Metropolitan Today

Tay Bridge, 143 anni fa il drammatico disastro in Scozia

Benvenuti nel viaggio nel tempo di Metropolitan Today. Torneremo indietro alla fine del diciannovesimo secolo per parlare di un drammatico disastro. Parleremo di ponti, di fiumi e di treni. La notte del 28 dicembre 1879 in Scozia il ponte Tay Bridge cedette a causa di un violento temporale mentre veniva percorso da un treno. A questo drammatico evento è dedicata la puntata di oggi

È la sera del 28 dicembre 1879 quando violenta tempesta fa collassare il Tay Bridge. In quel momento sfortunatamente transitava un treno che venne scaraventato nel fiume. Le vittime accertate, in base ai biglietti venduti, furono 75. 2 corpi furono recuperati due mesi dopo il tragico evento. Il Tay Bridge era stato progettato dall’ingegnere ferroviario Thomas Bouch che finì successivamente sotto inchiesta. La costruzione era stata realizzata con travi e colonne di ferro e ghisa ed era la prima che attraversava in Scozia il Firth of Tay nella zona tra Dundee e Wormit.

Tay Bridge, le cause del disastro

Tay Bridge, 143 anni fa il drammatico disastro in Scozia
Il disastro del Tay Bridge, fonte wikipedia.org

Dall’inchiesta contro Bouch e dalla successive indagini emerse che il disastro del Tay Bridge fu causato da diversi fattori. Innanzitutto durante i lavori di progettazione, come gli fu chiesto, Bouch non tenne conto del carico e della potenza del vento. Fu accertato poi che le travi e le colonne del ponte furono realizzate con materiale scadente e male assemblato come dimostra del fatto che alcune testate si ruppero con un carico d’acqua di 20lt anziché 60 lt. Il grande numero delle vittime spinse poi gli ingegneri a migliorare il nuovo Tay Bridge e il più famoso Forth Bridge.

Altre ricorrenze importanti

Il nostro viaggio nel tempo continua con il 28 dicembre 1065 quando venne consacrata l’abbazia di Westminster. Facciamo un salto nel tempo fino al 28 dicembre 1832 quando John Caldwell Calhoun fu il primo vicepresidente degli Stati Uniti a dimettersi. 38 anni dopo, il 28 dicembre 1870 vi fu una straordinaria inondazione a Roma a causa dello straripamento del Tevere. Parliamo ora di una data fondamentale che sancisce l’inizio della storia del cinema.

Il 28 dicembre 1895 si svolse infatti la prima proiezione pubblica cinematografica a pagamento dei fratelli Lumiere in un caffè di Parigi. Sempre nella capitale francese, il 28 dicembre 1897, debuttava il “Cyrano de Bergerac” di Edmond Rostand. Concludiamo il nostro viaggio nel tempo ricordando che il 28 dicembre 1973 usciva il famoso libro “Arcipelago Gulag” di Aleksandr Solženicyn.

Stefano Delle Cave

Seguici su Google news

Stefano Delle Cave

Stefano Delle Cave è scrittore, giornalista pubblicista e regista. Laureato magistrale in D.A.M.S. all’Università di Roma Tre. Gli articoli redatti da Stefano giornalista hanno per tema il cinema, la cultura e la società civile in genere.
Back to top button