Roma, distrutta la postazione di cinema all’aperto presso San Cosimato

A Roma, nel quartiere Trastevere, la manifestazione Cinema in piazza ha subito un grave danno da parte dell’Azienda Municipale Ambientale.

Presso la Chiesa di San Cosimato a Roma “Il Cinema in piazza” aveva predisposto diverse piazzole per garantire la distanza sociale durante l’evento. Il loro danneggiamento è imputato all’AMA, per la quale non mancheranno ripercussioni

Scoppia una nuova polemica a Roma tra l’associazione Piccola America, organizzatrice dell’evento “Cinema in piazza”, e l’Azienda Municipale Ambientale. Nei giorni scorsi la prima aveva inaugurato in pompa magna la manifestazione, alla quale aveva partecipato anche il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte. E ,visti i regolamenti vigenti in merito alla distanza sociale, aveva predisposto numerose piazzole che avrebbero permesso al pubblico di rispettare questi ultimi. Le piazzole erano state realizzate dalla scuola Officina 5b di Lorenzo Terranera, ed erano state posizionate a Casale della Cervelletta, Porto Turistico di Roma e San Cosimato. La scelta delle piazzole si basava sul regolamento di Roma, che proibisce la pulizia di queste aree con mezzi meccanici in favore di quella manuale.

E proprio ieri sera il casus belli: l’associazione ha trovato molte piazzole danneggiate, e non ha esitato ad accusare l’ANA. Queste le parole del presidente Valerio Carocci:

“Un atto gravissimo da parte di un’azienda pubblica, che dovrebbe occuparsi di rendere migliori e più pulite piazze, parchi e strade di Roma e che invece, contro ogni forma di rispetto nei confronti della città, dei suoi cittadini, ma anche di noi operatori culturali, pur di effettuare un lavoro nel minor tempo possibile e con meno fatica si fa beffa di ogni regola in vigore.”

Il cinema estivo

“Cinema in piazza” è uno degli eventi di maggiore successo dell’estate di Roma, e per averne un’idea basta guardare i numeri. L’edizione di quest’anno prevede lo sfruttamento di 8200 metri quadri, 104 serate ad ingresso gratuito e 3000 posti a sedere in 3 piazze. A gestire il tutto è l’associazione Piccola America, che coinvolgerà 80 persone tra addetti, consulenti e servizio, oltre a 20 volontari. Presso le tre sedi coinvolte verranno proiettati numerosissimi film italiani e stranieri, e non mancheranno super ospiti provenienti da Germania, Francia, Polonia e Stati Uniti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA