Nell’ultimo turno di Serie B, il Perugia è uscito dallo Stadio Adriatico di Pescara con un punto importantissimo per questo finale di stagione. Basterà però ad assicurarsi una salvezza tranquilla?

La situazione del Grifo

Il Perugia da quando si è ricominciato a correre sui campi di Serie B ha totalizzato 5 punti in 5 giornate, con una media di un punto a partita. Se si considerasse solo il campionato post quarantena, il Grifo sarebbe quart’ultimo, quindi in piena zona Playout. Hanno fatto peggio solamente Juve Stabia e il già retrocesso Livorno.

Di certo non c’è stato quel cambio di rotta che ci si aspettava, magari inanellando qualche vittoria consecutiva. Però, rispetto a qualche mese fa, la squadra è apparsa molto più combattiva. A Pescara era fondamentale uscire con un risultato positivo. Entrambe le squadre, rispettivamente in 12esima e 14esima posizione, si giocavano punti pesanti. La vittoria, potenzialmente, poteva addirittura riaprire per entrambe il campionato in ottica Playoff.

“Pronti via” e Galano e Maniero portano il Delfino in vantaggio per 2-0. Inizio chock per il Grifo, che però non perde la concentrazione e grazie ai gol di Mazzocchi e del capocannoniere, Iemmello, il Perugia riacciuffa un insperato pareggio.

Perugia Calcio (Getty Images)
(Getty Images)

Il calendario delle prossime 5 giornate

A partire già dalla prossima giornata, il Perugia è costretto alla vittoria contro i Lupi di Cosenza. Uno scontro importantissimo che deve essere affrontato con la giusta mentalità, e in questo senso un allenatore d’esperienza come Serse Cosmi fa sempre bene averlo dalla propria parte. I 3 punti servono tantissimo al Grifo per tenere distanti le inseguitrici che invece hanno aumentato i giri del motore e non demordono.

Inoltre, una vittoria, fin quando la matematica lo consente, potrebbe dare ancora modo alla squadra umbra di credere in qualcosa di più di una salvezza tranquilla. Infatti sono solo 6 i punti che allontanano la squadra umbra dal treno Playoff.

Il calendario sorride al Perugia, mettendo in sequenza, dopo la partita di lunedì con il Cosenza, squadre abbordabili come Cremonese, Virtus Entella, Trapani e Venezia. Partite sulla carta molto equilibrate, dove il Grifo, anche in considerazione della caratura comunque importante della rosa, non può e non deve sbagliare per evitare di essere risucchiata nelle zone basse della classifica.

Iemmello, l’arma in più del Perugia

587 sono i minuti nei quali il capocannoniere del campionato di Serie B ha tenuto bagnate le polveri. Contro il Pescara, la squadra è stata sul punto di crollare più volte nel primo tempo fino a quando non ci ha pensato lui: Re Pietro Iemmello. Ha suonato la carica nel momento del bisogno e con i suoi 18 gol all’attivo è certamente l’arma in più del Grifo.

Per queste ultime partite sarà fondamentale il suo apporto alla causa perché niente è ancora stabilito. Né se si guarda il bicchiere mezzo pieno, né se lo si guarda mezzo vuoto. Con una salvezza tranquilla ancora da conquistare, che probabilmente quest’anno si stabilizzerà a quota 47 punti, il Perugia è in dovere di fare comunque meglio rispetto a quanto accaduto fin’ora.

Per ulteriori aggiornamenti, seguiteci anche su Facebook!

© RIPRODUZIONE RISERVATA