28 anni fa la Strage di Capaci, il terribile attentato in cui morirono il giudice Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e gli agenti della scorta Antonio Montinaro, Rocco Dicillo e Vito Schifani. Un momento drammatico della storia del nostro paese che ha svegliato le coscienze di tutti gli italiani. Un evento di cui nemmeno il Covid ha fermato il ricordo che oggi avverrà, seppur a distanza, con molte iniziative.

Il ricordo della Strage di Capaci

Il 23 maggio 1992 il tritolo della mafia uccideva il giudice Giovanni Falcone dando un messaggio forte allo Stato italiano. Se Cosa nostra voleva silenziare il paese dimostrando tutto il potere di uno stato nello stato, non ci riuscì. Le cinque bocche chiuse nella strage di Capaci aprirono in realtà le bocche di milioni di italiani che non rimasero mai più in silenzio nemmeno con la morte, trenta giorni dopo, nella strage di via d’Amelio di Paolo Borsellino. Per questo oggi è importante ricordare questo dramma terribile che ha segnato un paese intero di generazione in generazione. Oggi non ci saranno navi della legalità e l’incontro con gli studenti nella aula bunker del carcere dell’Ucciardone a causa dell’emergenza coronavirus. Il Covid però non ha fermato il ricordo del terribile attentato che prosegue con molte iniziative.

L’annuncio della morte di Falcone

Le lenzuola bianche per ricordare Falcone


Una delle iniziative in ricordo delle vittime di Capaci è il flash mob organizzato in tutta Italia per le 17:58, l’ora del terribile attentato. In questo evento verranno esposte ai balconi di ogni abitazione lenzuola bianche per ricordare Falcone e le vittime di Capaci. Si tratta di un iniziativa che è stata lanciata dalla Fondazione Falcone e da #PalermochiamaItalia con lo slogan: “il mio balcone è la mia piazza”. Nella stessa ora davanti all’albero Falcone sarà suonato “Il silenzio” ma senza la presenza della folla. Contemporaneamente nella caserma Lungaro sarà collocata la teca di Quarto Savona Quindici con i resti dell’auto della scort. Accanto ad essa sarà rappresentato il dramma “La corale del silenzio” di Vincenzo Pirrotta con la partecipazione del duo siciliano Ficarra e Picone .

© RIPRODUZIONE RISERVATA