BRAVEEsteri

USA: legge sull’aborto in Texas

In Texas è entrata in vigore la legge contro l’aborto

Il 01/09/2021 negli Usa, in Texas, è entrata ufficialmente in vigore una nuova legge sull’aborto, che ne vieta severamente la procedura dopo circa sei settimane dall’inizio della gravidanza. La “State Bill 8”, conosciuta anche come “heartbeat bill”(“ legge del battito cardiaco”), è stata firmata lo scorso maggio dal governatore repubblicano Abbott. Con essa si vieta l’aborto una volta che i medici abbiano riscontrato attività cardiaca nell’embrione, che avviene di solito attorno alle sei settimane, anche se a non c’è ancora un organo cardiaco vero e proprio.

Negli Stati Uniti l’aborto è legale a livello federale, come previsto dalla sentenza del 1973 della Corte Suprema (Roe v. Wade). Non è presente però una legge unica che ne regoli le modalità, poiché ogni stato gode di una propria capacità legislativa. Forti di questo potere, recentemente numerosi stati Repubblicani hanno proposto sempre più limiti alla possibilità di interrompere la gravidanza, nonostante le proteste delle organizzazioni per i diritti delle donne.

Le protese delle organizzazioni attiviste e il ricorso alla Corte Suprema

Cliniche, gruppi di attiviste e difensori del diritto all’aborto si sono subito messi in moto per bloccare la nuova normativa, chiedendo l’intervento della Corte Suprema. Con cinque voti contro quattro, i giudici della Corte Suprema hanno deciso di non fermare l’entrata in vigore della legge. Ad oggi in Texas (dove abitano circa 29 milioni di persone) ci sono solo 24 cliniche dove è possibile richiedere un aborto.

Il Senate Bill 8 oltre a rappresentare un’inequivocabile violazione di una serie di diritti umani fondamentali, primo fra tutti quello di disporre del proprio corpo, non contempla eccezioni nemmeno per i casi di stupro. In aggiunta, punisce anche i medici che praticano le interruzioni di gravidanza e incentiva a denunciare chiunque aiuti o agevoli la pratica: personale sanitario, consultori, dipendenti delle cliniche, accompagnatori delle donne. Letteralmente chiunque.

USA: legge sull’aborto in Texas
Abortion rights supporters gather to protest Texas SB 8 in front of Edinburg City Hall on Wednesday, Sept. 1, 2021, in Edinburg, Texas.
Credits to New York Times.

Legge sull’aborto in Texas: le parole della portavoce di Biden

“Non credo che lei abbia mai affrontato queste scelte, né che abbia mai aspettato un bambino. Il Presidente vuole tutelare la scelta e il diritto della donna”. 

Queste sono le parole di Jen Psaki, la portavoce della Casa Bianca,  sulla legge anti-aborto, mentre rispondeva ad un giornalista che prepotentemente le chiedeva perché Joe Biden abbia deciso di sostenere il diritto all’aborto. Il giornalista non capiva il perché della scelta del Presidente USA, considerando la sua fede cristiana.

Jen Psaki portavoce della Casa Bianca contro il giornalista sul tema della legge contro l’aborto.

Francesca Mazzini

Adv
Adv
Back to top button