MetroNerd

”Santa Evita”, in arrivo dal 26 Luglio la serie su Evita Perón prodotta da Salma Hayek

Dal 26 Luglio è disponibile su Disney+ Santa Evita, la nuova serie prodotta da Salma Hayek che ripercorre la biografia della leggendaria icona argentina, Evita Perón.

Santa Evita, la serie sulla leggendaria icona argentina Evita Perón

Santa Evita - leganerd.com
Credits: leganerd.com

In arrivo la serie femminile dell’anno! Santa Evita ripercorre la storia di Evita Perón: realtà, leggenda fino alla morte e alle storie sul cadavere dell’icona argentina. La serie si ispira al romanzo best- seller di Tomás Eloy Martínez e debutterà il 26 luglio su Disney+. Il biopic è composto da 7 episodi e prodotto dall’attrice Salma Hayek.

Una storia tragica quella di Eva Duarte, fatta di discriminazione, miseria e povertà; figlia illegittima di un latifondista, umiliata per le sue origini, trascorre la sua adolescenza e la sua infanzia lottando. Successivamente, si trasferisce a Buenos Aires per seguire il suo sogno: diventare una star del cinema. Ha appena 15 anni. Evita si schiera dalla parte dei più deboli, in seguito ai soprusi subiti da bambina, diventando una vera e propria icona per donne e ceto più povero. Un modo di fare che la rese adorata e temuta al contempo; Evita Perón mantiene questa aura di Santa anche nella morte. Il suo corpo infatti, il cui stato di conservazione risultava perfetto, era ritenuto quasi intoccabile come se le spoglie fossero quelle di una Santa.

Santa Evita è prodotto da Salma Hayek, insieme alla produttrice Mariana Pérez, che già in precedenza aveva raccontato la storia di un’altra memorabile  icona femminile della cultura sudamericana: la pittrice Frida Kahlo. Le due produttrici hanno scelto come volto per interpretare la protagonista in Santa Evita Natalia Oreiro.

Una serie drammatica e appassionata fra realtà e leggenda, in cui si mescolano cronaca, politica e il lungo processo di depistaggio circa il ritrovamento del suo corpo. Un viaggio in una delle più classiche storie di natura gotica.

Seguici su Google News

Back to top button