Gossip e Tv

Vittorio Storaro, chi è il direttore della fotografia tre volte Premio Oscar

Vittorio Storaro, ospite ad “Oggi è un altro giorno”, ha conquistato nel corso della sua carriera prestigiosi riconoscimenti tra i quali spiccano ben tre Premi Oscar.

Vittorio Storaro, tre Oscar ed il sistema di ripresa Univisium

Vittorio Storaro
Vittorio Storaro

Il direttore della fotografia ha esordito a 28 anni con il primo lavoro per il grande schermo, Giovinezza Giovinezza di Franco Rossi: il suo debutto assoluto risale a sei anni addietro quando ha partecipato alla realizzazione del corto Etruscologia per la regia di Giancarlo Romitelli. Lavora con Bernardo Bertolucci nell’esordio del cineasta emiliano “Prima Della Rivoluzione”: i due avviano un forte sodalizio professionale, che li vede fianco a fianco per sei lungometraggi. La collaborazione nel 1979 con Francis Ford Coppola per Apocalypse Now, gli vale la nomination ai BAFTA e la vittoria del Premio Oscar come Migliore Fotografia.

Nella sua lunga e gloriosa carriera, ha conquistato altri due Oscar, per Reds e L’Ultimo Imperatore.Tra i tanti grandi nomi con i quali ha lavorato, Salvatore Samperi, Woody Allen, Luca Ronconi, Warren Beatty, Luigi Bazzoni. Ha ricevuto tre lauree Honoris Causa ed ideato un sistema di ripresa innovativo utilizzabile sia nel cinema che nella tv, Univisium che ha fatto il suo esordio nella serie “Dune” del 2000. Sotto la sfera sentimentale, Storaro è felicemente sposato con Tonia Cafolla: dalla loro unione sono arrivati Fabrizio, fondatore di Proxima e si occupa di effetti speciali, Giovanni e Francesca. È il nonno di Eleonora Venturini Storaro, la fidanzata di Gianluca Ginoble de Il Volo.

Seguici su Google

Back to top button