MMI Today |Giornata mondiale degli Oceani

L’8 giugno si celebra la Giornata mondiale degli Oceani con eventi su tutte le coste italiane.

La Giornata mondiale degli Oceani é stata istituita durante il Summit della Terra, tenutosi a Rio de Janeiro dal 3 al 14 giugno 1992, come impegno per la divulgazione della corretta interazione dell’uomo con l’ambiente. La conferenza di Rio è stata la prima riunione mondiale dei capi di Stato sull’ambiente, un evento senza precedenti, i cui intenti devono, a 27 anni di distanza, essere ribaditi e rinforzati.

Le tartarughe sono tra gli animali più esposti ai detriti in plastica. (foto dal web) MMI Today |Giornata mondiale degli Oceani
Le tartarughe sono tra gli animali più esposti ai detriti in plastica. (foto dal web)

Quest’anno, in occasione della Giornata mondiale degli Oceani, l ‘ISPRA ovvero L’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale parteciperà al convegno “Dalla costa agli abissi”, organizzato dall’Accordo RAMOGE a Cannes.

Qui il link del sito dell’ISPRA

L’Accordo RAMOGE

Il 10 maggio 1976 viene firmato l’Accordo RAMOGE che prende il nome dalle prime sillabe delle tre città che ne delimitavano il campo d’azione: Saint-RAphaël a ovest, MOnaco e GEnova a est.

L’Accordo RAMOGE riguarda la cooperazione scientifica, giuridica e amministrativa con cui i governi francese, monegasco e italiano mettono in atto delle azioni di gestione integrata del litorale che fa parte della zona RAMOGE ovvero le zone marittime della regione Provenza-Alpi-Costa Azzurra, del Principato di Monaco e della Liguria.

Dal 1993, con RAMOGEPOL, l’Accordo ha esteso le proprie competenze in alto mare e così, quest’anno alla conferenza “Dalla Costa agli Abissi” di Cannes, si tireranno le somme degli oltre 40 anni di lavoro di RAMOGE e dell’ultima campagna di esplorazione oceanografica dei fondali marini effettuata nel 2018.

Qui il link del sito dell’Accordo RAMOGE

Sono moltissimi i progetti che all’interno dell‘Unione Europea si impegnano per la lotta agli inquinamenti marini e costieri e nella protezione della biodiversità, impegnandosi anche nella sensibilizzazione dei cittadini con campagne di prevenzione dell’inquinamento e di rispetto ambientale.

Tra questi stanno lavorando per lo smaltimento dei detriti in mare ed in particolare modo della plastica che ne rappresenta l’80% del totale:  INDICIT IIPlastic Busters MPAMedsealitterML-REPAIR.

In Italia

Tra i numerosi eventi sulle coste italiane, sarà sotto i riflettori quello di Ladispoli dove l’Unione Europea organizza insieme ad Ambiente Mare Italia una pulizia della spiaggia della città.

Inquinamento e rifiuti sulle spiagge. (foto dal web) MMI Today |Giornata mondiale degli Oceani
Inquinamento e rifiuti sulle spiagge. (foto dal web)

Per quest’estate 2019, spopolano i retake organizzati autonomamente dai cittadini, che dalle città si spostano alle spiagge ma non solo, molti stabilimenti balneari si sono adoperati per diventare plastic free fin da questa stagione estiva che finalmente segnerà un punto di svolta verso una modalità più sostenibile di vivere il mare e, più in generale le vacanze estive.

Stay Plastic Free. (immagine dal web) MMI Today |Giornata mondiale degli Oceani
Stay Plastic Free. (immagine dal web)

MMI Today vi augura un buon giorno e un buon inizio delle vacanze estive con questo speciale sulla Giornata Mondiale degli Oceani.

Martina Antonini

© RIPRODUZIONE RISERVATA