Cinema

Vincent Cassel nell’intramontabile favola “La bella e la bestia” stasera in tv

Premio César per la migliore scenografia nel 2015, “La bella e la bestia” di Christophe Gans arriva oggi su Italia 1 alle 21.20. Ad interpretare la burbera bestia dal cuore che attende di essere risvegliato, troviamo il celeberrimo attore Vincent Cassel.

Durante un’intervista a TheTalks, l’attore descrive il mondo interiore del mostro mancato, parlando fuor di metafora della “natura umana” nascosta dietro la bestia:

“Il modo in cui le persone si comportano, i paradossi, le contraddizioni. Tutte queste cose che dobbiamo vivere, tutto non è solo bianco o nero. Questo, credo, è la cosa più interessante nella natura umana. Questo è molto interessante.”

Un’altra versione de “La bella e la bestia” per il cinema francese

Grande classico a tutto tondo, la favola popolare conquista ancora bambine e bambini nelle versioni più diverse. Notissima quella della Disney del 1991 e il recente live-action con Emma Watson nei panni di una giovane e ribelle Belle.

Ma il cinema francese conosce un altro cult: “La bella e la bestia” diretto da Jean Cocteau. Un classico che arriva direttamente dal 1946. Il remake del 2014 ha dovuto fare inevitabilmente i conti con questa eredità. Tuttavia Cassel, in un’intervista a Vanity Fair ha confessato:

Io l’ho rivisto di recente e mi sono addormentato. Sì, è interessante vedere come a quei tempi fecero un film con effetti speciali poveri ma efficaci, ma la Bella era un po’ insignificante, e ormai, a parte qualche cinefilo, non credo che il pubblico abbia presente Cocteau. L’unica Bella e la bestia che si conosce è quella di Disney“.

Con la distanza storica e l’oggettività di un addetto ai lavori che sottrae i classici dal loro piedistallo, Cassel sembra aver in un certo senso rivendicato la possibilità di rispondere al pubblico del proprio tempo, riprendendo sì un classico radicato nella storia, ma trovando linguaggi diversi.

Debora Troiani

Seguici su : FacebookInstagramMetrò

Adv
Adv

Debora Troiani

Laureata in Lingue, Letterature, Culture e Traduzioni alla Sapienza, studio ora Editoria e Scrittura, con un curriculum orientato al giornalismo. Sono una grande appassionata di lingue e letterature straniere (soprattutto russa e tedesca), di teatro, cinema e in generale di forme d'arte impegnata che affronta temi sociali.
Adv
Back to top button