Obbligo vaccinale, molti gli ultracinquantenni a rischio sanzione

Foto dell'autore

Di Redazione Metropolitan

A partire da oggi, martedì 1° febbraio, molti ultracinquantenni non vaccinati sono a rischio sanzione. Fanno eccezione coloro che hanno ottenuto un’esenzione sulla base di motivazioni cliniche reali certificate da un medico, e coloro che dimostrano di essere guariti da poco dal Covid-19. L’obbligo del vaccino per gli over 50 è già scattato da tempo, ma nonostante ciò molti hanno deciso di ignorarlo, ecco perché è stato preso questo provvedimento.

Come funziona la sanzione

Le multe per gli ultracinquantenni che hanno deciso, nonostante l’obbligo, di non sottoporsi alla vaccinazione per il Covid-19, verranno inviate dall’Agenzia delle Entrate. Entro i prossimi giorni verrà completato l’elenco dei novax, ottenuto incrociando i dati dei residenti e quelli delle anagrafi vaccinali. Dopo la ricezione della multa, sarà possibile presentare le esenzioni che saranno sottoposte alla valutazione dell’ASL.

Il 15 febbraio si verificherà un’ulteriore stretta: gli ultracinquantenni dovranno presentare il super greenpass per lavorare. Coloro che non lo presentano vanno incontro alla sospensione del lavoro e dello stipendio. Chi invece cercherà di aggirare la legge lavorando comunque, nonostante la mancanza della certificazione verde, vedrà lo scattare di un’ulteriore multa compresa tra i 600 e i 1500 euro.

Non sono mancate le polemiche dovute all’elevata differenza tra l’entità monetaria della sanzione che viene data a una persona vaccinata per non aver indossato la mascherina (400 euro), e l’entità della sanzione riservata a coloro che non si sono vaccinati. Una misura che secondo molti dovrebbe essere rivista, perché presenta delle lacune che non passano inosservate a coloro che hanno completato il ciclo vaccinale composto dalle tre vaccinazioni. Ma non sono solo i cittadini a lamentarsi, qualche settimana fa Roberto Burioni, medico virologo, ha definito “una gigantesca buffonata” la multa di 100 euro prevista per gli ultracinquantenni che non si sono vaccinati.

Michela Foglia

Seguici su Facebook