Motomondiale

MotoGP, ecco la nuova Ktm RC16 di Mattighofen per il mondiale 2022

È arrivata la Ktm. Dopo la Ducati Gresini e la Yamaha RNF è stata svelata pure la Ktm, terza moto della stagione 2022 della MotoGP a essere presentata. L’evento, rigorosamente on line per il rispetto dei protocolli sanitari, ha mostrato al mondo la nuova RC16 con cui la Casa di Mattighofen dovrà fornire le attese risposte sul suo ruolo: outsider di lusso o competitor affidabile.

Dopo un 2021 agrodolce, due vittorie, Miguel Oliveira in Catalogna e Brad Binder in Austria, ma al di sotto delle altisonanti e sorprendenti prestazioni del 2020, la Ktm è attesa al varco per capire cosa aspettarsi da lei sullo scacchiere della MotoGP 2022. L’organizzazione, di primo livello come il budget a disposizione, è stata stravolta: via Mike Leitner, non più team manager, ma consulente, e dentro Francesco Guidotti, dalla Pramac, in plancia di comando, e promosso a direttore tecnico Fabiano Sterlacchini, ex grande mentore della Ducati. Innesti tricolori e di qualità a sottolineare ambizioni mai sopite.

MotoGP, ecco la nuova Ktm RC16 di Mattighofen per il mondiale 2022

Confermati Miguel Oliveira e Brad Binder nel team ufficiale, la squadra satellite Tech3 ha cambiato la sua formazione. Salutati Iker Lecuona e Danilo Petrucci, è arrivata la coppia che ha impressionato in Moto2 l’anno scorso, con il campione Remy Gardner e il vice, Raul Fernandez, promossi al piano di sopra dal team Ajo. Resta l’esperta e misurata mano di Dani Pedrosa come collaudatore: una cassaforte per le ambizioni della casa austriaca.

Back to top button