Spazio Wrestling MMI: Analisi della puntata del 30 luglio di Raw

La puntata di Raw del 30 luglio ha visto il ritorno del campione Universale Brock Lesnar che è stato il punto focale della puntata. Ronda Rousey ha portato avanti la sua rivalità con Alexa Bliss così come Seth Rollins con il duo formato da Dolph Ziggler e Drew McIntyre. Tutto questo e molto altro lo troverete analizzato e recensito da parte di Spazio Wrestling MMI Italia.

Roman Reigns apre lo show:

Il Big Dog è entrato sul quadrato dando vita ad un promo che è iniziato con un ringraziamento nei confronti del pubblico di Miami, molto caldo ed energico secondo il tre volte campione WWE. Reigns ha poi parlato di Brock Lesnar dicendo che la bestia non si presenterà per affrontare verbalmente il suo sfidante a Summerslam. Le parole di Reigns non sono state smentite dopo l’arrivo di Paul Heyman che ha detto che il suo cliente si presenterà quando lo crede più opportuno e che dopo Summerslam tornerà in UFC divenendo poi campione mondiale in due diverse discipline. Roman Reigns ha risposto che Lesnar tornerà in UFC dopo il pay per view ma senza titolo Universale.

Analisi del promo:
Il promo ha seguito il canovaccio degli altri scontri verbali fra Heyman e Reigns ma a differenza di altre volte il Big Dog è risultato più credibile al microfono. Probabilmente dietro la buona performance dell’Ex Shield è frutto di una buona scrittura del promo facendolo risultare meno legnoso di altre volte.

Baron Corbin vs. Finn Balor

https://www.youtube.com/watch?v=mCCw0qva4Ec

Il rematch di Extreme Rules fra le due Superstars ha visto Corbin controllare per larghi tratti la contesa. The Constable ha sfruttato la sua stazza per abbassare i ritmi dell’incontro non permettendo al suo dinamico avversario di sfruttare il suo bagaglio tecnico. Balor da inizio ad un rimonta dopo un Double Foot Stomp ma Corbin ha subito imposto nuovamente la sua maggiore prestanza fisica connettendo con un Deep Six. Nonostante ciò Balor tenta un Coup de Grace che però Baron Corbin evita mettendo ha segno la sua End of Days che gli dà la vittoria.

Analisi del match:
Per molti aspetti questo match è stato molto simile a quello di Extreme Rules. L’unica differenza sostanziale fra le due contese è il risultato finale. Le due Supertars hanno dato vita ad un altro buon match che però non innalza lo status di nessuno dei due contendenti. Baron Corbin difficilmente verrà collocato vicino ai main eventer nelle gerarchie di Raw mentre Balor è in caduta libera ormai da un anno e sembra ormai impossibile che possa competere per l’alloro massimo dello show rosso.

Lite nel Backstage fra Paul Heyman e Brock Lesnar

Paul Heyman chiede al suo cliente di apparire sul ring più tardi ma il campione Universale non si dice interessato alle parole dette da Roman Reigns. Nel backstage Angle dice ad Heyman che se Brock Lesnar non si presenterà sul ring sarà l’ex GM della ECW ad essere licenziato. Paul Heyman torna del suo cliente per spiegargli la situazione ma anche stavolta Lesnar appare disinteressato. Dopo l’ennesimo discorso di Heyman il campione Universale si irrita e gli dice che lui non lavora per Heyman ma il contrario.

Analisi del promo:
Questo promo ha gettato le basi per il main event della serata e per un possibile turn di Heyman ai danni della bestia. Il tutto ben eseguito con Lesnar molto convincente nella sua interpretazione del campione che avendo tutto ciò che vuole si disinteressa del suo manager fino al punto di minacciarlo.

Alicia Fox vs. Natalya

La Fox accompagnata da Alexa Bliss se la vede con Natalya, accompagnata dalla sua amica Ronda Rousey. Alicia Fox controlla gran parte della contesa prendendosi persino il tempo di prendere in giro Ronda Rousey. Natalya contrattacca con un Basement Dropkick seguito da una Discus Clothesline. Alicia Fox riprende subito in mano le redini del match con un Northen Light Suplex che gli vale un conto di due distraendo poi l’arbitro e Ronda Rousey permettendo ad Alexa Bliss di colpire Natalya. L’attacco della campionessa nei confronti della figlia di Jim Neidhart si rivela efficare portano alla vittoria la Fox. Dopo l’incontro la Rousey attacca le heel con Alexa Bliss che a differenza di Alicia Fox riesce a sottrarsi alla furia dell’ex campionessa UFC.

Analisi del match:
L’incontro è stato di buona fattura ma tutta la contesa ha fatto da promo alla sfida valevole per il titolo femminile di Raw fra Alexa Bliss e Ronda Rousey che si terrà a Summerslam. Le due Superstar stanno dando vita ad un’ottima faida sopratutto grazie all’ottima lavoro da heel della campionessa.

Elias attacca Bobby Lashley

Credit: WWE.COM

The Drifter da inizio ad un suo concerto parlando del successo del suo album, Walk with Elias quando viene interrotto da Bobby Lashley. I due hanno un breve alterco con Elias che afferma che l’ex campione ECW vuole duettare ma Lashley da torto al cantante. L’ex Superstar di NXT inizia a suonare una canzone attaccando durante la sua performance l’atleta di colore . Dopo un breve scambio di colpi Lashley mette in fuga Elias.
Analisi del promo:

Bobby Lashley continua a risultare tremendamente noioso riuscendo a deludere anche in coppia con Elias che fin’ora è stato uno dei migliori performer al microfono di Raw. La rivalità fra i due non promette niente di buono con The Drifter che potrebbe (ingiustamente) essere sacrificato per innalzare lo status di Lashley

Braun Strowman vs. Jinder Mahal

Il match è terminato dopo poche manovre di potenza di Strowman per via dell’intervento di Kevin Owens che ha distratto il Monster Among Men prendendo la sua valigetta. Strowman ha inseguito KO perdendo il match per count out. Michael Cole alla fine dell’incontro ha parlato della possibilità che Strowman possa perdere la valigetta a Summerlam venendo contato fuori dal ring o per una squalifica.

Analisi del match:
L’incontro non è valutabile essendo durato molto poco ma il segmento ha messo in risalto la sagacia di Owens e la possibilità che quest’ultimo sfrutti il regolamento dei match della WWE per accaparrarsi il Money in the Bank di Braun Strowman. Un segmento molto diverso da quelli tipici del gigante che lo ha visto per la prima volta vulnerabile.

Akam vs. Apollo Crews

Dopo aver subito lo strapotere fisico degli Authors of Pain in contese di coppia il Titus Worlwide rappresentato da Apollo Crews sfida nuovamente gli ex campioni tag team di NXT rappresentati da Akam. Il big man sfrutta la sua stazza per dominare gran parte della contesa ma Crews grazie alla sua agilità riesce a contrattacare con un Big Boot, un Enzuigiri e uno Standing Moonsault. Akam riesce a riconquistare il controllo del match ma fallendo una placcaggio al Turnbuckle subisce un Roll up che da la vittoria ad Apollo Crews.

Analisi del match:
Un incontro completamente inutile che è arrivato dopo settimane in cui gli Authors of Pain ha distrutto in pochi minuti il Titus Worlwide. La vittoria di Crews non rende più credibile un team che sarà sempre relagato al ruolo di jobber. Gli Authors of Pain non vengono danneggiati dalla sconfitta avendo sconfitto facilmente tutti gli avversari che gli si sono parati davanti fin’ora.

Drew McIntyre vs. Seth Rollins

Credit: WWE.COM

L’ex campione NXT controlla le primi fasi della contesa grazie alla sua potenza fisica. Seth Rollins riesce comunque ha mettere a segno manovre importanti come un Suicide Dive che colpisce McIntyre fuori dal quadrato. Ziggler osserva l’incontro fuori dal ring mentre Rollins colpisce lo scozzese con una Falcon Arrow. McIntyre reagisce con una Spinebuster che frena l’impeto dell’ex campione WWE. Dopo un Roll up che per poco non metteva fine alla contesa Rollins mette a segno la Curb Stomp ma Ziggler interviene facendo scattare la squalifica . Rollins viene attaccato dai due heel ma riesce a scappare ponendo fine all’assalto del campione Intercontinentale e del suo scudiero.

Analisi del match:
Seth Rollins si rivela ancora una volta il miglior performer della WWE aiutato anche dal grande lavoro di Drew McIntyre. I due hanno dato vita ad un incontro intenso e dal buon ritomo che meritava un finale più netto. La rivalità fra Rollins e Ziggler continua nel migliore dei modi così come la costruzione di McIntyre che appare una forza della natura.

Promo del B-Team/ Deleters of Worlds vs. The Revival

Credit: WWE.COM

Il B-Team vengono intervistati da Charlie Caruso quando vengono interrotti dall’arrivo dei Deleters of Worlds che danno vita ad uno dei loro promo nei quali parlano per metafore. Arrivano i Revival che dicono che gli ex campioni di coppia devono farsi da parte e dare un occasione a loro di sfidare il B-Team. Viene sancito il match i Deleters of Worlds e The Revival.
Dawson e Wilder attaccano costantemente Matt Hardy con il loro gioco di squadra non permettendo a Wyatt di entrare nel ring. Quando Hardy riesce a dare il cambio al suo compagno di squadra l’esito del match sembra segnato a favore degli ex campioni di coppia ma i due volte campioni di coppia di NXT mettono a segno la Shatter Machine su Wyatt sfruttando una distrazione di Hardy che non riesce ad interrompere lo schienamento del suo compagno.

Analisi del match:
I Deleters of Worlds sono già alla fine del loro ciclo non avendo mai impressionato né sul ring né con i loro promo. Il ritorno dei Revival fra gli sfidanti più accreditati per i titoli di coppia è un bene per l’intera divisione essendo Dawson e Wilder il miglior tag team della compagnia di Stamford. Quanto al B-Team il loro regno titolato appare ancora in fase embrionale e non dovrebbe finire alla prima difesa in pay per view.

Sasha Banks e Bailey vs. The Riott Squad

Credit: WWE.COM

La Riott Squad controlla le prime fasi del match attaccando sagaciamente Bailey. Una volta che la Hugger da il tag team a Sasha Banks il ritmo del match cambia con la Boss che impone la sua classe contro le due Superstars meno esperte. Le due rappresentanti della Riott Squad tornano all’attacco ma il ritorno sul ring di Bailey riporta in vantaggio il duo face. Sasha Banks connette con un Double Knees dalla teeza corda per un conto di due. Nelle ultime fasi del match la Bank Statement della Boss apre le porte a Bailey per colpire Liv Morgan con un Bayley to Belly Suplex che regala la vittoria alle due Horsewomen.
Analisi del match:
La Riott Squad continua a perdere contro Superstars dallo status più elevato e questo conitinuerà fino al ritorno del leader della Stable Ruby Riott. Sasha Banks e Bayley sembrano nuovamente in buoni rapporti ma una delle due tradirà l’altra prima o poi. Il problema vero è che la faida fra le due non decollerà fino a quando una delle due ragazze turnerà heel.

Brock Lesnar torna sul ring

Credit: WWE.COM

Kurt Angle chiama sul ring Paul Heyman dicendo che se Brock Lesnar non si farà vivo l’ex GM della ECW sarà licenziato. Heyman afferma che Lesnar non arriverà facendo irritare Angle che lo licenzia. Risuona la theme song di Lesnar che arriva sul quadrato e dice a Kurt Angle se ha un problema nei suoi confronti. I due sono faccia a faccia quando il campione Universale colpisce l’Eroe olimpico con una F-5. Paul Heyman deride il GM di Raw per poi subire l’attacco del suo cliente, stufo degli atteggiamenti del suo manager. Il pubblico fischia Lesnar e vuole l’arrivo di Roman Reigns quando il campione Universale lascia il ring.

Analisi del promo:
Brock Lesnar ha finalmente mostrato quella furia che aveva caratterizzato l’inizio della sua carriera e del suo ritorno in WWE nel 2012. L’attacco ai danni di Angle ed Heyman ha permesso a Roman Reigns di essere acclamato dal pubblico, una cosa ormai rara nel 2018. Sarà interessante vedere il ruolo di Heyman nelle prossime settimane; ora che è stato attaccato dal suo cliente potrebbe tradirlo a Summerslam costandogli il titolo.

Il prossimo appuntamento con il wrestling WWE è previsto per domani con Smackdown Live.

SIMONE FRANCESCHETTI

http://www.spaziowrestling.it/
https://www.facebook.com/spaziowrestling.it/
https://www.facebook.com/metropolitanmagazineitalia/
https://www.twitter.com/MMagazineItalia

© RIPRODUZIONE RISERVATA