Calcio

Pique, dalla Spagna sono sicuri: Inter sul difensore

La situazione a Barcellona non è delle migliori e gli esuberi e le fughe sono ogni giorno differenti. Dopo la telenovela Messi, i quasi certi addii di Suarez (in direzione Juventus) e Vidal (in direzione Inter), l’ultima indiscrezione è quella che riguarda Gerard Pique. Il difensore spagnolo, colonna blaugrana da più di dieci anni, sembra sia abbastanza incerto riguardo la sua permanenza, viste tutte le ultime vicende. La grande indiscrezione, riportata dalla testata spagnola Don Balon, vede il numero 3 catalano in orbita nerazzurra.

pique
Gerard Pique, 33 anni (Credits: Michael Regan Uefa)

Pique lontano da Barcellona: scenario possibile?

Vedere Gerard Pique giocare lontano dal Camp Nou risulta davvero difficile, considerando la storia che lega il difensore e Barcellona. Le ultime vicende e gli ultimi screzi tra i senatori dello spogliatoio e la discussa presidenza di Bartomeu potrebbero cambiare le carte in tavola. Nonostante infatti Koeman sia deciso a puntare su di lui, Pique è scontento dell’ambiente che aleggia attorno alla squadra e degli ultimi risultati. Queste le sue parole dopo il clamoroso 2-8 subito a Lisbona:

“Il club ha bisogno di cambiare. Non parlo di allenatore e giocatori. Non parlo di nessuno in particolare, ma il club ha bisogno di cambiare a livello strutturale. Questa è una cosa veramente impressionante. Nessuno è imprescindibile. Abbiamo bisogno di forze fresche. Se serve, sarò il primo ad andarmene. Credo che abbiamo toccato il fondo, niente di più. Dobbiamo riflettere, riguardare quello che è successo all’interno e capire quello che è meglio per il Barcellona, che è la cosa più importante.”

La testata spagnola Don Balon riporta l’indiscrezione di un possibile interessamento dell’Inter nei confronti del difensore catalano. Il club nerazzurro avrebbe infatti proposto un contratto triennale con un maxi ingaggio da 13 milioni di euro a stagione. Questa notizia potrebbe avere una logica nell’ottica di un addio di uno tra Skriniar e Godin, ma resta un grande dubbio. Potrebbe un calciatore così legato a Barcellona e alla Catalogna cambiare maglia nel momento più difficile? Realisticamente no. Forse.

Seguici su Metropolitan Magazine

Back to top button