Nando De Colo compie 33 anni e Metropolitan Magazine gli rende omaggio ripercorrendo le sue imprese nella massima competizione europea che lo ha inserito nel quintetto del decennio in questa stagione.

Gli inizi a Valencia e la parentesi NBA

Dopo aver giocato per 3 anni nella squadra che lo ha cresciuto, il Cholet, Nando si trasferisce in Spagna a Valencia. Nella prima stagione vince la Eurocup venendo eletto nel primo quintetto della competizione e guadagnando il diritto di partecipare all’Eurolega, l’anno seguente. La cavalcata del Valencia si ferma però ai quarti di finale dove gli spagnoli incontrano il Real Madrid che si impone per 3-2. Nel corso del torneo De Colo mantiene una media di 10 punti con percentuali non straordinarie, ad eccezione del tiro libero che grazie a un 95,7% sarà capoclassifica di lega al suo primo anno. Si trasferirà poi in NBA dove non troverà particolarmente fortuna né a San Antonio, giocando le Finals, né a Toronto.

La consacrazione con il CSKA

Nando De Colo con la maglia del CSKA (photo credits: euroleagubasketball.net)

Il ritorno in Europa il giocatore è decisamente maturato e il primo anno segna oltre 14 punti di media con percentuali decisamente migliori rispetto a quelle tenute a Valencia guadagnandosi un posto nel secondo quintetto. L’anno successivo è quello della definitiva consacrazione: segna 19,4 punti di media (massimo in carriera), a cui aggiunge 5 assist (massimo in carriera anche qui) e quasi 4 rimbalzi. Conquista L’MVP della Regular Season, il Alphonso Ford Trophy poiché guida la classifica marcatori e l’MVP delle Final 4 riuscendo a vincere la sua prima Eurolega in carriera. Nei due anni successivi raggiungerà nuovamente le Final 4 segnando 19 e 16 punti di media ritagliandosi un posto nel primo quintetto entrambi gli anni. Nella stagione 2018-19 vince nuovamente l’Eurolega e viene inserito nel secondo quintetto.

Il trasferimento a Istanbul

Nando De Colo nella partita vinta 73-64 contro l’Olimpia Milano (photo credits: Photo by Tolga Adanali/Euroleague Basketball via Getty Images)

La scorsa estate decide di trasferirsi alla corte di Obradovic stupendo tutta Europa. Nonostante la stagione difficile del Fenerbache, Nando dimostra di essere il solito killer e alla terza partita con il Baskonia fa registrare il suo career-high di 39 punti. Mantiene una media di quasi 16 punti aggiungendo il solito contributo da veterano. A causa della pandemia però la stagione Eurolega è stata conclusa anzitempo, come il francese sostenesse giusto fare, ma la sua esperienza in Turchia potrebbe concludersi qui. I problemi societari, hanno messo in stallo la situazione di tante stelle tra cui il coach Obradovic che stenta a rinnovare, il capitano della nazionale italiana Gigi Datome, su cui Messina ha messo gli occhi e lo stesso. Negli ultimi giorni sembra che la Virtus Bologna voglia provarci seriamente per regalarsi un giocatore di esperienza internazionale e riformare con Teodosic un Backcourt da sogno che già al CSKA aveva funzionato.

per ulteriori aggiornamenti sul mondo del basket, clicca qui
seguici sulla nostra pagina Facebook
per tutte le news iscriviti a Metropolitan Magazine

© RIPRODUZIONE RISERVATA