Arte e Intrattenimento

Sant’Antonio, il Santo del 13 Giugno

Adv

Il 13 Giugno, si ricorda uno dei Santi più amati: Sant’Antonio. Nato a Lisbona il 15 agosto 1195, si ricorda oggi per il suo animo gentile e umile. Il 13 è il giorno in cui è avvenuta la sua morte a Padova, ad appena 36 anni. La sua canonizzazione fu fulminea: venne proclamato Santo solo 11 mesi dopo la sua morte.

Sant’Antonio, una vita dedicata al prossimo

Nato a Lisbona con un nome tutto diverso, Fernando de Bulhoes, abitava nel quartiere signorile di Alfama. Ma ben presto si fece frate francescano e iniziò a girare il mondo allora noto, Africa compresa: per questo è diventato anche patrono dei viaggiatori. Oggi per Padova e Lisbona è un giorno di grandi celebrazioni e feste. In Portogallo, per tradizione, il 13 giugno ci si sposa, perché Antonio porta fortuna e rende più duraturi gli amori. A Padova nella Basilica a lui dedicata è un susseguirsi di messe e di visite alla tomba del Santo. 

Grazie a Sant’Antonio il 13 è diventato il numero fortunato per eccellenza. La tradizione vuole che per preparare la festa del Santo ci sia la tredicina, non le consuete novene. Questo perché si pensa che il Santo per ogni giorno conceda una grazia.

Sant’Antonio è un Santo molto importante, di fatti è patrono in molteplici Stati e città, ricordiamo: Brasile, Portogallo, Albania, Argentina, Spagna. Ricordiamo quindi oggi il giorno della sua morte e della sua canonizzazione per opera di papa Gregorio IX. Successivamente Pio XII, nel 1946 lo ha innalzato tra i Dottori della Chiesa Cattolica e gli ha conferito il titolo di Doctor Evangelicus, in quanto nei suoi scritti e nelle prediche che ci sono giunte, era solito sostenere le sue affermazioni con citazioni del Vangelo.

Federica Tocco

Seguici su

Facebook

Instagram

Adv
Adv
Adv
Back to top button