Gossip e Tv

Susanna Biondo e la storia d’amore con Fiorello

La storia d’amore tra Susanna Biondo e Rosario Fiorello è solida e duratura. Sono una coppia da molti anni, precisamente dal 1996, e sembra proprio che la loro intesa non subisca l’influenza del tempo.

Susanna Biondo è lontana dal mondo dello spettacolo e della televisione, per questo non si hanno molte informazioni sulla sua vita privata, custodita gelosamente. Nata nel 1965, laureata in Economia e Commercio, lavora da molti anni nell’azienda di famiglia che si occupa di servizi di doppiaggio e post-produzione. Oltre alla sua professione dedica il suo tempo alla sua famiglia: è mamma di due figlie, Olivia, nata dal precedente matrimonio con l’imprenditore Edoardo Testa, e Angelica, nata dalle relazione con il showman Fiorello.

Susanna Biondo ha estrema cura della sua privacy e per questo non possiede profili social. La si può vedere soltanto in immagini in coppia con il marito Fiorello paparazzate da lui stesso.

Susanna Biondo e Fiorello, la loro storia d’amore

La loro storia d’amore nasce nel 1996. Lui era agli albori del successo, il periodo in cui andava per le piazze italiane per far cantare il suo pubblico con il Karaoke. Estroverso e dinamico lui, timida e riservata lei: un giusto equilibrio per una vita professionale movimentata e una vita privata all’insegna della tranquillità.

Dopo ben sette anni di convivenza, la coppia è convolata a nozze nel 2003. La cerimonia fu strettamente privata, riservata a poche persone, le più intime, nulla a che vedere con i grandi eventi organizzati dallo showman. Nel 2006 nasce la figlia Angelica, dono dell’amore tra Susanna e Fiorello. Il famoso conduttore e uomo di spettacolo ha dichiarato più volte di considerare la prima figlia di Susanna, Olivia, anche come sua figlia, non essendo importante il fatto che non sia naturale.

Sulla moglie Susanna lo showman ha così dichiarato in un’intervista a Vanity Fair:

Se oggi sono tornato a essere un uomo normale, se ho capito che la mondanità va vissuta solo quando è strettamente necessaria, devo dire grazie solo a Susanna“.

Cinzia Favi

seguici su

Facebook

Instagram

Twitter

Back to top button