Calcio

Serie A, Milan-Napoli: il big match in cinque duelli

Milan-Napoli, posticipo domenicale della ventisettesima giornata di Serie A (diretta alle 20:45 su Sky Sport 1) è di sicuro la sfida più interessante e spettacolare di questo turno. Una gara a questo punto della stagione fondamentale per entrambe le squadre: il Milan, dopo il bel pareggio dell’Old Trafford, cerca una vittoria che permetterebbe di avvicinarsi ulteriormente alla qualificazione alla prossima Champions senza allo stesso tempo perdere terreno dall’Inter, impegnata oggi a Torino, mentre il Napoli, reduce dal 3-1 al Bologna ma con un Gattuso ormai sicuro partente a fine stagione, è obbligato a vincere per non rischiare di perdere già definitivamente anche l’ultimo obiettivo stagionale rimasto, cioè quello del piazzamento nei primi quattro posti in classifica.

Con Pioli che potrà contare sul rientro di giocatori fondamentali come Theo Hernandez, Rebic e Çalhanoglu e con Gattuso che ha finalmente a disposizione Osimhen, andato già in gol contro il Bologna, i giocatori importanti che potranno decidere questa sfida non mancheranno di certo. Ecco cinque duelli che potranno risultare determinanti per l’esito del match.

Donnarumma vs Meret, un possibile duello azzurro

Si parte dalla porta, con un duello tra estremi difensori azzurri che rischia però di restare solo sulla carta. Donnarumma, anocra in cerca del rinnovo con il Milan, cercherà ancora una volta, con i suoi interventi determinanti, di regalare un risultato importante alla sua squadra, anche per riscattare la leggera indecisione in uscita che è costata il gol del Manchester nella sfida di giovedì. Dall’altra parte Meret, secondo di Gigio in nazionale, che avrebbe sicuramente una gran voglia di fare bene nel duello a distanza col collega azzurro ma che potrebbe finire probabilmente in panchina per lasciare spazio ad Ospina, nell’eterno ballottaggio che va avanti da inizio stagione.

Tomori vs Koulibaly, le colonne della difesa

La sfida a sorpresa di questo match. Koulibaly è ovviamente la colonna portante della difesa del Napoli, che difficilmente può fare a meno di lui, mentre Tomori, dal suo arrivo, ha gradualmente scalato posizioni e gerarchie nella difesa rossonera. Dopo tante buone prestazioni, macchiate solo in parte dalla leggera indecisione che ha portato al vantaggio del Manchester nella sfida di giovedì, arriverà anche stasera una maglia da titolare vicino all’insostituibile Kjær, complice anche la probabile assenza di Romagnoli.

Theo Hernandez vs Mario Rui, Milan-Napoli sulle fasce

Sfida all’insegna della velocità e dei piedi buoni, anche se ovviamente Theo Hernandez e Mario Rui, i due terzini sinistri di Milan e Napoli, non si troveranno direttamente l’uno di fronte all’altro nella sfida di questa sera. Theo Hernandez, anche se ben sostituito nelle ultime uscite da Dalot, è troppo importante per il gioco di Pioli, e costituisce probabilmente una delle soluzioni offensive principali della squadra rossonera, mentre Mario Rui dovrà essere bravo soprattutto in fase difensiva per evitare che il Milan abbia un’eccessiva superiorità sulle fasce.

Kessié vs Bakayoko, Milan-Napoli si decide a centrocampo

MilanNapoli passa soprattutto dalle prestazioni di Kessié e Bakayoko, che hanno giocato insieme nel Milan nella stagione 2018-2019 e che si ritroveranno stasera contro in un duello fatto di muscoli e dinamismo che potrà forse risultare decisivo per le sorti della partita. Tiémoué, giocatore imprescindibile nello scacchiere di Gattuso, avrà il compito di frenare quello che probabilmente è, al momento, il giocatore più in forma della squadra di Pioli, Kessié. L’ivoriano classe 96 sta trovando quest’anno la sua definitiva consacrazione, con un rendimento altissimo e con prestazioni da assoluto leader del centrocampo.

Leao vs Osimhen, prime punte chiamate al gol

Infine l’attacco. Il Napoli può finalmente contare su un Osimhen a pieno servizio. L’attaccante nigeriano, a lungo fuori a causa di vari problemi, sembra finalmente tornato in perfette condizioni, come dimostra anche la rete nella vittoria casalinga del Napoli contro il Bologna dell’ultima giornata. Dall’altra parte ci sarà Leao. Nelle belle prestazioni esterne del Milan contro Verona e Manchester l’unica nota stonata è stata probabilmente il giovane attaccante portoghese, che non trova il gol da un po’ e che è apparso come spesso capita un po’ troppo svogliato e fuori dal gioco. L’occasione di stasera però, con un Ibrahimovic che vuole presto tornare al centro dell’attacco rossonero, è ghiottissima, e Leao spera di riuscire a sfruttarla.

Francesco Basso

Seguici su Metropolitan Magazine

Credit foto qui

Back to top button