Sport

L’NFL ammette: c’era irregolarità nel contatto Whitehead-Mayfield

Non proprio un bel periodo per l’NFL dal punto di vista dell’arbitraggio.

Dopo le varie polemiche di inizio stagione sulla Aaron Rodgers Rule e la notizia di qualche giorno fa del licenziamento di uno dei giudici di gara per “performance non all’altezza“, adesso arriva anche la conferma di un contatto irregolare avvenuto durante il match tra Buccaneers e Browns della scorsa settimana.

Il contatto venne inizialmente giudicato irregolare, e solo dopo essersi consultati attentamente, gli arbitri in campo cambiarono idea.

L’NFL ha comunque annunciato venerdì che il suddetto scontro era assolutamente irregolare, dato che Whitehead colpisce direttamente col proprio casco la parte laterale di quello indossato dal quarterback dei Browns.

L’azione è stata anche revisionata da Al Riveron, il quale ha confermato l’errore degli arbitri in campo.

Ecco il video esplicativo (via NFL Officiating):

Possiamo notare come il difensore abbassi la testa per iniziare il contatto. Inoltre, osserviamo come il quarterback cominci a scivolare e, anche se il movimento inizia in ritardo, non sono ammessi interventi scomposti nella zona del collo e della testa“, spiega Al Riveron nel video.

Lo stesso Hue Jackson, head coach dei Browns, si è dichiarato “deluso” dalla decisione presa dagli arbitri in campo.

Prima di tutto, [Whitehead, ndr] non avrebbe dovuto colpire alla testa il nostro giocatore, che ovviamente una volta alzatosi da terra ha lanciato stizzito la palla all’ufficiale di gara. Stiamo parlando di un quarterback che viene colpito direttamente alla testa. Tutto questo è totalmente sbagliato“.

Leggi anche: L’NFL revisionerà la regola che permette l’hair tackling – Gli anni in cui Donald Trump sognava l’NFL

Antonio Campana 

Back to top button