Serie B, ecco le gare della 5° giornata

Le gare della 5° giornata di Serie B offrono scontri interessanti. Il Benevento ha una buona occasione per allungare sulle concorrenti, mentre il Trapani è ancora a caccia del primo punto in classifica. Ecco il programma dettagliato dei match del primo turno infrasettimanale.

Le gare del martedì

La 5° giornata di Serie B si apre col botto: ben 8 i match in programma questa sera alle 21.

Ascoli – Spezia

Forte della roboante vittoria di Castellammare di Stabia, l’Ascoli vuole ripetersi nello scontro casalingo contro lo Spezia. I marchigiani si trovano a quota 9 punti in classifica, ad un punto dal duo Benevento-Virtus Entella. Un’eventuale vittoria darebbe un entusiasmo non indifferente alla piazza…

Gli Aquilotti non stanno invece attraversando il loro momento migliore. L’ultima vittoria risale alla prima giornata (0-3 in casa del Cittadella), dopodichè i liguri hanno ottenuto un solo punto in tre partite. Urge una radicale inversione di tendenza, se non si vuole rimanere invischiati nei bassifondi della classifica.

Probabili formazioni:

Ascoli (4-4-2): Lanni, Gerbo, Valentini, Brosco, Pucino, Padoin, Petrucci, Piccinocchi, Ninkovic, Ardemagni, Da Cruz. All. Paolo Zanetti.

Spezia (4-3-3): Scuffet, Vignali, Capradossi, Terzi, Ramos, Mora, Ricci M, Bartolomei, Ricci F, Galabinov, Gyasi. All. Vincenzo Italiano.

Cittadella – Pescara

Momento ancor più nero per il Cittadella. Gli uomini di Venturato hanno raccolto una sola vittoria e 3 sconfitte e al momento si trovano appaiati in piena zona play-out. Squadra che al momento sembra soltanto la lontana parente di quella che pochi mesi fa si è giocata la promozione in Serie A.

Il Pescara è riuscito a frenare la corsa della Virtus Entella, ha ottenuto il terzo risultato utile consecutivo e ora vuole provare a raggiungere i piani alti della classifica.

Probabili formazioni:

Cittadella (4-3-1-2): Maniero; Ghiringhelli, Frare, Adorni, Benedetti, Vita, Iori, Branca; Gargiulo, Diaw, Panico. All. Roberto Venturato.

Pescara (4-3-3): Fiorillo, Vitturini, Drudi, Scognamiglio, Masciangelo, Memushaj, Chochev, Busellato, Brunori, Galano, Di Grazia. All. Luciano Zauri.

Cosenza – Livorno

Scontro già delicatissimo quello del Marulla. I calabresi hanno un solo punto in classifica e sono reduci da tre sconfitte di fila. Gli Amaranto di punti ne hanno tre (frutto dell’ultima vittoria ottenuta contro il Pordenone), ma devono ripetersi se vogliono provare a risalire la corrente.

Probabili formazioni:

Cosenza (4-2-3-1): Perina, Lazaar, Idda, Capela, Legittimo, Sciaudone, Kanoutè, Carretta, Bruccini, Pierini, Baez. All. Piero Braglia.

Livorno (3-4-3): Zima, Morganella, Di Gennaro, Boben, Gasbarro, Luci, Agazzi, Marsura, Murilo, Brignola, Braken. All. Roberto Breda.

Crotone – Juve Stabia

Reduce dalla sconfitta di Cremona, il Crotone deve dare trovare maggiore continuità se non vuole rischiare un déjà-vu di quanto vissuto lo scorso anno. Situazione invece critica per lo Juve Stabia. 5 gol subiti nell’ultima giornata, 9 in totale, soltanto 2 segnati, un punto in classifica. Per il duo Caserta-Ferrara è già tempo di dentro o fuori: continuando così si torna da dove si è venuti.

Probabili formazioni:

Crotone (3-5-2): Cordaz, Golemic, Marrone, Gigliotti, Molina, Benali, Barberis, Zanellato, Mazzotta, Simy, Vido. All. Giovanni Stroppa.

Juve Stabia (4-3-3): Branduani; Vitiello, Tonucci, Troest, Germoni, Addae, Calo. Canotto, Di Gennaro, Cissè, Elia. All. Fabio Caserta.

Perugia – Frosinone

Sulla carta un big-match tra due potenziali candidate alla promozione, anche se ora come ora la realtà è ben diversa. I Ciociari si trovano appaiati a quota 4 punti, a ridosso della zona rossa. Certo le aspettative dei Canarini erano altre, ad inizio stagione. Più che pensare alla Serie A, la sensazione è che adesso bisognerebbe stare piuttosto attenti a non precipitare nel baratro. Inoltre Nesta non potrà contare su Federico Dionisi: l’attaccante ha subito l’infrazione di due costole e starà fuori per minimo due settimane. Quando si dice che piove sul bagnato..

Il Perugia si trova invece in piena zona play-off, ha messo in cascina 8 punti in quattro gare e intende continuare su questa scia. Gli ingredienti per sognare in grande ci sono tutti.

Probabili formazioni:

Perugia (4-3-1-2): Vicario; Di Chiara, Angella, Gyomber, Rosi, Dragomir; Carraro, Falzerano, Capone; Iemmello, Falcinelli. All. Massimo Oddo.

Frosinone (4-3-1-2): Bardi; Beghetto, Ariaudo, Capuano, Brighenti, Haas, Maiello, Paganini, Ciano; Trotta, Novacovich. All. Alessandro Nesta.

Pisa – Empoli

Il derby toscano prevede scintille. Sorpresa indiscussa di queste prime uscite stagionali, la neopromossa Pisa non ha mai perso. 8 punti in classifica, frutto di due vittorie ed altrettanti pareggi. Una gara da non prendere assolutamente sottogamba per l’Empoli, che ha gli stessi punti dei Nerazzurri, ma certamente ambizioni differenti. Occhio, però: nonostante l’assenza di Moscardelli, il Pisa può essere una outsider di questa Serie B.

Probabili formazioni:

Pisa (3-5-2): Gori, Aya, Birindelli, Varnier, Belli, Marin, Gucher, De Vitis, Verna, Masucci, Marconi. All. Luca D’Angelo.

Empoli (4-3-1-2): Brignoli, Veseli, Romagnoli, Nikolaou, Antonelli, Dezi, Stulac, Bandinelli, Laribi, La Gumina, Moreo. All. Cristian Bucchi.

Pordenone – Benevento

Capolista a 10 punti (alla pari con la Virtus Entella) il Benevento ha l’occasione per allungare sulle inseguitrici. Impegno più che abbordabile per gli Stregoni, anche se il Pordenone è cliente scomodo al Friuli. Infatti i 6 punti ottenuti dai Ramarri fin qui sono stati il frutto delle vittorie ad Udine contro Frosinone e Spezia. Un esame di maturità per vedere quali sono le reali ambizioni degli uomini di Inzaghi quest’anno.

Serie B 5° giornata
Mario Taddeo – I giocatori del Benevento esultano per la vittoria in extremis contro il Cosenza.

Probabile formazione:

Pordenone (4-3-3): Di Gregorio, De Agostini, Camporese, Barison, Almici, Pobega, Burrai, Gavazzi, Chiaretti, Monachello, Candellone. All. Attilio Tesser.

Benevento (3-5-2): Montipò, Gyamfi, Caldirola, Volta, Letizia, Improta, Viola, Schiattarella, Tello, Coda, Sau. All. Filippo Inzaghi.

Virtus Entella – Venezia

La Virtus Entella si è vista interrompere la propria striscia di vittorie consecutive in virtù del pareggio di sabato in quel di Pescara. I Diavoli Neri sono riusciti tuttavia a mantenere il primato in classifica (anche se in coabitazione con il Benevento). Occhio però: guai a perdere terreno, le altre non stanno certo a guardare.

Il Venezia è riuscito a strappare un punto a Frosinone. I Lagunari vogliono uscire dalla parte calda della classifica: la salvezza andrà conquistata con le unghie e con i denti.

Probabili formazioni:

Virtus Entella (4-4-2): Contini; Sernicola, Pellizzer, Chiosa, Sala; Eramo, Paolucci, Schenetti; Mancosu, Morra. All. Roberto Boscaglia.

Venezia (4-3-1-2): Lezzerini; Felicioli, Cremonesi, Modolo, Fiordaliso, Maleh, Fiordilino, Zuculini, Capello, Montalto, Bocalon. All. Alessio Dionisi.

I posticipi del mercoledì

Trapani – Cremonese (ore 19)

Inizio da incubo per il Trapani. Dopo quattro giornate i siciliani sono fanalino di coda a zero punti. Per ora la società ha confermato la fiducia a Francesco Baldini. Se la scelta si sarà rivelata giusta potrà dirlo solo il tempo. Lo scontro contro la Cremonese sa già di ultimatum.

I Grigiorossi hanno salvato momentaneamente la panchina di Rastelli vincendo contro il Crotone tra le mura amiche del Giovanni Zini. Ora però è vietato sbagliare: un eventuale risultato negativo a Trapani rimetterebbe di nuovo in discussione il tecnico campano.

Serie B 5° giornata
Sky Sport – Il Trapani è stato sconfitto in casa contro la Salernitana. I siciliani restano inchiodati a zero punti in classifica.

Probabili formazioni:

Trapani (4-3-3): Dini, Cauz, Fornasier, Scognamillo; Luperini, Moscati, Taugardeau; Jakimovski, Pettinari, Scaglia. All. Francesco Baldini.

Cremonese (3-5-2): Agazzi, Caracciolo, Claiton, Bianchetti, Mogos, Valzania, Castagnetti, Deli, Migliore, Ciofani, Ceravolo. All. Massimo Rastelli.

Salernitana – Chievo Verona (ore 21)

Scontro interessante di questa giornata. Gli uomini di Ventura hanno sorpreso tutti, raccogliendo un bottino di 9 punti in quattro partite. Lo scorso anno i Granata si giocarono i play-out. Quest’anno, almeno da ciò che si è visto in questo avvio, si potrebbe puntare a qualcosa in più.

Retrocesso dopo 11 stagioni in massima serie, il Chievo ha iniziato questa nuova avventura con qualche difficoltà. Soltanto 5 punti raccolti sui 12 disponibili, i problemi societari ben noti ad aggravare la posizione dei Clivensi. Se si vuole tornare in Serie A bisogna darsi una svegliata. Certo con una Salernitana così in forma (se si eccettua la debacle casalinga contro il Benevento) sarà dura.

Seguici su:

Salernitana (3-5-2): Micai; Jaroszynski; Billong; Caro, Cicerelli, Akpa Apro, Di Tacchio, Firenze, Kiyine; Giannetti, Jallow. All. Gian Piero Ventura.

Chievo (4-3-1-2): Semper; Vaisanen, Leverbe, Rigione, Brivio, Segre, Esposito, Obi, Giaccherini, Djordjevic, Meggiorini. All. Michele Marcolini.

Seguici su:

Pagina Facebook ufficiale Metropolitan Magazine Italia

Account ufficiale Twitter Metropolitan Magazine Italia







© RIPRODUZIONE RISERVATA