Serie B, i risultati delle gare delle 15. Il Benevento vince di nuovo e inizia a fare il conto alla rovescia per la Serie A. Buona la prima per il nuovo Cosenza di Pillon, che travolge il Livorno al Picchi. Vittoria all’ultimo respiro per la Juve Stabia, mentre il Venezia viene beffato dalla Virtus Entella nel finale di gara.

Serie B, ecco tutti i risultati

Benevento – Pordenone (2-1)

Il Benevento vince di nuovo e si porta a +20 sul secondo posto: la Serie A pare ormai essere soltanto una questione di aritmetica. Streghe in vantaggio al 37esimo con uno splendido calcio di punizione battuto da Viola. Il raddoppio dei Sanniti arriva al minuto 60. Viola stavolta indossa le vesti di uomo assist e lancia Roberto Insigne nell’area neroverde, l’attaccante giallorosso scaglia un tiro sotto la traversa sul quale Di Gregorio non può davvero fare nulla.

I Ramarri accorciano le distanze al 91esimo con il colpo di testa di Bocalon, ma il risultato non cambia. Ora il Pordenone rischia di essere estromesso dalla zona play-off.

Juve Stabia – Crotone (3-2)

Vittoria all’ultimo respiro per la Juve Stabia, che si porta momentaneamente a – 3 dalla zona play-off. Le Vespe passano dopo un quarto d’ora di gioco con Francesco Forte, che sfrutta al massimo un corner battuto da Calò dalla destra. Al 24esimo i Pitagorici firmano il pari: Simy libera al tiro Armenteros nell’area di rigore gialloblu, l’attaccante svedese di origini cubane non ha problemi nel battere Provedel.

Al 35esimo gli Squali ribaltano il match con Benali, che approfitta di una dormita della difesa gialloblu e firma il vantaggio calabrese. La gioia dura però soltanto due minuti per gli uomini di Stroppa: la punizione magistrale battuta da Calò riporta la situazione in parità.

Nella ripresa la gara pare indirizzata verso un pareggio, ma nel recupero Addae trova il gol partita con una grande incornata su calcio d’angolo battuto dal solito Calò. Ennesima occasione persa per il Crotone in chiave promozione.

Livorno – Cosenza (0-3)

Buona la prima per Pillon, subentrato in settimana a Piero Braglia. La gara si sblocca dopo mezz’ora. Calcio di punizione per i calabresi, la difesa amaranto si addormenta, Asencio colpisce di testa e trova la respinta corta di Plizzari, ma sulla ribattuta l’attaccante spagnolo non perdona. Due minuti dopo lo stesso Asencio trova il raddoppio con una splendida rovesciata. Al termine della prima frazione di gara i Silani trovano il tris. Lancio lungo per Bruccini, Murillo liscia il pallone e il centrocampista rossoblu batte di nuovo Plizzari. I toscani restano anche in dieci dopo l’espulsione di Agazzi.

Il Cosenza scavalca la Cremonese ed entra in zona play-out. Il destino del Livorno pare ormai essere segnato.

Venezia – Virtus Entella (2-2)

Occasio buttata al vento dal Venezia, che resta nella zona rossa della classifica. I padroni di casa passano in vantaggio dopo 8 minuti con il calcio di rigore messo a segno da Samuele Longo. I Diavoli Neri pareggiano alla mezz’ora con un altro tiro dal dischetto, trasformato da De Luca. Gli uomini di Dionisi si portano di nuovo avanti al 79esimo col il colpo di testa di Aramu sugli sviluppi di un calcio di punizione. Ma nel recupero arriva la beffa. Il neoentrato Mancosu, su assist di Coppolaro, firma il pareggio dei liguri.

Seguici su:

Pagina Facebook ufficiale Metropolitan Magazine Italia

Account ufficiale Twitter Metropolitan Magazine Italia

© RIPRODUZIONE RISERVATA