Cinema

Robert Sacchi: il “sosia” di Humphrey Bogart, è morto ad 89 anni

Robert Sacchi, divenuto celebre per assomigliare in maniera impressionante ad Humphrey Bogart, è morto lo scorso 23 Giugno. Aveva 89 anni. Secondo un portavoce della famiglia, è morto a Los Angeles dopo una breve malattia.

Robert Sacchi, attore, nato a Roma e cresciuto a Brooklyn, ha interpretato i sosia di Bogart o Bogart stesso in diversi film, programmi TV e pubblicità. Tra le più ricordate ci sono la serie Fantasy Island e I racconti della cripta e Cybill. Ha anche interpretato Bogart nel video musicale del 1990 di Phil Collins, I Wish It Would Rain Down.

Sacchi era nato a Roma nel 1941 ma si era trasferito fin da piccolo, insieme alla sua famiglia, in America. Qui ha fatto la sua fortuna. L’attore infatti, somigliava talmente tanto ad Humphrey Bogart che inizia a recitare nella commedia della 20th Century Fox del 1980 “Il detective con la faccia di Bogart“. Da qui il suo successo. Ne Il detective con la faccia di Bogart (The Man With Bogart’s Face), diretto da Robert Day e basato sul libro di Andrew J. Fenady, Robert Sacchi interpretava Sam Marlowe, un investigatore privato nella moderna Hollywood che, grazie alla chirurgia plastica, assomiglia a Bogart e risolve vari casi.

Sacchi ha anche recitato in uno spettacolo personale, Bogey’s Back, e nelle produzioni itineranti di Play It Again, Sam. Ha anche ottenuto un singolo di successo, finito nella top ten in Germania, con Jungle Queen del 1982, un rap eseguito in “Bogart-ese”.

L’attore era sposato con l’artista peruviana Angela De Hererera, da cui ha avuto due figli. Lascia anche i primi suoi sei figli, avuti da un precedente matrimonio.

Ilaria Festa

Seguici su:
Instagram
Facebook
Metropolitan

Back to top button