Serie B, ecco l’ultima giornata del 2019: si comincia alle 12:30 nella sfida playoff Pescara-Chievo; Pordenone e Cittadella alle 15:00 tenteranno di chiudere l’anno in bellezza, impegno durissimo per l’Ascoli a Benevento. Chi finirà il 2019 in bellezza?

Pescara-Chievo

Anticipo infuocato quello della 19a giornata di Serie B. Alle 12:30 scendono in campo all’Adriatico Pescara e Chievo, entrambe a quota 25 punti. I padroni di casa hanno finalmente ritrovato il successo dopo più di un mese nell’ultima giornata contro il Livorno, e la partita di oggi è fondamentale in chiave Playoff. Stesso discorso per gli ospiti, reduci da un 1-2 contro il Benevento che gli è costata la seconda sconfitta interna stagionale. Queste due formazioni navigavano in piena zona Playoff fino a poco tempo fa, e l’impegno di oggi è fondamentale per tornare tra le prime 8 e puntare la massima serie. Prevediamo una gara molto emozionante tra queste due ex di Serie A.

Pordenone-Cremonese

La mezzanotte è calata sulla Cenerentola della Serie B, che vanta ancora il secondo posto ma non può permettersi altri passi falsi. Sconfitta pesante nell’ultima gara per il Pordenone (0-4 contro la Salernitana) che ha fatto sfumare l’inseguimento ad Inzaghi ed ha fatto perdere ai neroverdi punti importanti. Oggi devono redimersi, e si trovano contro una formazione che nell’ultimo mese ha collezionato una vittoria e due pareggi su suolo amico, mentre una sconfitta nell’unica gara esterna. La Cremonese è una squadra che se in giornata può rivelarsi davvero pericolosa, ma in questa gara sarà molto importante il fattore stadio: i grigiorossi si trovano lontani da casa, nello stadio dove il Pordenone non ha mai perso nel girone di andata (23 punti totalizzati su 28 disponibili con 7 vittorie e due pareggi), e di certo sarà una gara molto complessa. I neroverdi punteranno sicuramente a chiudere in bellezza il 2019, anno in cui sono passati dall’essere una squadra qualsiasi ad una squadra di rilievo che punta la Serie A.

Il Pordenone, la Cenerentola della Serie B.
Il Pordenone, la Cenerentola della Serie B. Photo credits: messaggeroveneto.it

Cittadella-Virtus Entella

Bella vittoria nell’ultima giornata per il Cittadella, che grazie alle buone prestazioni dell’ultimo mese vanta la terza posizione in solitario a 2 punti dal Pordenone. La Virtus Entella invece cerca il riscatto. Aveva iniziato il mese di dicembre nel migliore dei modi, con tre vittorie su tre. Le ultime due gare hanno rovinato la loro classifica, ed oggi si trova appena fuori dalla zona Playoff. Per i liguri si tratta della stagione del ritorno in Serie B, quindi le aspettative sono minime. Ma dopo un girone di andata così buono hanno il diritto e la possibilità di puntare in alto. Certo il loro avversario non è uno qualsiasi, ma la miglior difesa della Serie B (senza contare i numeri del Benevento) darà sicuramente del filo da torcere ai granata.

Crotone-Trapani

Il periodo buio del Crotone sembra essere finito: due vittorie nelle ultime due gare (entrambe finite 2-1 per i rossoblù) che hanno dato punti e morale ad una squadra che punta la Serie A. Manca la cattiveria sotto porta; la capacità di chiudere la partita quando se ne presenta l’occasione. Con il Frosinone i calabresi hanno trovato il gol all’ultimo respiro, ma non possono puntare sempre sulla fortuna. Specialmente contro una squadra in risalita come il Trapani. La cura Castori sembra fare effetto, ed i siciliani hanno trovato due pareggi molto complicati nelle ultime due. Pareggi contro Pescara e Perugia, due punti preziosi portati a casa per una squadra che era in caduta libera. A Crotone vorranno chiudere in bellezza il 2019, ed anche se sfavoriti potrebbero sorprendere tutti.

Juve Stabia-Cosenza

Occhio a Juve Stabia-Cosenza. Può sembrare una gara qualsiasi, ma in palio c’è un posto nella zona salvezza. Queste due formazioni hanno un solo punto di differenza e si trovano in zona Playout: questi due elementi bastano per rendere accesissima questa sfida. Entrambe reduci da un buone periodo. Due vittorie ed un pareggio nelle ultime tre per le vespe, sei punti invece per i lupi. Difficile fare previsioni: la Juve Stabia non ha di certo reso il proprio stadio una fortezza, ed il Cosenza arriva da una partita falsata da un errore arbitrale. Nessuna delle due è favorita, ma una cosa è certa: queste due formazioni vogliono la salvezza, e questa gara darà spettacolo.

Perugia-Venezia

Partita apparentemente semplice per il Perugia che nell’ultima giornata ha strappato solo un pareggio contro un ottimo Trapani. Due volte in svantaggio e due rigori con cui hanno raggiunto il 2-2 finale. Il Venezia invece non vince da novembre, e le ultime prestazioni sono state giocate sottotono. Vogliono riscattarsi e cancellare le ultime partite, che lo hanno fatto scendere nella zona retrocessione. Contro di loro ci sarà il bomber Iemmello, che continua a segnare tanto e potrebbe essere una spina nel fianco per gli arancioneverdi. Occhio anche a Falcinelli, che con il Trapani ha trovato il gol su rigore e che vuole ritornare ad essere una certezza. Sembra una partita che ha poco da dire, ma la palla è rotonda…

Spezia-Salernitana

Pareggio noioso per lo Spezia nel derby ligure, ed oggi si trova fuori dai Playout grazie agli scontri diretti. In caso di passo falso potrebbe chiudere il 2019 nella zona pericolosa, e non vuole assolutamente fallire. La Salernitana è reduce da una goleada contro il Pordenone, e Ventura punta alto. Con lo Spezia non ci sarà turnover, l’ex CT vuole continuità, e questa potrebbe rivelarsi un’arma a doppio taglio. Occhio a Scuffet: il portiere spezzino si è distinto questa stagione e più volte è stato decisivo per i bianconeri. Certo non può condurre la squadra alla vittoria, ma avere una certezza tra i pali da certezza alla squadra.

I giocatori della Salernitana esultano dopo il gol.
I giocatori della Salernitana esultano dopo il gol al Pordenone. Photo credits: lacittadisalerno.it

Pisa-Frosinone

Due sconfitte consecutive per il Pisa e per il Frosinone. Ai padroni di casa manca bomber Marconi, ancora infortunato. Gli ospiti invece, dopo tre vittorie consecutive, hanno chinato la testa con Benevento e Crotone (2-1 in entrambi i casi). I canarini vogliono chiudere bene il 2019 ed hanno le carte in regola per farlo. Molto dipenderà dal Pisa: il Frosinone ha uno dei peggiori rendimenti esterni in Serie B, e tra le mura amiche i nerazzurri sono pericolosi. Difficile fare un pronostico, ma di certo queste due formazioni non lasceranno nulla di intentato.

Benevento-Ascoli

E’ arrivata la partita più complicata della stagione per l’Ascoli: il Benevento al Vigorito. Nessun aggiornamento tra le file giallorosse: solo vittorie da metà novembre ad oggi. Contro il Chievo hanno subito il nono gol stagionale, ma indovinate un po’? Sono ancora la miglior difesa. Nelle ultime partite l’Ascoli ha sempre trovato il gol e ad anche la vittoria (se si considerano le ultime due). I bianconeri sono risaliti, e con il Benevento vogliono provarci. I giallorossi sono sempre dati per favoriti, ma chissà che le tre partite consecutive non abbiamo stancato gli uomini di Inzaghi. Una cosa è certa: l’Ascoli ci proverà.

Empoli-Livorno

L’ultima gara del 2019. L’ultimo atto prima del nuovo anno. Empoli favorito nonostante le delusioni delle ultime prestazioni (tra tutte, il gol non concesso con il Cosenza) a causa del rendimento livornese: gli amaranto non vincono da inizio novembre, e nelle ultime gare non hanno dimostrato di avere molto da dire. Fuori casa non hanno mai vinto ed hanno trovato solo due punti. L’ultima vittoria esterna risale addirittura a maggio 2019, contro l’Hellas Verona. Il passato favorisce Tramezzani: nessun’incrocio tra i due allenatori come tali, ma come calciatori Muzzi ricorderà quel Piacenza-Cagliari del ’97, quando l’allenatore amaranto tra le file piacentine lo condannò alla Serie B. Inoltre l’Empoli subisce gol da 13 partite consecutive. Gli azzurri sono comunque i favoriti per il successo, ma chissà che la fine dell’anno ci riservi qualche sorpresa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA