Scienza Divertente – Le renne

Se vi dico Natale cosa vi viene subito in mente? Ovviamente Babbo Natale, quel simpatico vecchietto che in una sola notte porta i regali a tutti i bambini del mondo. Ma come fa a fare il giro del mondo in una sola notte? Certamente grazie alla sua slitta, trainata dalle sue fedeli renne di nome Cometa, Ballerina, Fulmine, Donnola, Freccia, Saltarello, Donato e Cupido.

(foto dal web)

Al di là di favole e leggende, scopriamo insieme questi curiosi animali e le loro caratteristiche.
La renna, che in Nord America è chiamata Caribù, è realmente capace di sopportare grandi fatiche, abituata com’è alle lunghe migrazioni ed a sopravvivere agli ambienti ostili. Essa vive nella tundra artica e nelle regioni forestali subartiche di Alaska, Canada, Scandinavia e Russia.

È dotata di una folta pelliccia, i cui colori variano dal bianco al marrone scuro, che le permette di sopportare le temperature artiche più rigide e di zoccoli di forma particolarmente allargata, che la aiutano a non sprofondare nella neve alta e nell’acqua.
Molto particolare è il naso della renna, in grado di riscaldare l’aria prima di arrivare ai polmoni. Incredibili sono anche gli occhi, che cambiano colore a seconda della stagione: in estate sono dorati mentre in inverno, quando c’è meno luce, cambiano e diventano di colore blu.

(foto dal web)

La renna è l’unica specie di cervide in cui le corna sono presenti sia nel maschio che nella femmina: quelle dei maschi adulti sono molto grandi e ramificate mentre quelle delle femmine sono piccole e molto più semplici. Sia le corna dei maschi che delle femmine cadono e si rinnovano ogni anno.
Le femmine generalmente vivono più dei maschi, oltre 15 anni contro una media di meno di 5 anni.

Ogni anno, fra la primavera e l’autunno, le renne compiono una migrazione lunghissima che può arrivare fino a 5000 km. Le mandrie si spostano per sfuggire al gelo artico e vanno in cerca di nuovi pascoli da brucare. Se si trovano in situazioni di pericolo, riescono a raggiungere delle velocità che arrivano agli 80 km/h.
Le renne sono animali molto socievoli, si riuniscono in mandrie durante l’estate e si nutrono di qualsiasi tipo di vegetale che riescono a scovare persino sotto la neve, grazie al potente olfatto.

Durante la stagione riproduttiva, i maschi smettono di alimentarsi e dedicano ogni loro energia alla conquista di un gran numero di femmine, anche fronteggiando i rivali. Questo spesso li lascia feriti ed esausti.
Le femmine partoriscono ogni anno un solo piccolo, del peso di 3-12 kg. I cuccioli di renna sono solitamente molto precoci: a distanza di pochi minuti dalla nascita già succhiano il latte; dopo un’ora circa seguono la madre ed entro il mese e mezzo sono svezzati e in grado di brucare erbe e vegetali da soli.

(foto dal web)

Possiamo quindi dire che Babbo Natale ha scelto delle aiutanti perfette per portare i regali a tutti i bambini del mondo in una sola notte!

© RIPRODUZIONE RISERVATA