12.7 C
Roma
Aprile 21, 2021, mercoledì

RetroNerd #34: Grim Fandango

- Advertisement -

RetroNerd torna, questa volta con un giorno di ritardo, per portarvi indietro nel tempo.
Oggi parliamo di una delle avventure grafiche più belle mai ideate: Grim Fandango.

Un po’ di storia…

Grim Fandango è un titolo LucasArts pubblicato per PC nel 1998.
A capo del progetto ci fu uno dei membri di LucasArts più importanti: Tim Schafer (già co-designer di Day of the Tentacle e in seguito fondatore di Double Fine e creatore di Psychonauts).
Questo titolo è il primo della software house ad utilizzare la grafica 3D.
Nel 2015 è stato realizzato un remake del titolo proprio da Double Fine, pubblicato per PS4, PSVita e Nintendo Switch (oltre che per PC).

Grim Fandango Photo credit: web
Grim Fandango Remastered – Photo credit: web

Trama

Grim Fandango si basa sulla concezione azteca dell’aldilà, per cui ogni morto deve affrontare un lungo viaggio prima di arrivare al Nono Aldilà, destinazione in cui l’anima del morto potrà essere in pace.
Il titolo segue la storia di Manny Calavera, un mietitore che, prima di poter cominciare il suo percorso verso la destinazione ultima dei defunti, deve saldare i debiti della vita reale vendendo un determinato numero di pacchetti di viaggio verso il Nono Aldilà ai morti.
I pacchetti disponibili per ogni morto cambiano a seconda della condotta di vita di quest’ultimo. Solo i più meritevoli potranno ottenere un biglietto per il Numero 9, un treno che li porterà in modo velocissimo e comodissimo al Nono Aldilà.
Manny si accorgerà però della sparizione di molti di questi biglietti, che non vengono consegnati alle anime meritevoli, tra cui quello della bella Meche.
Il suo obiettivo è dunque quello di ritrovare Meche e svelare il mistero attorno alla sparizione di questi biglietti.

Grim Fandango Photo credit: web
Manny Calavera in Grim Fandango Remastered- Photo credit: web

Gameplay

Grim Fandango è la prima avventura grafica di LucasArts ad abbandonare il gameplay punta e clicca. Il giocatore potrà infatti muoversi all’interno del mondo di gioco attraverso la tastiera o un controller, questo proprio grazie alla nuova grafica 3D.
Come ogni avventura grafica, il titolo è composto da tantissimi enigmi da risolvere, spesso caratterizzati da soluzioni stravaganti e divertenti (tipiche dei titoli LucasArts).

Grim Fandango Photo credit: web
Grim Fandango Remastered- Photo credit: web

Le tematiche

Grim Fandango è sicuramente uno dei titoli della software house di George Lucas che affronta i temi più crudi e maturi, ma sempre con la leggerezza che contraddistingue le loro avventure grafiche.
Oltre al già maturo tema della morte, una delle tematiche più importanti che si trovano all’interno di questo titolo è quello della mafia.
Sempre in modo divertente, ma comunque raccontando le associazioni mafiose con tutti i loro dettagli agghiaccianti, Grim Fandango riesce a ironizzare su un tema importante senza sminuirlo e colpendo la sensibilità del giocatore.

Grim Fandango Photo credit: web
Manny Calavera in Grim Fandango Remastered – Photo credit: web

RetroNerd torna la prossima settimana, stay tuned!

Federica Giorgi

Seguici su
InfoNerd
Instagram
Facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

- Advertisement -
Federica Giorgihttp://www.metropolitanmagazine.it
Nata a Roma nel 1999. Studia Comunicazione, tecnologie e culture digitali alla Sapienza. Appassionata di cinema, serie tv, videogiochi, fumetti e tutto ciò che concerne l'universo Nerd.
- Advertisement -

Continua a leggere

- Advertisement -

Ultime News

- Advertisement -