Cultura

Primavera Dior a Lecce

Primavera Dior a Lecce, nuova città della moda

Primavera di alta moda a Lecce. La maison Dior sceglie il Sud per promuovere la sua prossima collezione. Complici le scenografie barocche, la luce del Sud ma soprattutto la direttrice creativa.

E’ il sindaco di Lecce, Carlo Salvemini, che riporta sui social la notizia: «Ho il piacere di annunciare che “Christian Dior” – prestigiosa e celebre società dell’alta moda – ha scelto Lecce e la Puglia per la presentazione della nuova collezione. Una scelta fortemente voluta da Maria Grazia Chiuri – direttrice creativa della maison – e Pietro Beccari – presidente e ceo di Dior – che ringrazio per questa straordinaria opportunità data alla nostra città e alla regione tutta».

L’opportunità di salire agli onori della cronaca mondiale è effettivamente di grande portata per la città di Lecce. Le città scelte per le sfilate di Dior negli ultimi anni sono state Los Angeles, Chantilly e Marrakech.

La direttrice creativa

La direttrice creativa di Dior, la Maison francese dell’alta moda, Maria Grazia Chiuri ha origini nel Salento, quindi probabilmente è fortemente ispirata dalla sua terra. La Chiuri porta quindi molte novità per la casa Dior, anche perchè è una donna alla guida della Maison. Per anni alla guida di Dior ci sono stati uomini illustrissimi come direttori creativi.

Maria Grazia Chiuri - Direttrice creativa Dior sceglie Lecce - foto da artwave - fonte financialtimes.com
Dior – Maria Grazia Chiuri – Direttrice creativa sceglie Lecce

Nella sua prima sfilata nel 2016 aveva già lanciato un messaggio riguardo la questione della presenza della donna nella moda: una maglietta con sopra la scritta “We Should All Be Feminist”. I giornali dicono di lei “Un’italiana sul trono di Francia”, data l’importanza assoluta della casa Dior nel mondo della alta moda francese. C’è suspance circa la conferma della piazza del Duomo di Lecce come location per questa Primavera di Dior al Sud. Insomma Lecce, già considerata la Firenze del Sud per la finezza delle sue bellezze architettoniche, ora è pronta a contendere a Firenze anche l’appellativo di città della moda.

di M.Cristina Cadolini

Back to top button