14.8 C
Roma
Aprile 14, 2021, mercoledì

Romics di aprile 2019: cosa troveremo

- Advertisement -

InfoNerd è stato alla conferenza stampa del Romics di aprile 2019, e abbiamo scoperto ospiti ed eventi che ci aspetteranno sballottandoci tra fantascienza distopica, fantasy e fumetto “vecchio stile”. Continuate nella lettura e li scoprirete anche voi!

(Il Romics di aprile 2019 è all'insegna della fantascienza e del fantasy. Credits: The Shelter)
(Il Romics di aprile 2019 è all’insegna della fantascienza e del fantasy. Credits: The Shelter)

Il Romics di Aprile 2019 sembra proprio essere votato al fantasy e alla fantascienza distopica, anche se ci sarà modo di avvicinarsi al fumetto “vecchio stile” in grande stile.

Tutto parte dall’anno 2019, anno di ambientazione sia di Blade Runner di Ridley Scott che di Akira di Katsuhiro Otomo; e da là – come vedrete – il Romics di aprile 2019 si dipana.

Alla conferenza stampa poi ci sono stati personaggi illustri che ci fanno ben sperare in un futuro roseo per il fumetto made in Italy.

Romis di aprile 2019: i Romics d’Oro

In ogni edizione grandi maestri del fumetto, dell’illustrazione e del cinema internazionale vengono insigniti con il Romics d’Oro, il prestigioso premio alla carriera; e quest’anno i premiati saranno cinque.

(Sword Art Online al Romics di aprile 2019. Credits: Bandai Namco)
(Sword Art Online al Romics di aprile 2019. Credits: Bandai Namco)

Sul fronte giapponese abbiamo Reki Kawahara, scrittore e sceneggiatore di Sword Art Online, la cui presenza è stata organizzata in collaborazione con la casa editrice J-Pop Manga, insieme all’illustratore della saga, Abec, le cui opere saranno esposte durante la fiera in una mostra.

(Il disegnatore di "Invincible" al Romics di aprile 2019. Credits: Comic Vine)
(Il disegnatore di “Invincible” al Romics di aprile 2019. Credits: Comic Vine)

Sul fronte statunitense invece si avrà la presenza di Ryan Ottley, importante fumettista legato al fumetto supereroistico made in USA, ultimamente coinvolto in The Amazing Spiderman e in Invincible con Robert Kirkman, autore della saga cult The Walking Dead.

Per quel che riguarda l’Italia invece sarà premiato Alessandro Bilotta, sceneggiatore attivo nell’ambito bonelliano e non solo, noto per aver creato la saga Il Pianeta dei Morti per Dylan Dog e per la sua ultima opera pubblicata, Mercurio Loi.

(L'autore di Mercurio Loi al Romics di aprile 2019. Credits: Sergio Bonelli Editore)
(L’autore di Mercurio Loi al Romics di aprile 2019. Credits: Sergio Bonelli Editore)

Alessandro, che ha partecipato alla conferenza stampa come relatore, riceve questo premio in un periodo molto importante per la sua carriera: Mercurio Loi, la sua più recente creatura, conclude la sua serializzazione proprio nello stesso periodo del Romics di aprile 2019. Durante la conferenza l’autore si è espresso così riguardo alla sua premiazione:

“Il Romics d’Oro rappresenta la chiusura di un cerchio per la visione personale del mio percorso. Io sono sempre stato ossessionato dal raccontare Roma: ogni mio fumetto, dal primo che ho scritto quando avevo 18 anni, partiva dal racconto della città. In questi ultimi tre la saga di Mercurio Loi mi ha dato tante soddisfazioni, e il fatto che si concluda con la premiazione di un premio che io considero intitolato a Roma, per me è significativo”.

Alessandro Bilotta durante la conferenza stampa per Romics di aprile 2019, XXV edizione.
(L'autore di Dylan Dog - Il Pianeta dei Morti al Romics di aprile 2019)
(L’autore di Dylan Dog – Il Pianeta dei Morti al Romics di aprile 2019)

L’autore durante il Romics di aprile 2019 dirigerà anche un workshop dedicato alla scrittura per gli autori esordienti insieme ad altri appuntamenti.

Gli altri due Romics d’Oro invece appartengono entrambi al mondo del cinema, anche se in due modi completamente diversi: George Hull e Willem Dafoe.

(Una mostra delle opere di George Hull al Romics di aprile 2019)
(Una mostra delle opere di George Hull al Romics di aprile 2019)

Il primo è un conceptual artist e film designer devoto al genere fantascientifico, tanto che è possibile ammirare il suo nome tra i credits di importanti produzioni cinematografiche: Matrix e Matrix: Reloaded, Jurassic Park, Star Wars, Cloud Atlas, Blade Runner 2049, Godzilla: King of the Monsters, e il remake di Dune di Devis Villeneuve.

(George Hull al Romics di aprile 2019)
(George Hull al Romics di aprile 2019)

Durante la fiera le sue opere saranno al centro anche di una mostra, molte delle quali per la prima volta in Europa.

(Willem Dafoe. Credits: Sky TG24)
(Willem Dafoe. Credits: Sky TG24)

L’ultimo nome invece non ha sicuramente bisogno di presentazioni, grazie alla sua carriera a tutto tondo nel mondo del cinema. Willem Dafoe sarà premiato con il Romics d’Oro per il lavoro che in modo trasversale ha toccato il mondo fumetto e dell’animazione, dal doppiaggio per la saga di Nemo alla partecipazione al film Death Note.

(Willem Dafoe al Romics di aprile 2019)
(Willem Dafoe al Romics di aprile 2019)

Proprio per il suo lavoro sulla voce l’attore sarà coinvolto all’interno del programma del Romics di aprile 2019.

Romics di aprile 2019: na na na na Batman!

Ammirando la copertina del Romics di aprile 2019 pervasa da Batman, una persona potrebbe farsi venire il sospetto che qualcosa il pipistrello c’entri con questa edizione… ed è proprio così!

(Romics di aprile 2019, la locandina)
(Romics di aprile 2019, la locandina)

Quest’anno in tutto il mondo si celebrano gli 80 anni di Batman, e il Romics di aprile 2019 ospita il primo evento italiano che celebra questa ricorrenza. In occasione di questa celebrazione il Romics di aprile 2019 ospita una mostra dedicata al supereroe che nasce nel 2017 al Tiferno Comics.

(Gli 80 anni di Batman in mostra al Romics di aprile 2019)
(Gli 80 anni di Batman in mostra al Romics di aprile 2019, con un pezzo di Gabriele dell’Otto e di Milo Manara che si possono vedere dall’immagine sopra)

All’interno della mostra gli autori hanno prestato molta attenzione al rapporto tra Batman e l’Italia. Dice Riccardo Corbò, uno dei curatori della mostra:

(80 anni di Batman. Credits: UniversoCinema)
(80 anni di Batman. Credits: UniversoCinema)

Gli 80 anni di Batman hanno raccolto l’attenzione di tutto il mondo, e tutto il mondo si occupa degli 80 anni di Batman. Batman debutta nel 30 marzo del 1939 su Detective Comics, e ad aprile noi stiamo qui a festeggiarlo. La mostra sarà divisa in decenni e ci sarà una sezione chiamata “Batman goes to Italy” dove, attraverso i fumetti originali americani, c’è un riflesso dell’Italia.

Riccardo Corbò, giornalista e curatore della mostra.

Romics di aprile 2019: Romics Camp, la novità di quest’anno

Il Romics Camp rappresenta il primo passo di avvicinamento tra il Romics e l’Università la Sapienza. Dice Andrea Riccio, portavoce del progetto:

Il Romics Camp vuole essere un tentativo di ibridazione virtuosa con altri linguaggi e con altri attori del territorio. In un momento di grossa crisi delle istituzioni aprirsi alla società, immaginando una nuova forma di ingaggio, è necessario per recuperare il ruolo di attore del proprio territorio.

Andrea Riccio, Università di Roma “la Sapienza”
(Romics Camp: la novità di quest'anno al Romics di aprile 2019)
(Romics Camp: la novità di quest’anno al Romics di aprile 2019)

Romics Camp è una call per idee, proposte da singoli o gruppi di innovatori e creativi, su temi cari al Romics e all’Università la Sapienza: culture convergenti, transmedialità e crossmedialità. Tutto questo per far sì che le idee possano essere veicolo di innovazione dal punto di vista sociale e ambientale, creando un impatto reale.

Le dieci migliori idee saranno invitate a presentare un breve discorso al Romics il 6 aprile alle 18,00. La call scade questa domenica, per chi fosse interessato a partecipare ecco qui il link.

Romics di aprile 2019: gli ospiti sul tema della fantascienza e del fantasy

Giorgio Cavazzano, uno tra i fumettisti Disney più famosi al mondo, sarà protagonista di una mostra di originali e di un incontro. Entrambi gli incontri sono dedicati alle sue incursioni nel mondo del fantasy e della fantascienza.

(Giorgio Cavazzano al Romics di aprile 2019)
(Giorgio Cavazzano al Romics di aprile 2019)

Al Romics di aprile 2019 ci sarà anche un omaggio a Cesare Zavattini, autore del primo fumetto di fantascienza italiano: Saturno contro la Terra del 1936. Questo fumetto è stato riportato in vita in formato video ad opera dello Studio Netton.

(Saturno contro la Terra di Cesare Zavattini al Romics di aprile 2019. Credits: Fumettologica)
(Saturno contro la Terra di Cesare Zavattini al Romics di aprile 2019. Credits: Fumettologica)

Ci sarà anche un panel dedicato alla fantascienza, tra Blade Runner, L’uomo nell’Alto Castello e V for Vendetta, in cui parleranno esperti e fumettisti. Tra questi ci sarà Carlo Pagetti, esperto di Philip K. Dick, Oriana Palusci, Elena Casagrande ed Elisabetta Di Minico.

Nel panel “Draghi, astronavi e cyborg: il fantasy e la fantascienza si incontrano”, Paolo Barbieri e Victor Togliani si confronteranno sui linguaggi di entrambi i generi.

(Phili Dick e la fantascienza distopica al Romics di aprile 2019)
(Phili Dick e la fantascienza distopica al Romics di aprile 2019)

Licia Troisi inconterà i lettori in dialogo con Orietta Cicchinelli di Metro nel panel “Fantasy, scienza e fantascienza: il mondo della scrittrice cult Licia Troisi”.

In “Narrare l’oscurità”, Mario Bellina dialoga con Violetta Bellocchio, autrice di La festa nera e Paolo Di Orazio della rivista Splatter.

(Violetta Bellocchio, autrice di La festa nera, al Romics aprile 2019)
(Violetta Bellocchio, autrice di La festa nera, al Romics aprile 2019)

Mirko Zilahy presenta in anteprima assoluta al Romics La forma del Buio della Round Robin Editrice, graphic thriller disegnato da Domenico Esposito.

Il Romics di aprile 2019 si apre anche al fumetto femminista con Post Pink – antologia di fumetto femminista della Feltrinelli Comics. Infatti saranno presenti i curatori, Tito Faraci ed Elisabetta Sedda, e le autrici La Tram, Fumettibrutti e Silvia Rocchi.

(Post-pink al Romics di aprile 2019)
(Post-pink al Romics di aprile 2019)

Sempre in fiera poi, su questo tema, ci sarà un incontro con Valeria Arnaldi, Francesca Carità e Marco Rocchi: “Principesse e guerriere: dalle eroine disneyane ai racconti di formazione antichi e moderni”.

E, dulcis in fundo, Cristina d’Avena torna in fiera per celebrare la sua nuova tappa artistica per l’album Duets Forever – Tutti Cantano Cristina.

Romics di aprile 2019: fumetti e narrativa

Paperi e topi in mille avventure. Giorgio Cavazzano, Luciano Gatto, Carlo Panaro e Marco Gervasio, dialogano tra loro su stile e storie.

Eleonora Caruso presenta al Romics, in dialogo con Antonio Ranalli di Rai Gulp, il nuovo romanzo Tutto chiuso tranne il cielo (Mondadori), una storia sugli adolescenti e la loro difficoltà di comunicare.

(Spoon - 27 giorni da bombo è al Romics di aprile 2019)
(Spoon – 27 giorni da bombo è al Romics di aprile 2019)

Dall’altra parte Stefano Bessoni, regista, illustratore e animatore stop-motion presenta l’ultimo volume della serie Le scienze inesatte intitolato, Theo (Logos Edizioni) e Spoon – 27 giorni d bombo (Bakebono Lab), il primo libro illustrato di una serie dedicata agli insetti ai tempi delle avanguardie storiche del ‘900, scritto da Varla del Rio e illustrato dall’autore.

In un altro panel Barbara Baldi si racconta in un dialogo con Bruno Luverà: dopo l’esordio con Lucenera (Oblomov Edizioni), Baldi ha pubblicato Ada, un racconto di vendetta e redenzione, con lo stesso editore. Sempre al Romics poi David J. Moreno, intervistato da Antonio Ranalli, incontra i lettori per presentare L’albero unico (Giunti), primo volume della saga fantasy delle Cronache magiche.

(Midori Yamane al Romics di aprile 2019)
(Midori Yamane al Romics di aprile 2019)

“Nippon folklore! Il Giappone sognato dai fumettisti” è un altro incontro in cui si confrontano due autrici. Elisa Menini, autrice Oblomov Edizioni, e la manga editor e fumettista Midori Yamane, dialogano tra manga, grafia d’arte e racconti del folklore.

Durante il Romics poi la Shockdom, da parte sua, presenta quattro anteprime: Un mondo di Cubi – Il risveglio di Herobrine, primo volume di MatteoFire97 disegnato da Giulia Monti; la riedizione di Cotton Tales vol.1 di Loputyn (in previsione dell’uscita del secondo volume in autunno); Cora vol. 1, il nuovo volume scritto da Alessandra Patanè e disegnato da Fidalma Conte; e Helen Bristol con i disegni di Elisa Romboli e sceneggiatura di Marco Scali.

(Cotton Tales Vol. 1 al Romics di aprile 2019)
(Cotton Tales Vol. 1 al Romics di aprile 2019)

In fiera poi ad aprile si celebrerà il percorso di Roberto Battestini nato a partire dal volume A Caro Sangue (001 edizioni); mentre si presenterà Lovecraft e il Giappone di Gianluca Di Fratta ed Elementare, Matsuda! di Gianluca Lamendola (Società Editrice La Torre).

Una piccola parte dell’evento fieristico omaggerà la carriera di Alberto Simioni, autore di Gigitex cavalca ancora.

(Gigitex al Romics di aprile 2019)
(Gigitex al Romics di aprile 2019)

Mirco Delle Cese presenterà il suo libro Anni Ottanta a Fumetti con Fabio Ferrari, attore delle serie più in voga degli anni ’80, il disegnatore Mario Torrisi e Francesco Artibani (autore disneyano che ne ha curato l’introduzione).

I Maestri del fumetto Luciano Gatto e Carlo Panaro presentano Il mondo di Geo: dal progetto del fumetto a quello del cartoon, progetto della serie animata dedicata a Geo, in collaborazione con Fenix Studios.

In questa edizione che tanto si dedica al pubblico dei più giovani sarà presente un panel in cui la scrittrice Luisa Mattia, l’autore e conduttore Armando Traverso e lo sceneggiatore Angelo Pastore, invece, si confronteranno su storie, linguaggi e formati dell’intrattenimento per ragazzi.

(Demopatia al Romics di aprile 2019)
(Demopatia al Romics di aprile 2019)

La superstar del fumetto del quartiere romano di Rebibbia, Zerocalcare, poi si presta per la promozione di Demopatia: viaggio nelle viscere della democrazia, nuova app realizzata da ActionAid. Intervengono nel panel Manolo Luppichini e Ivan Giordano.

Last but not least si palesa Lilly Meraviglia. L’autrice sarà presente per una performance live e sketch dal vivo ispirate al suo libro Un libro meraviglioso. Sirene, teste fluttuanti e altre cose molto strane disegnate da me (Rizzoli).

Romics di aprile 2019: il Movie Village

(Installazioni inerenti Il Trono di Spade 8 al Romics di aprile 2019. Credits: StudentVille)
(Installazioni inerenti Il Trono di Spade 8 al Romics di aprile 2019. Credits: StudentVille)

Anche quest’anno il Romics ricollabora con le grandi case di produzione cinematografica.

In occasione della prossima uscita del Trono di Spade 8, la fiera fumettistica ha organizzato con la Warner Bros. Entertainment Italia un panel dedicato ai doppiatori. Sempre grazie alla collaborazione con quest’ultimi poi ci saranno delle installazioni dedicate a Shazam! e Pokemon. Detective Pikachu e una riproduzione fedele del salotto di The Big Bang Theory.

(Installazioni inerenti Shazam! al Romics di aprile 2019)

La 20th Century Fox Home Entertainment, visto il successo mondiale, si impegna nella collaborazione per portare le voci italiane dei Queen in Bohemian Rapsody.

In occasione poi dell’anteprima mondiale di Hellboy, il diavolo rosso che ama i gattini sarà il tema di un panel realizzato in collaborazione con M2 Pictures, Magic Press e l’Hellboy Project dell’Istituto Europeo di Design di Roma.

(Hellboy al Romics di aprile 2019)
(Hellboy al Romics di aprile 2019)

L’Universal Pictures Home Entertainment Italia invece ci mostrerà il dietro le quinte di Spider-man: Un nuovo universo, Bumblebee e Macchine Mortali con incontri dedicati.

Per celebrare invece un momento di commedia italiana dai tratti socialmente utili, ci sarà un incontro con il regista e il cast di Bangla.

(Anteprima di 5 cm al secondo al Romics di aprile 2019)
(Anteprima di 5 cm al secondo al Romics di aprile 2019)

Tra le anteprime invece avremo i primi due episodi di Miracle Workers (Infinity), serie con Steve Buscemi e Daniel Radcliffe, e 5 cm al secondo del Maestro Makoto Shinkai, in collaborazione con Dynit e Nexo Digital.

Romics di aprile 2019 tra giochi da tavola e videogiochi

Al Romics quest’anno saranno presenti come sempre tornei di Magic The Gathering, Yu-Gi-Oh!, CfVanguard, Pokémon, e del nuovo e scintillante Dragon Ball Super Card Game.

Dal Tenda sarà possibile anche dialogare con Angelo Porazzi, autore e illustratore pluripremiato di giochi da tavola.

(Installazioni inerenti Detective Pikachu al Romics di aprile 2019)
(Installazioni inerenti Detective Pikachu al Romics di aprile 2019)

Per i videogiocatori più incalliti saranno disponibili postazioni pc e ps4 dedicate ai titoli del momento: MTG Arena, Fortnite, Apex Legends, Overwatch, League of Legends, Hearthstone, Fifa e Rainbow 6. Non mancherà poi l’are retrogaming con Just Dance e Microsoft Xbox.

Euronics quest’anno si presenta con un’area leggermente diversa rispetto al solito con due attività demo. Da una parte abbiamo Trust Gaming dove provare dal vivo le migliori periferiche di gioco di questo brand, e dall’altra parte una devota alla sensibilizzazione sul tema del cyberbullismo in collaborazione con McAfee.

Romics di aprile 2019: le star del web o youtubers

Come da ormai un bel po’ di edizioni a questa parte anche al Romics di aprile 2019 saranno presenti le star del web con eventi a loro dedicati.

(Tik Tok è con un evento al Romics di aprile 2019)
(Tik Tok è con un evento al Romics di aprile 2019)

Avremo Mates, Power, CaptainBlazer e Corinne Matineo (Web Star Channel); Weedy, ErenBlaze con Federic95ITA, Fius Gamer e Ohm, Herny Lazza e Tatino (Divimove); e Matt&Bise per Shazam! in collaborazione con RW Edizioni. Loro faranno da cornice allo Show Your Talent, concorso dedicato a tutti i giovani youtuber.

Dall’altra parte invece Tik Tok, applicazione mobile che consente agli utenti di creare brevi clip musicali, dà appuntamento a tutti per gareggiare e vincere l’opportunità di incontrare i Creator più in voga.

Romics di aprile 2019: si celebra Adventure Time e il mondo del doppiaggio

(Il Romics di aprile 2019 celebra Adventure Time andato in onda 9 anni fa)
(Il Romics di aprile 2019 celebra Adventure Time andato in onda 9 anni fa)

Il 5 aprile del 2010 andava in onda il primo episodio di Adventure Time, serie cult con un seguito di appassionati grandissimo. Il Romics ha deciso di celebrare la serie e, in collaborazione con Cartoon Network, saranno organizzati incontri con i doppiatori e dei raduni cosplay dedicati.

Altri eventi molto attesi che raccolgono un discreto numero di persone ogni anno sono poi il Romics Cosplay Award e il K-pop Contest Italia Special Romics.

(Romics Gran Galà del Doppiaggio al Romics di aprile 2019)
(Romics Gran Galà del Doppiaggio al Romics di aprile 2019)

Quest’anno poi c’è grande fermento intorno al Romics Gran Galà del Doppiaggio. saranno presenti nomi importanti come Graziella Polesinanti, Carlo Reali, Chiara Oliviero, Michele Gamino, Oreste Baldini, Elena Maini e Mario Frezza. In questa occasione questi saranno premiati con i Premi alla Carriera.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

- Advertisement -
Eleonora D'Agostinohttps://metropolitanmagazine.it/
Sono un'antropologa che si diverte a fare quattro chiacchiere tra amici mostrando il perché Star Wars non sia solo un bel film, ma un complesso mito attraverso cui si narrano le vicissitudini umane circa la società, la religione, l'identità personale, i riti di iniziazione, ecc. ... e potete sostituire Star Wars con qualsiasi altra cosa!
- Advertisement -

Continua a leggere

- Advertisement -

Ultime News

- Advertisement -