Dopo la vittoria del titolo in Formula 3, il giovane campione australiano Oscar Piastri correrà nella categoria cadetta nella prossima stagione. Diverse le ipotesi su un suo futuro in Prema, di cui si sta occupando direttamente il suo manager: Mark Webber.

Oscar Piastri vince il campionato di Formula 3

Se da una parte le gare della massima categoria si protrarranno fino a dicembre, la Formula 3 si conclude al Mugello con un nuovo campione: Oscar Piastri. Il 19enne australiano che proprio quest’anno è entrato a far parte del programma di Renault Sport Academy vince il campionato con soli tre punti di vantaggio sul francese Théo Pourchaire e con un distacco di quattro punti dal compagno di squadra Logan Sargeant. L’americano, che insieme a Piastri corre in Prema, sembrava essere il favorito a inizio stagione, ma per una serie di errori compiuti durante il campionato è slittato in terza posizione.

Oscar Piastri vince così in F3 al suo debutto, proprio come fece un anno fa Robert Shwartzman. Il russo, attualmente impegnato nella categoria cadetta, tenta di seguire gli stessi passi di Charles Leclerc, ma per alcuni errori e inconvenienti dopo un inizio di stagione strepitoso rischia di non ripetersi in Formula 2: infatti, sono diversi i piloti che si contendono il titolo e un posto in Formula 1, ma le statistiche in questo momento danno come favorito Mick Schumacher, al primo posto con 186 punti contro i 140 del piccolo zar (quinta posizione).

Il rapporto con Mark Webber

Dopo aver vinto in Formula Renault Eurocup nel 2019 ed aver preso parte al programma dell’omonima scuderia, Piastri inizia a collaborare con il suo nuovo manager: Mark Webber. Suo connazionale, Mark ha corso per circa dieci anni in Formula 1 accanto a piloti di spicco come David Coulthard e Sebastian Vettel. Insomma, l’australiano sa il fatto suo, visto che ha esperienza da vendere e sicuramente qualcosa da insegnare a questo giovane emergente.

In un’intervista il 19enne mostra entusiasmo nel parlare di questa nuova collaborazione:

“Mark è stato il mio manager dall’inizio di quest’anno ed è fantastico. È davvero bravo dietro le quinte. E dato che non ho potuto incontrarlo di persona quest’anno, sono rimasto molto sorpreso quando si è presentato alla cerimonia di premiazione”.

Mark Webber vittoria Oscar Piastri al Mugello
Mark Webber e Oscar Piastri festeggiano al Mugello – Photo Credit: Mark Webber Twitter

Parole che fanno intendere che tra i due c’è molta stima e un’ottima organizzazione del lavoro di squadra. Un contributo importante quello dell’ex pilota australiano per la vittoria ottenuta da Piastri in F3, al suo esordio nella categoria.

Futuro con Prema in Formula 2?

Come avviene di prassi, il campione di Formula 3 passerà il prossimo anno alla categoria cadetta del motorsport a ruote scoperte. Il pilota classe 2001 non esclude nulla riguardo al suo futuro, un affare di cui si occuperà lo stesso Webber.

“Parliamo al telefono quasi tutti i giorni (con Webber, n.d.r.). Il suo supporto è inestimabile per me. Il suo compito più importante, però, arriverà probabilmente nelle prossime settimane, ovvero quando si tratterà di decidere come fare l’anno prossimo”.

Oscar Piastri campione F3 con il team Prema
Oscar Piastri campione di F3 (Mugello) – Photo Credit: Oscar Piastri Website

Così dichiara l’australiano, ancora incerto se continuerà o meno a correre con Prema anche nel 2021:

“Ovviamente stanno vivendo un grande anno in Formula 2. Sono in testa al campionato e chiaramente vorrei continuare a guidare per Prema. Al momento non ho idea di dove finirò”.

Le probabilità che uno dei due piloti del team italiano (Schumacher o Shwartzman) passi alla categoria regina sono piuttosto alte: Mick Schumacher, stando a quanto si dice, sembra che approderà in Formula 1 il prossimo anno a prescindere dall’eventuale vittoria del campionato. Davanti a queste statistiche è quindi possibile che Oscar Piastri possa continuare a guidare in Prema nella prossima stagione, ma per esserne certi dovremo aspettare la conclusione del mondiale di Formula 2, che avverrà a inizio dicembre in occasione della seconda tappa in Bahrain.

SEGUICI SU:

© RIPRODUZIONE RISERVATA