos/a.441635279280630/4169272829850171

Adv
Adv

Adriano Fiorini

"Lo sport va a cercare la paura per dominarla, la fatica per trionfarne, la difficoltà per vincerla." (cit. Pierre De Coubertin). C'è allora qualcosa di più divertente da raccontare?
Back to top button