Attualità

Parigi, studenti in fila per beni di prima necessità

Adv

Nel corso degli ultimi due anni si è ininterrottamente parlato degli effetti che l’emergenza pandemica da Covid-19 ha avuto sull’economia della maggior parte dei Paesi del mondo. Dall’agricoltura alla produzione industriale, passando per il Terzo Settore, molti sono gli ambiti che hanno risentito (e continuano a risentire) del forte impatto con cui il virus si è manifestato. Un po’ meno attenzione, forse, è stata dedicata ad altri aspetti o tematiche, che indubbiamente la meriterebbero. In primis, le condizioni precarie in cui i cittadini si sono ritrovati a vivere. C’è chi ha perso il lavoro, chi ha avuto la possibilità di reinventarsi e chi non può ancora provvedere all’autosufficienza, per sé e per la propria famiglia. Un po’ quello che sta accadendo a Parigi dove, come testimoniato da un video dell’Ansa, centinaia di studenti si sono rivolti alle associazioni di volontariato che distribuiscono beni di prima necessità.

L’associazione Linkee aiuta gli studenti di Parigi

Sono molti i volontari che al momento si stanno adoperando per combattere la povertà. Tra distribuzioni di cibo, indumenti e prodotti per l’igiene, si cerca in qualche modo di contrastare (per quel che si può) la crisi finanziaria che inaspettatamente ci ha colpito. In tanti se la stanno cavando, ma altrettanti non possono dire lo stesso. Ed è proprio per questo che sono costretti a rivolgersi alle varie associazioni che si occupano dei meno fortunati. Tra queste c’è Linkee, che da diversi giorni è alle prese con la consegna di beni di prima necessità agli studenti e alle studentesse di Parigi.

Stando a quanto mostrato nella clip pubblicata dall’Ansa, sono lunghe le code formate da coloro che chiedono un semplice pasto caldo, un po’ di frutta o un detergente per lavarsi. I giovani, infatti, si presentano a flotte agli sportelli predisposti e i membri dell’associazione provvedono a riempire i loro sacchetti con verdura, saponi e cibo. Insomma, uno di quei lati della pandemia su cui si dovrebbero puntare maggiormente i riflettori. Si tratta di una situazione drammatica che va avanti già da parecchio tempo. E i Governi delle varie nazioni dovranno trovare al più presto una soluzione.

Scritto da Diego Lanuto.

Per rimanere aggiornato sulle ultime news, seguici su: Facebook, Instagram, Twitter.

Related Articles

Back to top button