La Triestina, in seguito alla sconfitta di misura sul campo del Potenza, ha detto addio alla corsa per la Serie B. Il risultato finale e la conseguente eliminazione dai playoff appaiono, in realtà, una punizione troppo pesante per la squadra di mister Gautieri. La Triestina ha dominato la partita per tutti i novanta minuti, sfiorando diverse volte la rete del vantaggio e colpendo addirittura due traverse con Lodi e Procaccio. Gli alabardati hanno anche protestato vivacemente per un rigore negato sul risultato ancora di parità. La rete del Potenza è arrivata nel finale con un contropiede finalizzato dall’ex di turno França.

Triestina con l’amaro in bocca

La Triestina esce di scena dai playoff un anno dopo la doppia finale persa con il Pisa. Come per la scorsa stagione anche quest’anno il rammarico è forte. Dopo aver accarezzato il sogno della Serie B, la Triestina ha iniziato la stagione con l’obbligo di recitare la parte da protagonista. Gli alabardati hanno iniziato molto male la stagione, perdendo subito contatto dalle squadre di testa e navigando nelle ultime posizioni valide per i playoff. La buona campagna acquisti effettuata a gennaio ha permesso ai friulani di recuperare qualche punto in classifica, arrivando a questi playoff come una possibile outsider. La sconfitta in terra lucana lascia l’amaro in bocca, ma la società può iniziare a progettare con calma la prossima stagione da non sbagliare assolutamente.

triestina
Credits: U.S. Triestina Calcio 1918

Un mercato iniziato a gennaio

La Triestina deve iniziare a buttare giù le basi per il prossimo campionato di Serie C. Per quanto riguarda il capitolo allenatore si dovrebbe andare verso la riconferma di Carmine Gautieri. Di mercato, molto probabilmente, si inizierà a parlare dalla prossima settimana dato che si attendeva la fine dell’avventura playoff per studiare le mosse giuste. Il tecnico campano, se confermato, potrà contare su una buona base di giocatori. La Triestina a gennaio ha lavorato molto in sede di calciomercato, puntellando la rosa di elementi interessanti ed esperti. Hanno raggiunto la società alabardata gli esperti Lodi e Brivio, rispettivamente da Catania e Chievo, e il laterale Sarno, sempre dal Catania. Vedremo come si muoverà in estate la società friulana per cercare l’ennesimo assalto alla Serie B.

© RIPRODUZIONE RISERVATA