Cultura

Ustories, il progetto che a Perugia vuole dar voce alle giovani produzioni cinematografiche

Oggi si chiudono ufficialmente le richieste per il progetto Ustories, che nasce a Perugia per celebrare giovani artisti. L’iniziativa è riservata a tutti gli under 35 che vogliono inserirsi nel mondo del cinema, e si terrà ad aprile nel comune di Todi, moderato da una giuria di esperti che valuteranno le produzioni e decreteranno il progetto vincente. La giuria è presieduta da Stefano Rulli, autore italiano, e metterà in palio 15.000 euro così che il vincitore possa realizzare il suo cortometraggio in Umbria.

La Dromo Studio, giovane casa di produzione perugina, sta promuovendo l’evento, in collaborazione con la Regione Umbria, Umbria Film Commission, Centro Nazionale del Cortometraggio, Officine Mattòli, Premio Rodolfo Sonego, Lago Film Festival, PerSo Perugia Social Film Festival, Cinema Postmodernissimo, Atmo, Orvieto Cinema Fest e Associazione Culturale Argo. Una lunga serie di sponsorizzazioni che sostiene il festival.

Come funzionerà l’evento? Cinque coppie di professionisti sotto ai 35 anni entreranno nel vivo del concorso, che si svilupperà nell’arco di una settimana in cui avranno il tempo di formare il proprio progetto. Al termine della settimana, la giuria di Ustories assegnerà il premio in in denaro alla migliore sceneggiatura, che poi verrà prodotta nei successivi cinque mesi in varie location dell’Umbria.

Quando potremmo vedere il cortometraggio finale? Il corto sarà presentato quest’estate, nel corso dell‘edizione 2022 del Todi Festival. L’opportunità di costruire un progetto finanziato da varie associazioni cinematografiche, con la collaborazione e l’aiuto di professionisti del settore, è un’occasione da non lasciarsi scappare. Tra i progetti in gara c’è anche Piccolo Corpo, della giovane regista triestina Laura Samani, che con questo suo debutto sta mietendo consenti dappertutto. La foto di copertina è tratta proprio dal suo corto.

Seguici su Metropolitan Magazine

Back to top button