Venezia riceve soccorsi: la Russia dona un milione di euro in meno di 24 ore

Per aiutare Venezia nel giro di una sola giornata è arrivata l’incredibile cifra di un milione di euro di promesse donazioni.

È l’ambasciata italiana a Mosca che riferisce questi dati. In meno di ventiquattro ore l’ambasciata ha raccolto un milione di euro in promesse donazione da parte dei russi al fine di sostenere la città di Venezia e il suo patrimonio culturale.

Il danno provocato in questi giorni dall’acqua alta trova quindi una prima soluzione nella gentilezza del popolo russo. Domani, sempre presso l’ambasciata, verrà dato inizio ufficialmente alla campagna di solidarietà con un concerto del maestro Valerij Gergiev, direttore del teatro Mariinskij di San Pietroburgo.

L’ambasciatore italiano a Mosca spiega come sia stato possibile

È stato l’ambasciatore italiano a Mosca, Pasquale Terracciano, che si trovava a San Pietroburgo per l’annuale foro culturale, a confermare i dati.

“Non ho fatto in tempo a lanciare la campagna che già abbiamo raccolto l’adesione del maestro Gergiev, il più grande direttore d’orchestra vivente russo, per un concerto straordinario prima della partenza verso la Cina”.

Anche alcuni responsabili di importanti aziende russe hanno risposto alla chiamata alla solidarietà con una promessa d’impegno per la cifra complessiva di un milione di euro.

L’ambasciatore Terracciano ha comunicato che continuerà ad estendere la campagna a tutto il territorio della Federazione Russa, così da ricevere ulteriori donazioni.

“Domani, sull’onda del concerto di Gergiev intendiamo lanciare questa iniziativa in tutto il territorio della Federazione Russa. Sono certo che a quel milione si aggiungeranno altre donazioni significative. Questo grazie al grandissimo amore che la Russia ha per l’Italia e in particolare per Venezia, che suscita emozioni particolari nell’immaginario collettivo”.

Putin premia il Maestro Gergiev, responsabile delle ingenti donazioni per la città di Venezia. Fonte: Wikimedia Commons
Fonte: Wikimedia Commons

Terracciano ha tenuto ha ringraziare in particolare modo il Maestro Gergiev, grazie al quale tutto questo è stato possibile.

“Il Maestro Gergiev è stata la prima persona di fama internazionale che ha risposto al nostro appello per sostenere Venezia proponendomi la conduzione di un concerto presso l’ambasciata, dopo di che ha contattato personalmente i top manager delle principali aziende russe. In appena un giorno, grazie all’impegno del maestro Gergiev, abbiamo raccolto oltre un milione di euro”.

Un primo passo per quello che serve

La somma raccolta è importante ma non è niente rispetto a ciò che si prevede di spendere. Secondo il sindaco di Venezia, Luigi Brugnano, i danni ammontano ad almeno un miliardo di euro.

In particolare è stata colpita la Basilica di San Marco, dove l’acqua ha raggiunto i 110 cm e la cripta è stata completamente sommersa.

Leggi anche: Venezia, l’acqua alta peggiore egli ultimi 50 anni.

Seguici su Facebook