Ancora 26 partite al termine del campionato di Serie B con la lotta per la retrocessione ancora molto incerta. Trapani e Livorno a rischio.

I punti da macinare sono ancora molti, 78 per la precisione, e per trovare una salvezza sicura sarà necessario guadagnare, per le squadre attualmente a rischio, almeno 35 punti di questo ammontare che darebbero la possibilità all’attuale ultima in classifica, il Trapani oggi a 7 punti, di superare la fatidica quota 40 e permanere in Serie B.

Serie B, l’incubo retrocessione

Stando alla classifica attuale sono 5 le squadre che si contendono la permanenza in serie cadetta: Trapani, Livorno, Juve Stabia, Spezia e Cosenza, tutte racchiuse in 5 lunghezze. La situazione più delicata appare quella dei siciliani che dopo 12 giornate sono fermi a 7 punti, a ruota seguono Livorno a 10, Juve Stabia ad 11, Spezia e Cosenza appaiate a 12.

Situazione Trapani

Alla situazione complicata di classifica, si aggiunge uno spauracchio non da poco che appare essere ancora in bilico, ossia il deferimento presentato dalla FIGC dinanzi al Tribunale Nazionale Federale per via di una lettera di referenza bancaria non del tutto genuina, riconducibile alla vecchia proprietà. Tale situazione potrebbe causare un ulteriore aggravio sulla classifica vista la possibilità di ricevere una pesante penalizzazione in termine di punti oltre che una salata sanzione pecuniaria.

I granata, come detto oggi a 7 punti, si ritrovano in fondo alla classifica avendo vinto lo scontro diretto contro lo Spezia, perso con la Juve Stabia e pareggiato contro il Cosenza nell’ultimo match casalingo. Importantissimo dunque sarà lo scontro, al ritorno dalla sosta, contro il Livorno nel quale i tifosi siciliani potrebbero assistere all’esordio del nuovo acquisto Biabiany dalla lista svincolati.

Biabiany, neo acquisto del Trapani – Photocredit: Tp24.it

Situazione Livorno e Juve Stabia

Separate da un solo punto, gli amaranto ed i gialloblù si sono scontrati appena 2 giornate fa vedendo vittoriosi i toscani che nell’arco delle prossime 3 giornate al ritorno dalla sosta, saranno impegnati in 2 scontri delicatissimi contro Trapani e Spezia in cui inevitabilmente si giocheranno le rispettive posizione di classifica potendo però contare su un’arma in più: Marras e Marsura che figurano entrambi nella top 20 marcatori della Serie B.

I campani invece, che oggi occupano il primo posto della zona retrocessione, finora hanno compiuto un percorso altalenante, riuscendo ad imporsi contro il Trapani ma perdendo entrambi i match con Spezia e Livorno. Degli 11 punti fin quì collezionati, molti sono venuti da incontri con squadre di vertice: vittorie contro Pescara e Pordenone, pareggi invece contro la capolista Benevento e il Perugia di Oddo.

Situazione Cosenza e Spezia

Cosenza e Spezia dopo 12 giornate si ritrovano alla sosta con la media di 1 punto conquistato a partita. Dei 12 punti fin qui collezionati il Cosenza non è riuscita ad ottenere i 3 punti in nessuno scontro diretto fin qui disputato, solo pareggi contro Trapani e Livorno; mentre lo Spezia ha vinto contro la Juve Stabia ma ha perso contro il Trapani.

Dopo i rispettivi scontri di Ascoli e Frosinone , Cosenza e Spezia, alla ripresa della pausa nazionali, si affronteranno per cercare di risollevarsi dalla zona che al momento li vede protagonisti di una ipotetica sfida Play Out.

In ogni caso comunque sarà una ripresa molto più delicata per i bianconeri che dopo le energie perse contro il Cosenza, dovranno fare i conti contro un’altra diretta rivale, il Livorno di Breda, fresco tra l’altro di rassicurazione del Presidente Spinelli circa la sua permanenza sulla panchina amaranto.

Esultanza Cosenza ad un gol di Sciaudone – Photocredit: Cosenzapost.it

Serie B, verdetto finale

Dunque al momento è ancora presto per valutare il delinearsi di una lotta salvezza, alla luce dei tanti scontri mancanti e soprattuto di quelli diretti tra le varie contendenti alla permanenza in B. Ciò che è sicuro, è certamente la bellezza di un campionato che non smentisce mai la sua difficoltà e che fino alla fine vede le società mirare ad un risultato soddisfacente per la propria stagione, anche a poche giornate dalla fine.

Il campionato cadetto resta, come spesso è accaduto in passato, un campionato equilibrato, e ciò lo dimostra la risicata distanza che ad oggi c’è tra Cosenza e Spezia in zona Play Out (a 12 punti) e la zona Play Off (a 18 punti) occupata attualmente dalla Salernitana. 6 punti che alla luce dei 78 mancanti, non appaiono per nulla incolmabili.

© RIPRODUZIONE RISERVATA