Calcio

Piacenza, la società ha le idee chiare sul futuro della Serie C

Il ciclone COVID-19 ha messo al tappeto tutti i campionati del nostro calcio, ma ad essere maggiormente colpiti sono stati quelli inferiori, Serie C su tutti. Questo lungo stop ha un sapore diverso per la terza divisione italiana: se la Serie A deve cercare in tutti i modi di ripartire per far fronte a interessi economici enormi, lo stesso non vale per la Serie C. Quest’ultima infatti rischia davvero di non ripartire più e necessità rigide riforme e pianificazione al dettaglio per permettere a tutte le società di uscirne nel migliore dei modi.
Il discorso vale anche per il Piacenza Calcio del presidente Gatti.

I bianco-rossi avevano disputato fino qui un campionato ottimo: la classifica dice 41 punti e piena zona playoff. Playoff che, molto probabilmente, però, non verranno giocati. Senza playoff l’idea è quella di dare la promozione a squadre come Monza, Vicenza e Reggina, chiudendo di fatto il campionato in questo modo e con questa classifica. La maggior parte dei club è di questa idea. Se si dovesse ripartire, infatti, ci sarebbero problemi quasi insormontabili per un campionato come quello di C, vedi i contratti in scadenza al 30 Giugno e tutte le questioni relative alle misure di sicurezza di giocatori e staff.

Le preoccupazioni sono tante e, più o meno, di tutti i club. Quello che circola dalle voci è che il rischio di non ripartire sia qualcosa di molto concreto. Proprio di questo si è discusso qualche giorno fa durante il Consiglio Direttivo di Lega Pro. Consiglio al quale hanno preso parte i sei consiglieri eletti dalle società, i due consiglieri federali e anche il dg del Piacenza, Marco Scianò, in qualità di presidente della CalcioServizi di Lega Pro. Scianò che ha portato avanti la linea societaria, ovvero quello della fine del campionato di Serie C 2019/20.

EDOARDO DI NUZZO

LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI DELL’AUTORE

Pagina Facebook dell’autore

Account Twitter dell’autore

Seguici su:

Pagina Facebook Metropolitan Magazine Italia

Back to top button