The Last of Us Part II protagonista del nuovo State of Play mandato in onda in diretta, stasera, sul canale ufficiale Youtube di Playstation con una diretta dalla durata di 25 minuti in cui è stato mostrato una lunga sessione di gameplay! Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta.

Gameplay inedito e una Seattle mai vista nello State of Play di The Last of Us Part II

Dopo il filmato introduttivo già apprezzato nel secondo Inside The Gameplay, la live si mostra ai nostri occhi partendo dal finale di The Last of Us, dall’ospedale delle Luci in Salt Lake City, la voce di Neil Druckmann ci descrive che Ellie e Joel si sono stabiliti a Jackson, trovando una pace che, purtroppo, non durerà molto.

La storia si dipanerà per tutto l’arco dell’anno e il gioco ci presenterà scenari sempre diversi, potremmo liberamente esplorare larghi spazi in cui la natura ha preso il sopravvento e, soprattutto, l’intera città di Seattle, arricchita da grattacieli scheletriti e una fitta vegetazione.

Saremo liberi di esplorare i sobborghi urbani e la Downtown, Ellie potrà muoversi a cavallo o in barca. Serrati e al cardiopalma come già visto nei precedenti video di gameplay, gli scontri contro i Washington Liberation Front.

Ellie potrà, come sappiamo, nascondersi nell’erba alta, usare una varietà di armi che, anche stavolta saranno totalmente potenziabili e modificabili. Le feature saranno riprese dal prequel, come la modalità ascolto che terrà traccia anche del nostro odore, annusabile dai cani del nemico.

In un’inedita sequenza in cui vedremo Ellie da sola all’azione, in ampi spazi aperti e chiusi dove userà liberamente l’ambiente a suo vantaggio. La ragazza si deve farsi largo per entrare in un’ospedale, presumibilmente proprio a Seattle, per cercare un’infermiera di nome Nora.

Alla fine la trova, entrambe le donne si riconoscono, facendo notare allo spettatore che già si conoscevano in precedenza. Ma quando? Durante la permanenza di Ellie a Jackson oppure no? Vi ricordo che la madre di Ellie era un’infermiera, sarà legata a Nora in qualche modo, oppure è solo una mera coincidenza?

Le sezioni di azione e stealth sono abbastanza bilanciate tra di loro e offrono senz’altro vari spunti e approcci adattabili a diversi stili utilizzati dai videogiocatori. Questo rende il gameplay di The Last of Us Part II godibile a tutti i gusti.

Inoltre, è stata confermata la presenza di nuovi infetti, e Neil Druckmann lascia spazio a dubbi: li scopriremo soltanto in game, che saranno animali infetti dal cordyceps come mostrato in qualche fanart che circola in rete? Sarebbe davvero un punto di svolta per la serie!

Naughty Dog afferma che è il gioco gioco più vasto creato dal loro studio, peserà ben 78 GB su console e sarà disponibile su due dischi. Non si conosce la durata effettiva della campagna; qualcuno mormora di trenta ore di gioco complessive, con un’elevata rigiocabilità grazie alla presenza di vari eventi in-game persi durante la prima run.

Non ci resta che attendere l’19 Giugno 2020 per finalmente giocare, senza indugi, alla storia di Ellie e Joel!

Qui, tutti i nostri articoli!

Seguiteci su Facebook e Instagram!

© RIPRODUZIONE RISERVATA