Moda

Scarpe di tendenza, la short list di Stileo.it

Ci sono scarpe che hanno attraversato indenni il corso del tempo, arrivando ai nostri giorni più forti che mai.

Sono modelli iconici che hanno fatto (e continuano a fare) la storia della moda, che il portale specializzato in moda e tendenze Stileo.it ha inserito in una speciale short list.

Parliamo delle scarpe di tendenza della primavera-estate 2021, e non sarà una sorpresa scoprire che i 6 modelli più desiderati sono proprio quelli che abbiamo sempre amato.

Rockstud Valentino


Le Rockstud di Valentino Garavani sono le prime scarpe che popolano la lista di Stileo.it. Il modello viene lanciato nel 2010 a Parigi, sotto la supervisione del duo creativo Chiuri-Piccioli.

La contemporaneità del modello traghetta il marchio nel futuro, conquistando le donne di tutto il mondo con la luminosità delle sue borchie dorate. Il segno lasciato è tanto profondo da attribuire al brand un afflato punk rock che ancora lo contraddistingue.

Le preziose applicazioni si fanno ancora più grandi nel 2021 con la linea Roman Stud. Imperdibili le ballerine dal tacco flat, disponibili in un’ampia palette di nuance primaverili.

Princetown Gucci

Per la serie, l’apparenza inganna. Sì, perché le slipper Princetown di Gucci sono solo somiglianti a delle comode ciabatte. In realtà nascondono uno spirito rivoluzionario, lo stesso che ancora oggi anima il direttore creativo della casa di moda Alessandro Michele.

Arrivato alla guida della maison, lo stilista sbalordisce tutti con questa scarpa che supera l’identità di genere. E non stupisce che nell’autunno del 2015 venga riconosciuta come scapa di tendenza della stagione. Da allora il modello ha incontrato nuovi materiali e colori, mantenendo però l’assolutezza delle sue forme.

Tra i simboli della grande casa di moda, è un oggetto classico e senza tempo che urla lusso in modo nuovo.

Espadrilles Castañer

Punto di forza indiscusso di questa calzatura è la qualità dei materiali e l’artigianalità della lavorazione. Stiamo parlando delle espadrilles Castañer, un punto di riferimento del genere.

Il loro animo vintage asseconda i trend di stagione, tendenti a un romanticismo dal tocco classico. Che così tante volte abbiamo visto nei panni di alcune delle più celebri fashion icon del pianeta, prima tra tutte Kate Middleton.

Delle sue umili origini questa calzatura dalla tipica suola in iuta conserva sobrietà e fierezza. La stessa che ha portato questa famiglia spagnola a sopravvivere al trascorrere del tempo, da quel lontano 1927 che la vide scendere in campo per la prima volta nel cuore della Catalogna.

Adidas Stan Smith

È la prima scarpa da tennis totalmente in pelle. La Stan Smith di adidas Originals fa il suo ingresso in campo nel 1963 ai piedi del tennista francese Robert Haillet. Dallo sportivo trae il nome, modificato nel 1978 a favore dell’americano Stanley Roger Smith.

Il modello cult di casa adidas porta con sé le atmosfere rilassate di Wimbledon, che si rispecchiano nel verde dei dettagli e del caratteristico quadrifoglio. Sneaker simbolo della moda off-white, sono state impiegate da artisti di tutto il mondo come una vera e propria tela bianca.

Nel 2014 Pharrell porta 10 coppie di Stan Smith dipinte a mano al Colette di Parigi. I modelli andranno esauriti quasi immediatamente.

Nike Air Force 1

Sono le sneaker simbolo dello street style. Le Nike Air Force 1 sono state ideate nel 1982 da Bruce Kilgore. E da quel momento in poi hanno fatto la loro strada, diventando una punta di diamante della multinazionale statunitense.

L’idea del designer era creare un modello che si adattasse alle necessità dei più grandi giocatori di basket. E così fu, fino a quando non iniziò ad attraversare gli spazi urbani, e a cogliere l’attenzione dei suoi abitanti.

Da Baltimora a New York, in breve tempo conquista le strade delle metropoli. La consacrazione con la scelta da parte dei rapper più influenti, da Nelly a Jay-Z.

Dr. Martens 1460

Ha compiuto 60 anni nel 2020, ma non li dimostra. Si tratta delle Dr. Martens 1460, lo stivaletto per eccellenza.

Nonostante le apparenze, anche la prossima stagione estiva li vedrà protagonisti con quella loro aria apparentemente trasandata. Eppure, sono un capolavoro di design e tecnologia. Il modello, infatti, è stato il primo del marchio ad adottare il rivoluzionario sistema di ammortizzazione AirWair.

Siamo nel 1960 e Bill Griggs crea a Wollaston, nel Northamptonshire, la prima fabbrica per la produzione del modello. Il design delle suole è concesso in licenza a Grigg dal medico tedesco Klaus Maertens, da cui il brand prende il nome.

Adv
Adv
Adv
Back to top button