Calcio

Venezia, Dionisi studia le mosse anti-playout

Una delle più grande sorprese dell’ultima giornata di Serie B è arrivata dalla Liguria. Il Venezia di Dionisi è uscito con i tre punti dal campo dello Spezia terzo in classifica, risultato non solo inatteso, ma fondamentale per il finale di stagione dei lagunari. La squadra veneta, con questo successo porta a tre i risultati utili consecutivi: dopo i due pareggi con Benevento e Pescara sono tornati i tre punti contro la formazione di Italiano. L’impresa di La Spezia può rappresentare una spinta importante per il finale di stagione, sia dal punto di vista della classifica, che dello stato mentale del gruppo di Dionisi.

Successo fondamentale per Dionisi

La vittoria in terra ligure è maturata grazie a una prestazione di squadra degli arancioneroverdi. Nel primo tempo ha sbloccato la partita un rigore messo a segno da Aramu. Lo stesso numero dieci ha colpito un palo sempre nella prima frazione, poi è pian piano emerso lo Spezia. La ripresa è stata caratterizzata da una formazione di casa alla ricerca di ribaltare la partita. Il Venezia ha resistito e portato a casa il bottino pieno. Dionisi ha cercato di mettere forze fresche per dare linfa alla resistenza dei suoi, attingendo dalla panchina in maniera massiccia. Il tecnico dei veneziani ha infatti utilizzato tutte e cinque le sostituzioni a sua disposizione. Questo aspetto dimostra l’importanza dei cambi in questo periodo di svolgimento dei campionati.

La situazione di classifica del Venezia

La vittoria dello stadio “Alberto Picco” ha dato una spinta decisa alla classifica del Venezia. I lagunari occupano la quattordicesima posizione, con 44 punti conquistati. Ha gli stessi punti anche la Cremonese di Bisoli, mentre ne ha uno in più l’Ascoli, squadra in grande forma in questa fase del campionato. Due punti dietro il Venezia, a quota 42, si trova la zona playout. In questo momento il Pescara sarebbe salvo, mentre con gli stessi punti sarebbe costretto a disputare i playout il Perugia. Gli umbri hanno appena esonerato Cosmi e richiamato in panchina Massimo Oddo. L’altra squadra attualmente in zona playout è la Juve Stabia, squadra che è balzata a 41 punti dopo la clamorosa vittoria in rimonta ai danni del Chievo. Più tranquilla la situazione per il Venezia guardando il distacco dalla retrocessione diretta: il Cosenza terzultimo in classifica è lontano sette punti dai lagunari.

Dionisi Venezia
Alessio Dionisi – Photo credits: Getty Images

Prossimi impegni

Mancano tre giornate al termine della stagione e il Venezia avrà due scontri diretti fondamentali per raggiungere l’obiettivo salvezza. La prossima giornata vedrà i lagunari impegnati allo stadio “Penzo” con la Juve Stabia. Vincere questa partita potrebbe significare dare un allungo decisivo sulla zona a rischio della classifica. In seguito, la squadra di Dionisi farà visita a una delle compagini più in crisi di risultati del campionato, ma ancora in piena zona playoff: il Cittadella guidato da Venturato. L’ultima giornata riserverà agli arancioneroverdi la sfida col Perugia, un match che potrebbe diventare decisivo nel caso in cui la distanza tra le squadre dovesse essere ridotta. Il Venezia ha la possibilità di arrivare alla sfida con gli umbri in una situazione di tranquillità. In questo senso saranno decisivi gli appuntamenti con Juve Stabia e Cittadella, partite in cui il grande obiettivo sarà quello di allontanare definitivamente la zona playout.

Seguici su Facebook!

Back to top button