Cronaca

Milik alla Juventus: il Napoli accetta uno scambio?

Arkadiusz Milik lascerà il Napoli. Quella che sembrava una semplice ipotesi fino a qualche mese fa sta assumendo sempre più i contorni di una certezza. Sull’attaccante polacco è forte l’interesse della Juventus, pronta ad “ingolosire” i partenopei con un maxi-scambio che coinvolgerebbe tre giocatori.

Arkadiusz Milik: il suo tempo a Napoli è finito?

Tutte le storie d’amore, anche quelle più belle, devono prima o poi giungere a una conclusione. Non fa eccezione il rapporto tra Arek Milik e il Napoli. L’attaccante polacco ha trascorso in Campania gli ultimi quattro anni della propria carriera e, nonostante qualche infortunio di troppo, è subito riuscito a fare breccia nel cuore dei napoletani che lo hanno atteso e supportato nei momenti di difficoltà. Alle pendici del Vesuvio Milik si è definitivamente affermato come attaccante di fama internazionale, conquistandosi il posto di titolare fisso con la Polonia in coppia con Robert Lewandowski.

Il suo rendimento in maglia azzurra, come detto in precedenza, è stato spesso inficiato dagli infortuni ma, quando in condizione, Milik si è sempre fatto trovare pronto dando una grossa mano alla fase realizzativa dei partenopei. Il suo score stagionale recita 12 gol in 22 presenze, con una media di un gol ogni 128 minuti. Ciò vuol dire che, quando ha la possibilità di fare bene, Milik si rivela uno degli attaccanti più efficaci al mondo.

Ma allora perché privarsene? I numeri descritti sopra non hanno certo lasciato indifferenti i grandi club che già avrebbero cominciato a sondare il terreno per tentare il colpo. Tra queste la Juventus che, secondo diverse fonti, sarebbe pronta a dare l’assalto all’ariete polacco mettendo sul piatto ben tre contropartite tecniche.

Possibile scambio con Bernardeschi

Secondo Tuttosport l’asse Torino-Napoli potrebbe rivelarsi molto caldo. La Juventus è infatti a caccia di un centravanti che possa sostituire dignitosamente Gonzalo Higuain, sempre più lontano dai colori bianconeri e ormai orientato a trasferirsi in Argentina la prossima stagione. Sostituto che Maurizio Sarri avrebbe individuato proprio in Arkadiusz Milik, suo pupillo ai tempi del Napoli. Per un assurdo scherzo del destino, il polacco fu proprio l’erede designato a rimpiazzare Higuain in maglia azzurra l’estate dello “scippo” da 90 milioni subito da parte della Juventus. Un talento che Sarri non ha potuto apprezzare appieno anche complici due gravi infortuni al crociato, ma che sarebbe

Per convincere gli azzurri la Signora sarebbe pronta a mettere sul piatto Federico Bernardeschi. L’esterno offensivo di Carrara sta vivendo la stagione più difficile da quando è approdato a Torino, con una sola rete messa a segno finora. Declassato al ruolo di quinta scelta dietro Ronaldo, Higuain, Dybala e Costa, il classe 1994 potrebbe trovare a Napoli la piazza ideale in cui rilanciarsi. Bernardeschi ha espresso il meglio di sè in Nazionale quando è stato impiegato nella posizione di esterno alto a destra in un 4-3-3, ruolo che andrebbe a ricoprire anche con Gattuso.

Mertens potrebbe lasciare a giugno e, in tal caso, il Napoli si ritroverebbe con un sostituto pronto già in casa. Se poi il belga dovesse rimanere, i due potrebbero perfettamente integrarsi come compagni di reparto. Il belga è infatti abituato a giocare più vicino alla porta e, in passato, ha ricoperto anche il ruolo di “falso nueve“.

La Juventus, dal canto suo, si libererebbe di un ingaggio pesante da 4,5 milioni e risolverebbe il problema del centravanti senza sostenere particolari esborsi economici. Milik rappresenta un profilo più abbordabile dei vari Icardi e Gabriel Jesus di recente accostati ai campioni d’Italia, per i quali si continua a parlare di cifre ben oltre i 60 milioni. Milik e Bernardeschi vorrebbero entrambi cambiare aria e questo favorirebbe la buona riuscita dell’affare.

Rugani e Romero nell’affare?

Non solo Bernardeschi, però. Anche Romero e Rugani potrebbero rientrare nella trattativa che, a quel punto, dovrebbe prevedere un conguaglio a favore della controparte bianconera. L’interesse per i due centrali si spiega con la volontà di rimpolpare e svecchiare un reparto che ha in Manolas, Koulibaly e Maksimovic due giocatori vicini alla soglia dei 30 anni.

Se il difensore ex Empoli è niente più che una riserva tra i ranghi della Juventus, Romero è uno dei migliori prospetti del nostro campionato. A soli 20 anni è diventato titolare fisso al Genoa tanto che la “Vecchia Signora” ha sborsato ben 20 milioni la scorsa estate per il suo acquisto. Il ragazzo deve migliorare ancora sotto il profilo caratteriale avendo incassato già 10 ammonizioni quest’anno ma, per il resto, le sue qualità tecniche (tra cui spiccano anticipo e gioco aereo) non sono in discussione.

Quale alternativa a Milik?

Con la partenza di Milik, e quella probabile di Mertens, il Napoli potrebbe però andare a caccia di un’altra prima punta di ruolo. Il nome nuovo è quello di Sardar Azmoun, centravanti iraniano di 25 anni che si è imposto all’attenzione generale giocando in Russia con le maglie di Rostov, Rubin Kazan e, in ultimo, Zenit. Proprio con la squadra di San Pietroburgo ha messo a segno 11 reti stagionali, tra cui un’importante doppietta nella sfida contro il Fenerbache. Attaccante prestante (è alto 186 cm) Azmoun sfrutta un fisico longilineo per non perdere in agilità e velocità, rendendosi molto utile nell’attaccare la profondità e nello scambio con i compagni soprattutto a ridosso degli ultimi metri.

Su di lui è forte la concorrenza di club esteri importanti come Atletico Madrid e Siviglia. La minaccia più grande potrebbe essere rappresentata però dai club di Premier League (tra cui Arsenal e West Ham), cui l’iraniano avrebbe dato la precedenza. Detto ciò, il costo del cartellino non è proibitivo e dovrebbe oscillare tra i 25 e i 30 milioni.

Le società di Serie A continuano dunque a lavorare per rafforzarsi in vista del futuro. Mai come quest’estate i direttori sportivi saranno chiamati ad operare con grande oculatezza per far fronte alle difficoltà economiche. Qualunque occasione di mercato dovrà essere colta al volo.

Back to top button