12.7 C
Roma
Aprile 21, 2021, mercoledì

Serie A femminile, il pagellone del campionato

- Advertisement -

Il 2020 del calcio femminile, con gli ultimi impegni di Juventus e Fiorentina in UEFA Women’s Champions League, è giunto alla conclusione. Il campionato, dopo 10 giornate, è ormai arrivato al giro di boa, e con una sola giornata alla fine del girone di andata è tempo di fare i primi bilanci, per quanto ovviamente provvisori, della stagione in corso. Due per ora le conferme principali rispetto allo scorso campionato, mentre non mancano di certo le sorprese, sia positive che negative. Ecco quindi i voti, da quello più basso a quello più alto, alle 12 squadre di Serie A.

Le pagelle della Serie A

Napoli 1 – Uno, come l’unico punto in classifica della squadra partenopea. Il voto è chiaramente una provocazione, e non rispecchia di certo il campionato del Napoli, autore quasi sempre di buone prestazioni, ma le premesse, alla vigilia della stagione, erano ben diverse. L’obiettivo, a maggior ragione per una squadra neopromossa, era sì quello della salvezza, ma il punto è che, arrivati ormai a metà campionato, il Napoli rischia addirittura di trovarsi già fuori dalla lotta per non retrocedere, a causa soprattutto di prestazioni deludenti in partite in cui sarebbero dovuti necessariamente arrivare punti, con sconfitte gravissime nella prima giornata contro la Pink Bari e nell’ultima contro il Verona, costata la panchina al tecnico Marino. Al suo posto, il presidente Carlino ha chiamato l’ex tecnico dell’Empoli Pistolesi, a cui è affidato il compito, che somiglia attualmente ad un miracolo, di riuscire a portare la squadra alla salvezza.

Pink Bari 3 – Malissimo anche la squadra pugliese. Per la salvezza, dopo il campionato soffertissimo della passata stagione, ci sarebbe stato da soffrire e questo si sapeva, ma la squadra, dopo la vittoria della prima giornata contro il Napoli, è incappata in una serie, ancora non terminata, di nove sconfitte consecutive, tra cui l’ultima dolorosissima contro la San Marino. La salvezza è ora a cinque punti di distanza. Non tantissimi, ma nemmeno pochi, soprattutto per una squadra così in difficoltà.

Roma 5 – Una delle delusioni più grandi di questa prima metà di campionato. La squadra guidata da Bavagnoli non ha mai trovato la continuità che serviva per un campionato di alto livello, e si trova attualmente ad un anonimo settimo posto. Troppo poco per una squadra che era partita con l’ambizione di giocarsela per le prime posizioni della classifica.

Fiorentina 5.5 – Un punto sopra la Roma c’è la Fiorentina, che sembrava inizialmente la principale candidata al ruolo di rivale della Juventus nella corsa al trono della Serie A. Le prime tre giornate, con tre spettacolari vittorie contro Inter, Napoli e Florentia, sembravano confermare ciò, ma proprio da lì, improvvisamente, la squadra è piombata in una crisi di risultati profonda, con una sola vittoria nelle sette giornate successive, con le sconfitte contro Sassuolo, Juventus, e Milan. Il voto si avvicina comunque alla sufficienza solo grazie all’importantissimo passaggio del turno in Champions League.

Verona 6.5 – Sufficienza piena per il Verona, che arriva alla sosta natalizia con ben 7 punti di vantaggio sul penultimo posto occupato dalla Pink Bari. Dopo zero punti nelle prime quattro partite, la squadra è riuscita a trovare un proprio equilibrio, con una buona tenuta difensiva e con grande voglia e concentrazione soprattutto negli scontri diretti, con vittorie pesantissime nelle partite contro Pink Bari e Napoli, arrivate anche grazie ad una Bragonzi decisiva.

Florentia 6.5 – Buon campionato fino ad ora anche per la Florentia, squadra sempre sul pezzo e difficile da affrontare per chiunque, che ha una classifica, con 13 punti come la Roma e a meno uno da Inter e Fiorentina, più che positiva. L’obiettivo, ampiamente alla portata, è quello di una salvezza tranquilla, togliendosi magari, nel corso della stagione, la soddisfazione di fare risultato contro squadre sulla carta più forti, come capitato anche nelle ultime due giornate nel pareggio 1-1 contro la Roma e nella vittoria 1-0 contro l’Inter.

Inter 6.5 – Dopo il campionato di ambientamento dell’anno scorso, l’obiettivo di quest’anno per l’Inter era quello di disputare un campionato tranquillo. Ancora troppo ampio il gap nei confronti di compagini come Milan o Juventus, ma la squadra, che si trova a pari punti con la Fiorentina e un punto sopra la Roma, è sulla buona strada, anche se non sono mancati passaggi a vuoto, soprattutto contro gli avversari sulla carta più forti.

San Marino 7 – Per la San Marino, alla prima storica partecipazione in Serie A, quegli 8 punti in classifica equivalgono quasi ad un mezzo scudetto. Traumatiche le prime due giornate, con le sconfitte pesantissime contro Empoli e Milan, ma da lì, già a partire dalla successiva sfida contro la Juventus, la squadra ha saputo rialzarsi, prendendo sempre maggiore confidenza con la massima serie. Resterà per sempre nella memoria della società la quarta giornata, con la prima storica vittoria contro la Florentia firmata Menin, dopo la quale sono arrivati altri cinque punti, ottenuti tra l’altro negli scontri diretti contro Verona, Napoli e Pink Bari, battuta grazie ad una tripletta di Barbieri. Manca ancora tantissimo alla fine del campionato, ma il sogno salvezza è più vivo che mai.

Empoli 7 – Sette pieno anche per l’Empoli, una delle sorprese più belle di questo campionato. La squadra di Spugna, che può contare su tantissime giovani di qualità come ad esempio Glionna, ha messo in mostra, soprattutto nelle prime giornate di campionato, un gioco spettacolare, andando tra l’altro in rete per ben tre volte in casa della Juventus e con l’incredibile 10-0 della prima giornata contro la San Marino. Nelle ultime giornate il gioco è stato un po’ meno brillante, ma sono arrivati comunque risultati pesanti, che certificano la forza e la voglia di lottare di questa squadra, come le vittorie di misura contro Napoli e Verona e i pareggi contro Inter e Fiorentina.

Sassuolo 8 – Campionato a dir poco straordinario quello delle ragazze di Piovani, terze in classifica con 22 punti. La squadra ha iniziato da subito a macinare gioco e risultati, con le grandi vittorie contro Inter e Fiorentina, ed è riuscita a confermarsi sugli stessi livelli anche nelle giornate successive, anche grazie alle prestazioni straordinarie di Dubcová e soprattutto della stellina Bugeja. Unica pecca le due sconfitte contro Juventus e Milan, ma ad una squadra che sta andando così bene sembra sinceramente assurdo chiedere di più.

Milan 9 – Quasi perfetto il campionato del Milan. Questo quasi è dovuto all’unica sconfitta di questa stagione, quella in casa nella sfida contro la Juventus. Per il resto, nove vittorie nelle altre nove partite, con il trittico terribile delle ultime tre giornate con Roma, Fiorentina e Sassuolo superato nel miglior modo possibile. Attacco fortissimo, con la coppia GiacintiDowie, senza contare il rinforzo Boquete, e difesa d’acciaio, che con soli quattro gol subiti è la migliore del campionato. L’obiettivo principale per la squadra di Ganz è la qualificazione in Champions, ma la classifica, con la Juve per ora ancora avanti solo di tre punti, rende lecito sognare.

Juventus 10 – Dieci come le vittorie in dieci giornate di Serie A. Proprio sulle bianconere non c’è molto da dire, e per una squadra che ha ottenuto 30 punti sui 30 disponibili non era possibile nessun altro voto. La squadra di Guarino ha dimostrato, se ce ne fosse ancora bisogno, di essere superiore a tutte le altre compagini del campionato, con grandi prove di forza nelle partite contro Milan, Fiorentina e Sassuolo, e con una rosa dalla qualità elevatissima, a partire da una Girelli sempre più goleador. Si punta forte al quarto scudetto consecutivo.   

Francesco Basso

Foto da: https://www.facebook.com/cristianagirelli10/photos/pcb.10158980137873140/10158980137573140/

© RIPRODUZIONE RISERVATA

- Advertisement -
- Advertisement -

Continua a leggere

- Advertisement -

Ultime News

- Advertisement -