Esteri

Una chiamata alla cultura: i siti dell’Unesco in Ucraina sono in pericolo

A causa dell’attacco Russo i sette siti dell’Ucraina tutelati dall’Unesco sono in pericolo di sopravvivenza. Sono sei siti culturali e uno naturale, tra questi vi è la magnifica cattedrale di Santa Sofia il centro storico dell’antica città di Tauric Chersoneso, che in questo momento è seriamente minacciata.

La cattedrale di Santa Sofia a Kiev in pericolo

La cattedrale di Santa Sofia a Kiev è l’orgoglio della capitale. Con le sue preziose cupole in ore e verde che simboleggia l’istituzione di Kiev come capitale dello stato cristiano, il luogo di culto del paese fino al XIII secolo. Fu fondata nel 1051, al complesso monastico di Pechersk Lavra della chiesa ortodossa ucraina, la cui influenza spirituale ha sperperato e promosso la fede e la cultura ortodossa in Kiev.

Il centro storico di Leopoli in pericolo

Purtroppo, anche il prezioso centro storico di Lviv o Leopoli e L’arco geodetico di Struve è in pericolo, che è una catena di triangolazioni di rilevamento che va da Hammerfest in Norvegia al Mar Nero. E’ stata creata e utilizzata dallo scienziato baltico-tedesco Friedrich Georg Wilhelm Von Struve per definire le esatte forme e dimensioni della Terra.

Anche le faggete primordiali e le foreste secolari dei Carpazi, fa residenza dei metropoliti bukovini e dalmati a Enivci, con la propria cappella di S. Ioan nel monastero di Suceava. Sono in pericolo nella regione di Carpazi le chiese storiche in legno ed anche l’antica città di Tauric Chersoneso, fondata dai coloni greci tra il V e il VI secolo a.C.

Unesco, in pericolo il patrimonio mondiale immateriale: la pittura e la ceramica in Ucraina

E’ riconosciuto dall’Unesco anche come patrimonio mondiale immateriale la pittura del villaggio di Petrykivka, che si trova a Podniprovia, una decorazione tipica in cui la popola è abituata a seguire la tradizione di adornare le case. Si possono trovare canzoni cosacche che narrano le battaglie, le campagne e la vera e propria storia vissuta che parlano di queste pitture.

E’ in pericolo anche la ceramica dipinta di Kosiv, che si contraddistingue per i propri disegni in soli tre colori, giallo verde e marrone, che raffigurano le montagne il sole e la terra.

10 Marzo

Valeria Muratori

Instagram

Back to top button