Cinema

Ryan Gosling, un attore dallo sguardo unico

Ryan Gosling è un attore che divide da sempre il pubblico. Apprezzato da molti per le sue doti recitative e il suo sguardo indolente, altri invece sono infastiditi dalla sua faccia da schiaffi e lo reputano un mediocre che ce l’ha fatta.

Una delle sue più grandi qualità, in verità, sono proprio i suoi occhi azzurri. Piccoli e stretti, che riescono ad esprimere allo stesso tempo rabbia, dolore, tristezza e sfacciataggine. Questa versatilità gli ha permesso di brillare in film di grande successo. La prima pellicola che gli ha regalato la fama è stata “Le pagine della nostra vita” (2004) di Nick Cassavetes, dove interpretava il romantico Noah. In seguito ha rivestito molti ruoli diversi, riuscendo a stupirci ogni volta. E’ stato l’ebreo nazista in “The believer”, il criminale in “Driver”, il finanziere in “La grande scommessa”, l’investigatore alcolizzato in “The Nice guy”, il replicante in “Blade runner 2049” e il musicista sognatore in “La la land”.

La carriera musicale di Ryan Gosling e “La la land”

Ryan Gosling è da sempre un grande appassionato di musica, studia jazz, musica pop, classica, e ama le composizioni di Brahms, Philip Glass, e il minimalismo di John Adams. Dal 2008 suona in una band di musica indie, i Dead Man’s Bones, formata da lui e dall’attore teatrale Zach Shields. I due hanno pubblicato un album che porta il nome della band nel 2009 con l’etichetta ANTI-records. In verità hanno raccontato che il primo album è nato come progetto cinematografico che univa la loro comune passione per l’horror. Tuttavia il progetto non è mai stato realizzato e la colonna sonora è stata riunita nel loro primo disco. I due hanno fatto anche dei tour in Canada e negli Stati Uniti.

In molti si sono stupiti delle sue doti da musicista in “La la land”, e molte sono state le voci che hanno girato. “Sinceramente mi fa sorridere quando dicono che “ho imparato” la musica per La La Land. – ha dichiarato l’attore – Io sono nato musicista prima che attore. Per questo nostro amatissimo film, vissuto con gioia da tutta la troupe, ho lavorato con un grande maestro di pianoforte perché volevo una precisione assoluta in ogni mio movimento, ma la musica è da sempre il leit motiv della mia vita.”. Gosling ha poi aggiunto “Ho contribuito alle colonne sonore di alcuni miei film, ho composto due motivi per Blue Valentine.

Le sue storie d’amore nate sul set

Ryan si definisce un uomo romantico, ed è per questo che per lui la musica è necessaria. Nella sua vita ha avuto quasi sempre storie d’amore con donne conosciute sul set. Prima con Sandra Bullock conosciuta sul set di “Formula per un delitto”, poi con Rachel McAdams, sua collega su “Le pagine della nostra vita”. La loro storia d’amore ha conquistato il pubblico, fan del film, ma è terminata nel 2007. Nel 2011 ha conosciuto Eva Mendes con cui è convolato a nozze nel 2016 e con la quale ha due figli. La Mendes ha incontrato l’attore canadese sul set di “Come un tuono” e ha dichiarato “Non volevo avere figli finché non ho incontrato Ryan Gosling“.

Gosling è un appassionato di musical e ha raccontato che i suoi titoli preferiti sono Singin’in the Rain e An American in Paris e il bellissimo film di Chazelle, Whiplash, che sin dal suo enorme successo al Sundance ha aiutato Chazelle a realizzare i suoi sogni, e i miei, perché ho adorato quel film e sin dalla prima volta che l’ho visto ho desiderato essere diretto da Damien. Vorrei aggiungere che mi è sempre piaciuto Les parapluies de Cherbourg di Jacques Demy e Emma, Damien ed io lo abbiamo rivisto più volte girando La La Land. “. L’attore è anche un amante del genere horror, e prenderà presto parte a “Wolfman”, remake del film del ’41 “L’uomo lupo”, di cui sarà protagonista.

Paola Maria D’Agnone

Seguici su MMI e Metropolitan Cinema.

Back to top button