Tennis

Sinner soffre e rischia ma conquista la semifinale del Sofia Open

Vendica la bruciante sconfitta subita al primo turno del Master di Toronto Jannik Sinner, che soffre ma alla fine riesce a superare James Duckworth, in ottima forma nelle ultime settimane. In semifinale l’altoatesino adesso aspetta il vincente del match tra Kamil Majchrzak e Filip Krajinovic.

Sinner quasi perde il primo ma si rialza e trionfa

Sinner quasi inesistente nei primi minuti di gioco, con Duckworth che vince 12 dei primi 14 punti del match e si porta subito in vantaggio di un break. Il tennista azzurro decide iniziare a giocare e risponde ai tre game consecutivi dell’australiano con un contro-parziale di 8 punti a zero, ma nel sesto game lo scarso rendimento alla seconda gli costa un altro break che riporta Duckworth in vantaggio. Nell’ottavo gioco sul 5-2 l’aussie arriva vicino a vincere il primo set, ma dopo un braccio di ferro di 16 punti il nativo di San Candido tiene il servizio per poi recuperare il break nel game successivo. Nel dodicesimo game Sinner salva un set point riuscendo a portare la partita al tie-break, dove trova per la prima volta nel match un vantaggio che gli garantisce di mettere la firma sulla prima frazione.

Anche il secondo set inizia in modo negativo per Jannik, che perde subito la battuta e non riesce a capitalizzare due chance per riportarsi in parità. Dopo aver salvato un’altra palla break nel settimo, nell’ottavo game Sinner riesce finalmente a strappare il servizio a Duckworth, che inizia a vedere i fantasmi della rimonta del primo parziale. L’australiano riesce infatti a vincere solo 5 punti negli ultimi tre game e con il break subito nel decimo gioco consegna la vittoria a Sinner, che con la conquista della semifinale a Sofia supera Auger Aliassime nella corsa per le ATP Finals piazzandosi virtualmente in decima posizione.

Mager non dura neanche un’ora con Monfils

Brutta sconfitta per Gianluca Mager, che contro Gael Monfils resta in campo solo 50 minuti, perdendo due set (entrambi con il punteggio di 6-2) da 23 e 27 minuti. Il parigino, che fino a oggi non aveva giocato alcuna partita, dopo aver goduto del bye al primo turno e del ritiro di Ivashka al secondo, è arrivato abbastanza riposato e non ha praticamente fatto giocare il ligure. Il rendimento al servizio dell’azzurro si allontana parecchio da quello a cui ha abituato, superando appena il 50% di resa sulla prima e non arrivando al 30% sulla seconda. Monfils invece è apparso ispiratissimo e sul proprio servizio quasi non fa toccare palla a Gianluca; i 13 ace piazzati dal parigino sono solo una parte del suo dominio alla battuta. In tutta la partita Mager riesce a vincere solo 6 punti in risposta, di cui un doppio fallo dell’avversario. Adesso LeMonf in semifinale affronterà Marcos Giron, che al secondo turno ha battuto Alex De Minaur.

ENRICO RUGGERI

Photo Credit: via Twitter, @federtennis

Seguici su Metropolitan Sport

Back to top button