Tennis

Lo strano match di Sinner: prima Krajinovic e poi Djokovic

Adv

Nella notte italiana è iniziata la giornata di esibizioni al Memorial Drive Tennis Centre di Adelaide. La manifestazione, denominata “ A day at the Drive”, offre l’opportunità di vedere in azione diversi top player e di raccogliere fondi a favore dell’Australian Tennis Fondation. Il programma sarebbe dovuto iniziare alle 3.30 del mattino con l’attesissima sfida Sinner-Djokovic, ma il serbo si è ritirato poco prima dell’avvio della partita, principalmente a causa di alcune vistose vesciche alle mani. Così, l’esibizione è diventata un curioso match a tre.

Sinner cede ai serbi con un doppio 3-6

Al posto del numero 1 del mondo, Jannik Sinner si è trovato dall’altra parte della rete un altro serbo: Filip Krajinovic. Sembra non essere ancora giunto il fatidico momento di vedere Sinner contro Djokovic. Il primo set si apre con Krajinovic che tiene il servizio, seguito a ruota da Sinner. Al quarto game, il tennista serbo numero 31 ATP riesce ad aggiudicarsi il primo break del match, complice anche un Sinner abbastanza falloso. Krajinovic supera il suo turno di battuta in scioltezza e qui è bravo l’azzurro a tenersi attaccato alla partita per non ritrovarsi 1-5. Sul 5-2 Krajinovic, Sinner allunga la partita tenendo il servizio, ma il set finisce 6-3. Rammarico per una palla break non sfruttata da Sinner e qualche errore non forzato di troppo.

Tra il primo e il secondo set avviene il colpo di scena: rientra Novak Djokovic e gioca tutto il secondo set contro Sinner! Sul 2 pari, risulta evidente che il numero 1 del mondo non abbia più forti dolori e possa giocare al meglio, per la gioia del pubblico presente ad Adelaide. Cambia l’avversario per il giovane italiano, ma il risultato rimane invariato: ancora 6-3 in favore di Nole, che mostra qualche formidabile accelerazione di rovescio lungolinea e qualche scambio di alta intensità. Nonostante ciò, perfino il serbo applaude, quando sul 3 pari, Sinner si apre il campo con un’ottima prima e un dritto a velocità supersonica. Il talento, quindi, è ancora lì, più intatto che mai, mancano gli ultimi affinamenti prima dello slam australiano, per ritrovare ritmo al cento per cento.

Gli altri grandi match in programma

Nel secondo match della giornata d’esibizione ad Adelaide, Serena Williams ha affrontato e sconfitto Naomi Osaka con lo score di 6-2 \2-6\10-7 (tie-break al posto del terzo set). Dopo il bonus match tra Venus Williams e Irina-Camelia Begu, nella mattinata italiana, dalle 9.30 circa, sono previsti altri due grandi incontri. Rafael Nadal, che ad Adelaide si è allenato con Jannik Sinner, sfida Dominic Thiem, mentre Simona Halep affronta Ashleigh Barty in chiusura di programma.

Silvia Antonini

Crediti foto

Adv
Adv
Adv
Back to top button