Cinema

Tom Cruise al Festival di Cannes 2022: “Il cinema è il mio amore e la mia passione”

Standing ovation per Tom Cruise: ammirato sul red carpet ed omaggiato con un volo acrobatico e Palma d’Oro a sorpresa.

Tom Cruise omaggiato sulla Croisette con un volo acrobatico e con Palma d’Oro a sorpresa

Il veterano dei festival di cinema internazionali, il protagonista di “Mission Impossible” arriva alla première in elicottero nero (da lui stesso pilotato). A colpire subito è l’hairstyle scalato con frangia aperta e spettinata, in una tinta castana monotonale dalla texture morbida e svolazzante. Parliamo propri di lui, il divo di Hollywood Tom Cruise, atterrato a bordo di un elicottero al Festival di Cannes 2022 che è stato accolto da incredibili colpi di scena emozionanti.

Tom Cruise al Festival di Cannes 2022: "Il cinema è il mio amore e la mia passione"

L’attore è stato omaggiato sulla Croisette con un volo acrobatico e pure con una Palma d’Oro a sorpresa. L’attore è apparso in splendida forma, con un sorriso affascinante e un doppio look impeccabile firmato Giorgio Armani: per il giorno un completo blu con camicia con il collo sbottonato, e per la sera un elegante smoking nero con papillon.

A Cannes, Tom Cruise ha presentato fuori concorso il suo nuovo film Top Gun: Maverick, l’attesissimo sequel del cult anni ’80 Top Gun, in cui torna a indossare gli iconici panni del pilota Pete “Maverick” Mitchell, che arriverà nei cinema italiani dal 25 maggio, con anteprime il 21 e 22 maggio.

Sul red carpet, in cui hanno partecipato anche altre star del film come Jennifer Connelly e Miles Teller, in onore del suo arrivo, c’è stato l’omaggio della Patrouille de France, la pattuglia acrobatica dell’aeronautica militare francese, con il volo delle Frecce Tricolori. Inoltre, durante la première europea di Top Gun: Maverick, che è stata accolta da una standing ovation di 5 minuti, a Tom Cruise è stata consegnata a sorpresa la Palma d’Oro onoraria.

Tom Cruise ha parlato del suo amore per il grande schermo

Nel corso della sua partecipazione al Festival di Cannes, l’attore ha anche tenuto una masterclass che è stata anch’essa salutata da una standing ovation. Nell’incontro con il pubblico, la star ha parlato del suo amore per il grande schermo: “Il cinema è il mio amore, la mia passione. Quando ero bambino sognavo gli aerei e i film, volevo l’avventura, ero un sognatore. Scrivevo storie e personaggi e anche oggi penso solo al futuro”.

L’occasione della masterclass è stata un’occasione per ricostruire la sua carriera. Sono stati menzionati una carrellata dei suoi film dall’Ultimo samurai a Eyes wide shut, da Nato il quattro luglio MagnoliaCodice d’onoreIl colore dei soldiRainman: fantascienza, commedia, cinema d’autore, thriller, cinema romantico, azione soprattutto e infatti si chiude con la saga di Mission impossible

È stato un modo per celebrare il suo amore sconfinato per il cinema, e la sala cinematografica come non smette di ricordare Thierry Frémaux che lo introduce dicendo: “Non fa pubblicità né serie né film per le piattaforme. Se volete vedere Tom Cruise dovete andare al cinema“.

Racconta Tom Cruise che: “Da ragazzo ho fatto tanti lavoretti: tagliavo l’erba, spalavo la neve, vendevo cartoline porta a porta tutto per mettere da parte i soldi solo per andare al cinema. A 18 anni ho cominciato a viaggiare e quando ho fatto Taps – Squilli di rivolta il mio primo film, un piccolo ruolo vinto con il mio secondo provino, ero consapevole che non avevo frequentato la scuola di cinema. La mia scuola è stata il set. Sono stato in ogni singolo dipartimento, ho studiato tutto, ho fatto domande ad ogni persona che lavorava a quel film perché non sapevo se ne avrei fatto un secondo. Da quel momento in poi se non capisco qualcosa non ho mai avuto paura di dirlo e di lavorare per capirlo. Ho girato il mondo non come turista ma lavorando nei paesi, incontrando le persone, curioso del loro modo di racontare le loro storie“.

L’attore continua sottolineando: “Sono cresciuto con il cinema di Buster Keaton, Harold Lloyd, Charlie Chaplin e da quando avevo 4 anni che volevo fare il cinema. È stato un viaggio interessante, ho iniziato da giovane e ho fatto di tutto per poterlo fare tutto il resto della mia vita. Ho cercato di studiare e imparare per avere capacità in tutti gli aspetti della macchina: il montaggio, la sceneggiatura, la regia ma prima di tutto rimango uno spettatore. Metto il mio cappellino e vado in incognito nella sala cinematografica, mi siedo in platea, voglio vedere tutto e cercare di capire fin dove si può spingere questa forma d’arte. Sono sempre proiettato verso il futuro a chi mi dice ma cosa puoi fare di meglio? Per me il tempo passato con la troupe sul set è prezioso”.

Adesso Tom prosegue il suo viaggio europeo, infatti è atteso a Londra per la prèmiere britannica di Top Gun: Maverick, in cui sarà presente il principe William e Kate Middleton. Nonostante questo, sembra anche avere un ruolo misterioso centrale durante le celebrazioni del Giubileo di Platino della regina Elisabetta.

Valeria Muratori

Adv

Related Articles

Back to top button