Il Perugia di Oddo sale al 2° posto grazie al 2-3 in Calabria scavalcando il Crotone di Stroppa, ora testa al Cittadella per allungare

Crotone-Perugia il match

Gara emozionante tra Crotone e Perugia all’Ezio Scida, fortino dal quale i calabresi non uscivano sconfitti dallo scorso febbraio. Gli uomini di Oddo passano in vantaggio dopo appena un quarto d’ora per opera del solito Iemmello, nono centro per lui in questo campionato. L’attaccante di origini calabresi raccoglie in area un assist di Caviglia e col destro supera Cordaz.

Alla mezz’ora Simy manca il pareggio, facendosi salvare il pallone destinato in posta da Vicario. Si va al riposo sull’1-0. Al rientro in campo ingenuità di Cordaz che esce malamente e consente a Melchiorri di raddoppiare.

Brutto momento per il Crotone sotto di due reti, ma da vera squadra di vertice sono duri a morire e al 12′ Mustacchio riapre i giochi sfruttando una respinta corta di Vicario sugli sviluppi di una punizione. Passano pochi minuti e gli ospiti ristabiliscono il doppio vantaggio con Di Chiara. In pieno recupero Mustacchio accorcia nuovamente con la personale doppietta siglando il 2-3 finale. Al 96′ solo uno spavento per il Perugia che grazie ad un miracolo di Vicario su Golemic ottiene il successo.

esultanza Iemmello (capocannoniere della Serie B) dopo la rete al Crotone – Photocredit: Calciogrifo.it

Situazione classifica

L’undicesimo turno di B mostra un volto nuovo alla classifica, con il primo tentativo di fuga in vetta e l’accorciamento della lista nelle zone basse.

Il Benevento, dopo la vittoria nel turno infrasettimanale con la Cremonese, bissa il successo interno e stende 2-0 l’Empoli in uno dei big match di giornata. Le Streghe si sono portate a quota 24 scavando un solco di cinque lunghezze dalla più diretta inseguitrice.

Al secondo posto troviamo il Perugia, che ha superato a pieni voti l’esame di maturità di Crotone: la formazione di Oddo sbanca lo “Scida” al termine di una partita intensa e molto divertente. Grazie al 2-3 finale il Grifo supera gli Squali, costretti alla seconda battuta d’arresto consecutiva e fermi a 18 punti in classifica. Insieme ai calabresi al terzo posto c’è un drappello formato da altre tre squadre: Pordenone, Salernitana e Chievo.Chiudono la zona playoff l’Empoli e l’Ascoli, appaiati a quota 17.

Risale la graduatoria il Pescara, adesso a una sola lunghezza dalla griglia degli spareggi e si confermano miglior attacco della B con 20 gol. In coda, Trapani a parte inchiodato a 6 punti, la graduatoria si accorcia: dalla Virtus Entella al Livorno ci sono nove squadre racchiuse nello spazio di cinque lunghezze. Delude ancora il Frosinone, 14 punti, che non va oltre il pareggio a reti bianche sul campo del Cittadella.

Come arrivano i Grifoni contro il Cittadella

Il Perugia di Massimo Oddo si è fermato per un giorno, lunedì, e ha ripreso martedì pomeriggio a preparare il confronto di sabato al Curi contro il Cittadella. Si stanno valutando le condizioni di Buonaiuto e Angella: l’attaccante è uscito dal campo di Crotone per un infortunio muscolare, si ipotizza un rientro solo dopo la sosta di campionato, in agenda dopo la gara di sabato.

Angella, invece, è parzialmente rientrato e proprio oggi si valuteranno i tempi di rientro a pieno ritmo, ma non sarà sicuramente rischiato dopo il lungo infortunio.

Per il resto la squadrà che dovrebbe scendere in campo contro gli uomini di Venturato sarà quasi la stessa vista allo Scida: 3-5-2 con Iemmello e Melchiorri in attacco sostenuti da Caviglia e Cararro in mediana. Ipotesi ballottaggio Falzerano-Balic. sugli esterni Di Chiara e Mazzocchi mentre in difesa Gyomber e Falasco a difendere la porta di Vicario.

Massimo Oddo in conferenza stampa – Photocredit: Calciogrifo.it

Perugia-Cittadella: I precedenti

Sabato 9 novembre alle 15 allo stadio Renato Curi si giocherà il quinto incontro della storia tra le due formazioni in terra umbra. Il bilancio delle partite ufficiali giocate vede: due vittorie Perugia, una vittoria Cittadella e un pareggio.

Stagione 2014/2015 vittoria del Perugia all’andata (3-1) ed al ritorno (2-0), mentre ricordo più amaro per la stagione 2017/2018 in cui saranno i veneti ad imporsi sui biancorossi (3-1). L’ultimo match tra le due squadre è del Maggio 2019, la partita finì a reti inviolate.

© RIPRODUZIONE RISERVATA