Motorland, l’approfondimento sui motori di Metropolitan

Come ogni settimana torna Motorland, la rubrica d’approfondimento sui motori di Metropolitan Magazine Italia. Puntata interamente dedicata al mondo delle quattroruote, andremo a rivedere i weekend di gara di Formula 1, Formula 2, Indycar e WRC!

WRC – Toyota vince in terra vichinga (a cura di Loris Malatesta)

Questo Rally di Finlandia ha portato una vittoria in casa Toyota, con 2 auto sul podio con in mezzo Ostberg sulla Citroen C3 Wrc. Male per Ogier 5° e con Neuville ancora peggio che si posiziona 9°. Entrambi con errori che gli sono costati cari.

Motorland toyota

Nella categoria WRC2 stava dominando il giovane Rovampera che però incappa in un problema alla sospensione, così inaspettatamente vince Pietarinen davanti a Huttunen e Greensmith. Invece il J-WRC vinto da Ken Torn con pochi secondi su Bergvist, 3° Franceschi.

Purtroppo per gli italiani rally da dimenticare, con Andolfi 29°con vari minuti persi, causa rottura sospensione. Tempestini dopo un cappottamento riparte con il Super-Rally però arriva 36°. Per le R2 Oldrati 32°, Accornero 34° e Bottarelli 39°.

F1 – Super Hamilton, Vettel c’è! (a cura di Lorenzo Pellegrini)

Le vetture partono in modo regolare, ma al 6° giro Verstappen si è dovuto ritirare per un problema alla MGU-K. L’olandese ha provato a rientrare ai box ma alla fine è stato costretto a parcheggiare dopo la curva 5. Dopo i pit stop di Raikkonen e Bottas, il finlandese della Mercedes  gira molto lento, perdendo 1 secondo da Vettel. Raikkonen comincia così a recuperare terreno sul connazionale della Mercedes.

Intanto Hamilton, alla tornata 25, si ferma per passare alle gomme Soft. L’inglese rientra in seconda posizione, a quasi 14 secondi da Vettel. Durante il 39° giro, Raikkonen entra ai box per montare un nuovo set di gomme soft provando l’undercut su Valtteri Bottas. Nello stesso giro Vettel entra ai box e monta gomme Ultrasoft. Purtroppo la sosta di Vettel è stata più lunga del previsto per un problema alla anteriore sinistra e Bottas riesce a stargli davanti.

Motorland

Alla 44a tornata Ricciardo, dopo aver effettuato numerosi sorpassi, effettua la sua unica sosta passando da gomme Soft alle gomme Ultrasoft. A 5 giri dalla fine Vettel riesce a passare Bottas di trazione, in uscita dalla curva 1. Il finlandese tenta di contrattaccare ma arriva troppo lungo in frenata di curva 2 e va a contatto con la ruota posteriore sinistra di Vettel. Bottas danneggia l’ala anteriore con Vettel che riesce a proseguire indenne.

Al giro 68 Ricciardo tenta di passare Bottas in entrata di curva 1. Addirittura lo passa in rettilineo ma Bottas allunga la frenata e va a sbattere contro l’australiano, che lo manda lungo e gli danneggia la pancia sinistra della monoposto. L’australiano non ci sta e dopo aver recuperato su Bottas riesce a passarlo in uscita della curva 1 nell’ultimo giro.

F2 Gara 1 – Fuoco a Podio, vittoria di De Vries ( a cura di Raffaello Caruso)

La gara è iniziata sotto la pioggia e finita col sole, ha visto De Vries sfruttare al massimo la seconda parte asciutta mettendo a segno giri veloci, sorpassando nel finale Lando Norris e distanziandolo dopo avergli recuperato 15 secondi. Il britannico della Carlin chiude secondo e spreca una grande chance, visto che George Russell, dopo lo stallo iniziale, si è ritirato dalla gara.

Motorland

Ottima prestazione da parte del calabrese Antonio Fuoco, che con la sua Charouz conquista un altro podio con la terza posizione. All’ultimo giro l’italiano è stato protagonista di una battaglia con le due Carlin di Norris e del poleman Sette Camara. Quest’ultimo lo colpirà alla penultima curva e taglierà il traguardo in terza posizione, ma il fatto viene analizzato e penalizzato dalla Race Direction. 10 secondi di penalità, il brasiliano retrocede in settima posizione, l’italiano torna sul podio.

F2 Gara 2 – Albon a podio, lotta con Ghiotto (a cura di Raffaello Caruso)

Il thailandese della DAMS conquista un’importante vittoria nella Sprint Race Formula 2 di Budapest con una prestazione solida, senza sbavature di troppo. Albon è risalito fino a sorpassare il leader Ghiotto a 5 giri dalla fine. Una vittoria che può rilanciare Albon per il campionato dato le non buone prestazioni dei leader di classifica e dare uno schiaffo morale al progetto giovani di casa RedBull.

Motorland

L’italiano Luca Ghiotto, chiude comunque in un ottimo secondo posto (con giro veloce) davanti al brasiliano Sergio Sette Camara. Quest’ultimo è stato protagonista di un altro incidente con Antonio Fuoco ma a parti invertite. L’italiano, partito indietro per la griglia invertita, va a tamponare Sette Camara e rompe l’ala anteriore. Una chance sprecata visto la grande competitività che ha dimostrato già nella Gara1 e durante il resto del weekend.

Indycar – Rimonta di rossi (a cura di Alessandro Patanè)

Alexander Rossi ha ottenuto la sua seconda vittoria stagionalesul circuito di Mid-Ohio. Il canadese Robert Wickens però è stato rallentato dal traffico nello stint decisivo e infatti alla fine si è anche lamentato parecchio per la gestione delle bandiere blu da parte dei commissari.

Motorland Rossi

Sul terzo gradino del podio è salito Will Power che non ha mai dato la sensazione di potersi inserire realmente nella lotta per la vittoria, dimostrando però una notevole bravura a gestire il passo e a portare a casa dei punti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA