7.7 C
Roma
Aprile 20, 2021, martedì

Serie A, 21a giornata: ecco le probabili formazioni e le ultime

- Advertisement -

Le probabili formazioni della Serie A sono un appuntamento immancabile per i fantallenatori di tutta Italia e, con l’arrivo delle coppe europee, è sempre più difficile collocare i propri giocatori senza il rischio di giocare in dieci. Non è da meno il 21a giornata di Serie A, dove le big dovranno fare i conti anche con la Coppa Italia.

Gli anticipi del venerdì e del sabato: spicca Juventus-Roma

Partiamo dal primo anticipo, quello del venerdì. L’Inter, di scena a Firenze, deve fare i conti con il secondo turno di squalifica per Antonio Conte che lascerà il posto a Cristian Stellini. Cerca spazio Eriksen che, in cabina di regia, ha convinto contro Benevento e contro la stessa Fiorentina in coppa. A sinistra dovrebbe essere confermato Young che, al ritorno contro la Juve, lascerà spazio a Perisic. Stesso discorso per Sanchez: il cileno farà rifiatare Lautaro poiché non sarà impiegato all’Allianz Arena. La viola, invece, deve sopperire alle squalifiche di Milenkovic e Castrovilli, che saranno rimpiazzati da Martinez Quarta e Borja Valero. In avanti, Ribery ha accusato un affaticamento muscolare e potrebbe essere rimpiazzato da Callejon.

Il primo anticipo del sabato vede affrontarsi Atalanta e Torino. Gli orobici giocheranno con la formazione dei titolarissimi, dove Pessina ed Ilicic figureranno alle spalle di Zapata. L’unico cambio certo sarà Maelhe a destra al posto di Hateboer, ancora alle prese con la caviglia malconcia. I granata di mister Nicola, invece, schiereranno dal primo Rolando Mandragora come nuovo playmaker della squadra. In avanti, senza Sanabria in quarantena, agirà Zaza al fianco di Belotti.

Il Sassuolo è di scena in casa contro lo Spezia. Nessun dubbio per De Zerbi che, terzino a parte (Toljan dovrebbe vincere il solito ballottaggio con Muldur), potrà schierare nuovamente Berardi dal 1′. Vincenzo Italiano non può contare ancora su Nzola. Al centro dell’attacco, allora, ci sarà Galabinov affiancato da Gyasi e Verde. Al centro del campo, Ricci riprenderà il posto di regista a discapito di Agoumé.

Nel big match di giornata, Juventus e Roma daranno vita ad una gara importantissima per le sorti della classifica. I bianconeri, orfani dello squalificato Bentancur, potrebbero inserire Ramsey dal primo, mentre Kulusevski e Chiesa saranno le ali. In difesa, ballottaggio tra De Ligt e Chiellini. Più facili, invece, i compiti per Fonseca: il tecnico giallorosso, privo di Pellegrini, ha solo l’imbarazzo della scelta su chi piazzare sulla trequarti; attualmente, il favorito è Carles Perez. Non sono da escludere il ritorno immediato di El Shaarawy o l’avanzamento di Veretout con Cristante a fare interdizione. Da valutare le condizioni di Smalling che, per ora, è in svantaggio rispetto a Kumbulla.

Serie A, le probabili formazioni della domenica

Nel lunch match di domenica, il Napoli è di scena a Marassi. Gattuso potrebbe affidarsi a Maksimovic per far riposare Manolas in vista della semifinale di ritorno di Coppa Italia. Elmas, che tanto ha convinto nelle ultime uscite, potrebbe affiancare Bakayoko in mediana. In attacco, invece, agirebbero i soliti quattro con Osimhen che aspetta la migliore condizione. Ballardini non ha intenzione di fermare il Genoa e dovrebbe confermare l’undici di Cagliari con Radovanovic al centro della difesa e Pjaca che dovrebbe rilevare Shomurodov, indisponibile.

Benevento-Sampdoria sarà uno dei match più spettacolari. Inzaghi non ha intenzione di rinunciare al suo assetto offensivo, impiegato anche contro Inter e Torino, con Viola a dare qualità sulla trequarti. Stesso discorso per Ranieri che affiderà la difesa a Yoshida e Colley, mentre Damsgaard prenderà il posto di Jankto sull’out di sinistra. Ekdal è in vantaggio su Adrien Silva a centrocampo.

Il Milan affronta il Crotone in un delicatissimo match per entrambe le compagini. Pioli dà fiducia a Tomori al fianco di Romagnoli, mentre Si rivedono finalmente Bennacer e Calhanoglu. Rebic dovrebbe prendere il posto di Leao in avanti. Problemi per Stroppa che deve invertire il trend negativo. Con Messias squalificato, è Benali l’indiziato a fare la mezzala insieme a Vulic. Ancora fiducia al tandem Simy-Di Carmine, mentre Rispoli proverà a dare il meglio di sé al posto di Pedro Pereira.

L’Udinese, del derby del triveneto contro l’Hellas, potrà riabbracciare il pilastro Nuytinck, mentre dovrà rinunciare a De Paul, squalificato. Walace dovrebbe fare la mezzala, mentre Llorente e Deulofeu compariranno per la prima volta in coppia. Lasagna, invece, è pronto a giocarsi subito il primo match da ex dal primo minuto. In difesa, agiranno Gunter, Ceccherini e Dimarco. Ilic e Tameze costituiranno la linea mediana.

Match delle 18:00 ed il posticipo serale Lazio-Cagliari

Nel derby emiliano tra Parma e Bologna, si affronteranno due squadre che si sono comportate in maniera diametralmente opposta sul mercato. Gli uomini di D’Aversa avranno una linea difensiva inedita composta da Conti, Osorio, Bruno Alves e Gagliolo. L’unico ballottaggio è rappresentato da Grassi e Man. Con il rumeno in campo, sarebbe Kucka a retrocedere a centrocampo. Nessuna novità per Mihajlovic che confermerà ancora l’attacco composto da Sansone esterno e Barrow punta. A centrocampo, Schouten e Svanberg dovrebbero dare qualità con Dominguez e Poli pronti a subentrare per fare legna.

Nell’ultimo match di giornata, Inzaghi dovrebbe mettere in campo la sua Lazio schierando Musacchio dall’inizio (complice la squalifica di Patric) e Hoedt (Radu non si è allenato giovedì). Invariato lo scacchiere tattico dalla cintola in su, ma Milinkovic potrebbe dare forfait in favore di Akpa Akpro. In casa Cagliari, Rugani è pronto a fare il suo esordio in coppia con Godin sulle retrovie, mentre il poco convincente Simeone è in svantaggio rispetto a Leonardo Pavoletti.

Nicola Gigante

Seguici su Metropolitan Calcio

© RIPRODUZIONE RISERVATA

- Advertisement -
- Advertisement -

Continua a leggere

- Advertisement -

Ultime News

- Advertisement -